Il fondo pensione di Renzi pagato coi soldi dell'Unicef sottratti da suo cognato

La brutta storia che investe il premier

Renzi è circondato. Quattro inchieste e tre procure pendono sulla sua testa. I debiti della sua Chil srl a Firenze, la bancarotta di suo padre a Genova, lo scandalo di Banca Etruria ad Arezzo, e ora pure il cognato riciclatore a Firenze.

Fonti confidenziali parlano di centinaia di migliaia di euro. Tanto sarebbe stato sottratto dal 2011 al gennaio 2015 dal cognato di Renzi e marito di sua sorella Matilde, Andrea Conticini, complici i suoi due fratelli Luca e Alessandro, dai fondi dell'Unicef e di Operation Usa, destinati alle campagne per i bambini affamati in Africa. Soldi serviti ad aiutare l'azienda di promozione dei Renzi, la Chil, dove ha lavorato anche l'attuale premier, e che gli ha pagato pure un Tfr da 50mila euro e il fondo pensione.

I pm fiorentini, Luca Turco e Giuseppina Mione, sospettano che Andrea Conticini e fratelli non abbiano affatto usato quel denaro per aiutare i bambini dell'Africa con la Play Therapy come avrebbero dovuto, ma per rintuzzare i conti in rosso dell'azienda di famiglia e di altre due società amiche.

Nel decreto di perquisizione delle abitazioni di Rignano sull'Arno (casa della sorella del premier) e Castenaso (casa dei Conticini), non compaiono i nomi delle società. Vengono fuori solo da una visura dove si vede che il giro di denaro andava da Londra a Firenze, e che Banca d'Italia ha segnalato alla procura di Firenze. I pm accusano «Alessandro Conticini (40 anni, ex direttore dell'Unicef di Addis Abeba poi socio e direttore della londinese Play Therapy Africa Limited con la moglie francese Valerie Quere, 42 anni) insieme al fratello Luca Conticini (35 anni, gemello di Andrea) di appropriazione indebita. Mentre il cognato di Renzi è accusato di reimpiego dei capitali (che prevede anche il riciclaggio) «commesso in Firenze nel corso del 2011 in relazione a somme di denaro provento del reato».

Tutto torna perché in quel periodo l'azienda dei Renzi non se la passava bene: la Chil srl trasferì la sede a Genova e poi venne liquidata e si trasformò in Eventi6. Amministratrice della Eventi6 è tutt'oggi la madre di Matteo Renzi, Laura Bovoli, che è a sua volta proprietaria dell'8% delle quote, insieme alle sorelle di Matteo, Benedetta e Matilde (36% ciascuna). Quarto socio al 20% è stato Alessandro Conticini fino al 2013, insieme al fratello Andrea agente di commercio. È proprio la Eventi6 ad aver ereditato da Chil i contributi pensionistici pagati a Matteo Renzi con soldi pubblici ed ottenuti col trucchetto dell'assunzione come dirigente in aspettativa nel 2003 (pochi giorni prima di venire candidato a presidente della Provincia di Firenze). Nel 2014 la Eventi6 ha pagato a Renzi 50mila euro di tfr, maturato per quell'incarico. Soldi che in teoria sarebbero stati dirottati dall'Unicef alla Chil e che sarebbero dovuti servire per i bambini in Africa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Lun, 18/07/2016 - 08:40

Strano che questo ciarlattano, possa fare ciò che voglia??? Se non ci fossero i quotidiani, a scoprire le pentole dei suoi famigliari, il paese sarebbe una GRUVIERA.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 18/07/2016 - 08:51

Il più pulito c'ha la ROGNA.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 18/07/2016 - 08:56

Se non avesse un interesse pecunario il pinocchio Alias Renzi non insisterebbe di fare il Premier non ci venga a raccontare che lo fa per il bene del popolo, infatti lo si veda dai risultati + FAME+ Poveri + DISOCCUPATI sono i suoi interessi che contano

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 18/07/2016 - 09:15

Se è la verità, tutti quelli che hanno dato il contributo per questa azione umanitaria, devono farseli restituire.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 18/07/2016 - 09:21

Che bella famiglia!

