Recovery Fund, Sassoli incontra Merkel in videoconferenza, le immagini
Si spalancano le porte di Pompei, il direttore: "Riapertura in sicurezza"
Frecce Tricolori a Firenze, folla in strada senza distanziamento
Totti firma magliette acquistate per donazioni all'ospedale di Civitavecchia
Open Arms, Ginetti (Iv): "Non voto di Italia viva non è stata scelta politica"
Open Arms, Giarrusso: "Non ho intenzione di passare alla Lega. Mio voto coerente con Rousseau"

Mafia nigeriana, colpo al clan a Palermo

Documentati numerosi episodi violenti riconducibili all'associazione e alla sua capacità di imporsi sul territorio, nonchè diverse attività delittuose connesse allo spaccio di stupefacenti e alla prostituzione, principalmente a Ballarò. Numerose anche le riunioni, tra cui in particolare una relativa al "battesimo di un nuovo Bird". Nel corso delle indagini è emerso, inoltre, come gli stessi appartenenti cercassero di mascherare l'associazione a delinquere "Eiye", costituendone una regolare denominata "Aviary". Esulta il ministro dell'interno Matteo Salvini. "Altro colpo alla mafia nigeriana, con tredici fermi disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Parlermo. Violenti, organizzati, senza scrupoli: i boss africani rappresentano un pericolo crescente che va subito estirpato. Grazie a Forze dell'Ordine e inquirenti". Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini

Calendario eventi