Il sindaco di Genova: "Intitoleremo una strada a Villaggio"

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha annunciato che a Paolo Villaggio sarà intitolata una strada della città. "Così ne onoreremo la memoria"

"Paolo Villaggio è stato un artista a tutto tondo, graffiante, mai banale. Innamorato della sua Genova. Pensiamo, una volta superato il momento di lutto, si possa fare qualcosa per dimostrare come la città onora Paolo Villaggio. Sarà una strada, o magari anche un corso o una piazza, cercheremo di accelerare le procedure".

E' il messaggio del sindaco di Genova, Marco Bucci, sulla scomparsa dell'attore genovese Paolo Villaggio, avvenuta lunedì mattina in una clinica romana. Villaggio, morto a 84 anni, era genovese di nascita anche se romano di adozione.

"Tra i protagonisti del cinema italiano: ha fatto ridere e riflettere, appassionando diverse generazioni", lo ha ricordato oggi il primo cittadino genovese commentando la notizia della morte. In mattinata, a margine di un evento in città, Bucci ha lanciato la proposta di intitolare una strada della città al comico, autore e scrittore, papà del personaggio di Ugo Fantozzi, maschera comica con la quale era diventato noto al grande pubblico.

Leone d'oro alla carriera, aveva recitato anche in ruoli drammatici con Federico Fellini, Ermanno Olmi e Mario Monicelli: Villaggio era molto legato alla sua città natale e aveva ricevuto nel 2001 dall'allora sindaco di Genova Giuseppe Pericu la cittadinanza onoraria e il Grifo d'oro, la speciale onorificenza che l'amministrazione conferisce a persone che si sono distinte portando, attraverso la propria carriera artistica e professionale, il nome di Genova in Italia e nel mondo.

Nel 2013 Villaggio aveva festeggiato i suoi 80 anni con una festa nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del comune, insieme agli amici di una vita, tra cui il manager Paolo Fresco e l'autore Antonio Ricci, e alla città che aveva voluto rendere omaggio all'attore.

Stamattina tutta la città si è risvegliata nel dolore per la scomparsa di uno dei suoi cittadini più illustri. Nonostante la lontananza forzata da Genova per motivi professionali, Villaggio era sempre rimasto legato alla sua città natale, pur riscontrando negli anni una serie di cambiamenti che, a suo dire, ne avevano stravolto anima e identità.

Villaggio era anche molto legato alla Sampdoria, che insieme al Genoa ha inviato alla famiglia un affettuoso messaggio di condoglianze per la scomparsa del grande attore classe 1932.