Servono per sbaglio marijuana a un funerale

Funerale con corsa in ospedale in Germania: dopo aver mangiato una torta alla marijuana per errore, tredici persone sono state ricoverate

Un funerale è di per sé un evento triste doloroso ma in Germania una cerimonia funebre ha avuto dei risvolti ancor più infelici a causa della marijuana.

La notizia arriva da Wiethagen, un distretto della città tedesca di Rostock, dove al termine della funzione, come di consuetudine in Germania, si è svolto un piccolo rinfresco in un ristorante. La stessa polizia locale ha confermato che tra i dolci è stata servita per errore una torta alla marijuana. Dopo averla mangiata, 13 persone si sono sentite male e sono state ricoverate in ospedale con nausea e vertigini.

La colpa sarebbe di una dipendente del ristorante, addetta alle torte, che avrebbe chiesto alla figlia di 18 anni di cuocerle. La madre, però, avrebbe accidentalmente preso dal congelatore e portato al funerale la torta sbagliata, preparata dalla ragazza e destinata a essere consumata in ben altra occasione. Ora la diciottenne sarebbe sotto inchiesta. Il fatto, avvenuto nell'agosto scorso, è stato reso noto solo ora per rispetto dei parenti colpiti dal lutto.

Questa non sarebbe però la prima volta che a un gruppo di persone viene data per sbaglio della cannabis. Infatti, risale solo ad alcuni mesi fa il caso di un uomo vittima di un avvelenamento causato dalle stesse sostanze dopo che a una convention per utilizzatori di metal detector nel villaggio di High Melton, vicino a Doncaster (Yorkshire del Sud, Inghilterra), ad alcuni cacciatori di tesori sarebbe stata servita una torta al cioccolato con cannabis. Secondo la polizia, almeno 15 appassionati di metal detector avrebbero avuto problemi di salute e 13 di loro sarebbero stati portati in ospedale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.