Beaufou

Lun, 18/07/2016 - 09:28

Toh, il boy scout che frega i soldi ai bambini africani...Non è vero che i comunisti mangiano i bambini: mangiano "con i soldi dei bambini", che, come si capisce bene, è tutt'altra cosa, molto meno cruenta e più nobile. Ahahah.

cgf

Lun, 18/07/2016 - 09:41

indipendentemente da questa storia, io all'Unicef ed altri simili sono decenni che non verso più una lira/euro.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 18/07/2016 - 09:55

Continuate a dare soldi all'unicef per salvare pampini e d dare un futuro roseo ai nostri pampinoni dello sgoverno italico

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 18/07/2016 - 10:34

Da vomito e nessuno fiata:Che sia d'accordo con gli imam Arabi affinchè continuino a invaderci in modo di distogliere le attenzioni sulle sue malefatte?Mostruosamente falso.

accanove

Lun, 18/07/2016 - 10:42

come scrissi in passato, difficile pensare che uno che non ha mai lavorato e si è mantenuto con la politica sia pulito ma al di la di questo..... c'è gente che ancora si fida degli spot in tv di sedicenti e famose organizzazioni e versa loro denaro?

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 18/07/2016 - 11:23

Magistrati, metteteli tutti in galere e buttate la chiave. Se questa storia fosse vera, non ci sarebbero delinquenti PEGGIORI.

nippy

Lun, 18/07/2016 - 11:37

Speriamo che la famiglia finisca lì, ci manca solo che spunti un cugino che mangia bambini a colazione e poi siamo a posto.

angeli1951

Lun, 18/07/2016 - 11:40

La tragedia è che ormai nessuno più si indigna e permette a questi truffatori di imperversare sui media gestiti da lacchè parassiti.

Una-mattina-mi-...

Lun, 18/07/2016 - 11:45

INCREDIBILE SODALIZIO: MA SONO TUTTI ANCORA A PIEDE LIBERO?

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 18/07/2016 - 12:03

Il boccalone dalla parlantina sciolta e dalla mano lesta. Quando Frottolo verrà cacciato il danno che avrà fatto all'Italia sarà senza rimedio e lui purtroppo la passerà liscia.

giumaz

Lun, 18/07/2016 - 12:12

"la Chil, dove ha lavorato anche l'attuale premier" ma è una bestemmia!!! Cosa avrà mai lavorato questo ciarlatano? Dite piuttosto che avrà fatto finta di lavorare, giusto per versare contributi e truffare lo stato.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 18/07/2016 - 12:35

In sintesi: il cognato usa i fondi destinati all'Unicef per comperare azioni delle società della famiglia renzi, società che poi, a loro volta, trasferiscono i soldi direttamente al renzi sotto forma di compensi vari. In Inghilterra un ministro si è dovuto dimettere per non aver pagato i contributi alla colf, mentre, ad oggi, il beneficiario di questa operazione, particolarmente ignobile perché l'Unicef aiuta i bimbi del terzo mondo a sopravvivere, è tracotante Presidente del Consiglio. Ma la colpa è nostra, lui si comporta da perfetto PD.

