Politica
Salvini: "Basta con la compravendita dei Senatori, andare al voto e dare la parola agli italiani"
Politica
Meloni: “Senza maggioranza non si possono risolvere problemi della Nazione”
Politica
Giorgia Meloni, Antonio Tajani e Matteo Salvini al Quirinale
Tajani (FI): “Conte ha offerto poltrone anche durante il suo discorso”
“Basso profilo”, operazione della Dia calabrese con 50 arresti in tutta Italia
Tomasi (Aspi): "Innovazione e sostenibilità al centro del piano di investimenti"

Ecco come funzionava il sistema corruttivo della sanità siciliana

La Guardia di finanza di Palermo, coordinata dalla locale procura, ha smascherato un giro di appalti pilotati nella sanità siciliana. Agli arresti domiciliari è finito Antonio Candela, 55 anni, attuale coordinatore della struttura regionale per l'emergenza Covid-19, già commissario straordinario e direttore generale dell'APS 6 di Palermo. Le porte del carcere si sono invece aperte per Fabio Damiani, 55 anni, attuale direttore generale dell'ASP 9 di Trapani. Sono 12 le persone a vario titolo indagate per corruzione per atto contrario ai doveri di ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione, rivelazione di segreto di ufficio e turbata libertà degli incanti.