filder

Lun, 18/07/2016 - 12:40

IL VERO PROBLEMA E' CHE MENTRE GLI ONESTI ITALIANI SI STRACCIANO LE VESTI VOMITANDO NEL SENTIRE LE MALEFATTE DI QUESTI DELINQUENTI LADRI IMBROGLIONI, NESSUN MAGISTRATO DIMOSTRA DI AVERE LE PALLE PER INCRIMINARE SOGGETTI SCHIFOSI NAUSEANTI DEL GENERE,AVEVANO TEMPO E PREMURA DI GUARDARE SOTTO LE LENZUOLA DI BERLUSCONI LAVORANDO SODO SABATO DOMENICA E PERSINO DI NOTTE PER POTER GIUNGERE AL LORO SCOPO, DOPODICHE' I GLORIOSI MAGISTRATI SI SONO SCIOLTI COME NEVE AL SOLE E NEL CASO QUALCUNO SAREBBE SOPRAVVISSUTO ADESSO SI GIRA DALL'ALTRA PARTE TURANDOSI IL NASO E TENENDOSI ALLA LARGA FORSE PER PAURA FORSE PER NON ESSERE CONTAGIATO DALLA ROGNA, QUESTA PURTROPPO E' LA NOSTRA ITALIETTA, AVANTI COSI' ED UN GIORNO FORSE NON TANTO LONTANO CI LECCHEREMO LE FERITE PRODOTTI DA PARASSITI STATALI ALLA FACCIA DEL POPOLO BUE.

01Claude45

Lun, 18/07/2016 - 12:46

CHE BEL QUADRETTO!!!!! Pretendo, quale cittadino italiano, una risposta dalla MAGISTRATURA. Con che faccia i giudici possono chiedere ai CITTADINI la massima trasparenza e pagamento tasse se questi casi NON vengono chiariti? Un primo ministro incasinato dai famigliari in casi di DISTRAZIONE FONDI, RICICLAGGIO E, per altre cose, di INSADER TRADING? Ma non dovrebbe esistere. Dimissioni e rimborso IMMEDIATO CON ITERESSI di equitalia.

unosolo

Lun, 18/07/2016 - 12:49

lasciate lavorare i FINANZIERI senza osteggiarli sai quante ne trovano , specialmente da dieci anni in qua , in quel di Firenze l'esperienza collaudata e con il Carrai a copertura ? domanda come mai ha portato quel personaggio nel suo organico ? certo da questi ultimi spifferi di aria ne è uscita , il gommone è sgonfio e non bastano i verdiniani rinforzati , la magistratura ? possibile che un personaggio possa non rispettare una sentenza della CC e tutto fila liscio ? pensionati derubati e mai risarciti e poi questo strano giro di soldi UNICEF e forse anche altri........

Ritratto di rebecca

rebecca

Lun, 18/07/2016 - 13:29

la magistratura e mortimer sono in sonno profondo, frottolo continua a sedere su uno scranno che occupa abusivamente, ogni giorno esce la notizia di una malefatta perpetrata dai suoi famigliari e dal suo entourage, E lui , granitico, sbruffone e sfrontato è sempre li!!!!

Fjr

Lun, 18/07/2016 - 13:31

@cgf9,41, concordo in pieno, ci siamo fatti prendere in giro ,dalle varie onlus e agenzie a vario titolo e anche se abbiamo devoluto pochi spicci sapere che poi sono finiti in quelle tasche fa venire davvero l'amaro in bocca,da allora ho deciso di donare piccole somme ma di persona con piccoli gruppi a gente davvero fidata si ricorda la missione arcobaleno cosa saltò fuori?

Ritratto di blackeye

blackeye

Lun, 18/07/2016 - 13:51

Pecunia non olet. Soprattutto da un portafoglio posto nella tasca destra di una persona con il cuore a sinistra!!!

Beaufou

Lun, 18/07/2016 - 15:21

Ero convinto che gli unici soldi puliti di Renzi fossero quelli vinti alla "Ruota della fortuna". Poi ho letto che anche lì non è che fosse proprio tutto chiaro come il sole...Ahahah. Bella Italia.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 18/07/2016 - 16:05

Il sottoscritto ogni mese elargisce una somma per l'UNICEF e ora vedo che questi soldi vanno a finire in mano di disonesti cognati di Renzi Padre etc ora non darò più una lira

Enricodiba

Lun, 18/07/2016 - 17:29

Nessuno ne parla, che strano vero, aver preso il controllo della rai paga a mediaset invece è megli che si fanno gli affari loro, visto chi è il padrone.