La Borsa tiene dopo il ko di Renzi: ​la crisi di governo non fa paura

All'indomani delle dimissioni di Renzi, l'Ue assicura: "L'Italia è un paese solido". Piazza Affari tiene bene e chiude a -0,21%. Male solo il comparto bancario e Fca

Le Borse europee snobbano la vittoria del No al referendum costituzionale e le dimissioni di Matteo Renzi. In una giornata di alti e bassi, che però non contempla né gli scossoni né i drammatici ribassi paventati nei giorni scorsi, gli investitori guardano con attenzione alla capacità dell'Italia di reagire alla crisi politica e si aspettano una tabella di marcia post-voto veloce. Anche Piazza Affari tiene botta con l'indice Ftse Mib che riesce a contenere il calo e addirittura, in più riprese, a stornare in positivo, fino a chiudere a -0,21%. Niente Armageddon finanziario, dunque.

"L'Italia è un paese solido, con dell'istituzioni solide". Intervistato dall'emittente televisiva France 2, il Commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, ridimensiona i toni apocalittici usati nei giorni prima del referendum costituzionale e rinuncia a fare il solito terrorismo psicologico a cui ci aveva abituato nelle passate settimane. "Il paese - ha osservato Moscovici - è estremamente stabile ed è una grande economia". Ora si tratterà solo di assestarsi. Dopo aver aperto la crisi di governo con il passaggio di Matteo Renzi al Quirinale, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sonderà il terreno con tutte le forze politiche per capire se formare un nuovo governo oppure indire elezioni anticipate. Questa mattina il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, atteso a Bruxelles per le riunioni dell'Eurogruppo oggi e dell'Ecofin domani, ha annullato la sua partecipazione agli incontri. Il suo nome, insieme a quello del presidente del Senato Piero Grasso, è infatti tra i papabili futuri premier.

Qualche scossa sui mercati viene registrata in avvio di seduta, ma presto riassorbita. La Borsa di Milano, a circa mezz'ora dall'inizio della seduta, è passata in positivo, azzerando totalmente il calo registrato in apertura. Poi è tornata prossima al segno negativo. A pesare sui listini sono soprattutti i bancari che comunque riducono i propri passivi. "Dopo la Brexit, sono stati necessari tre giorni per scrollarsi di dosso la tensione, con Trump ci sono volute tre ore, con l'Italia tre minuti", ha detto Guillermo Hernandez Sampere, capo del trading della tedesca MPPM EK. Il differenziale tra i Btp decennali e i Bund tedeschi sale a 172 punti, dopo che lo scorso venerì aveva chiuso a 161 punti base. Il dato è sicuramente in crescita ma resta comunque sotto i massimi fatti segnare nelle scorse settimane. "La Bce non sta intervevendo sul mercato dei titoli di Stato - spiegano gli esperti - ma lo scudo preannunciato da Francoforte in caso di volatilità sta comunque facendo da deterrente".

Come già quando Donald Trump si è impossessato delle chiavi della Casa Bianca, i mercati sono rimasti in piedi. Niente onda alta di panic selling, insomma. Vengono così smentite le Cassandre che paventavano una bufera finanziaria sull'Italia. Più in generale, la tenuta delle Borse viene interpretata dagli analisti come uno step di esperienza accumulato dopo la vittoria del "Leave" al referendum inglese. Anche secondo Standard&Poor's l'esito del referendum non avrà impatti sul rating sovrano italiano. E persino il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble si lascia andare all'ottimismo: "Dovremmo essere rilassati...".

Commenti

moshe

Lun, 05/12/2016 - 10:19

vedete, era tutto terrorismo!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 05/12/2016 - 10:30

Della serie :pecunia non olet o meglio ancora sì o no basta che se magna..

g-perri

Lun, 05/12/2016 - 10:32

Da che mondo è mondo le bugie più sono grosse e più è facile scoprirle. Nella toscana (patria di Pinocchio) le bugie le hanno sempre sparate grosse. Quei pochi che per indole ci cascano ancora sono destinati a sonore delusioni.

Eraitalia

Lun, 05/12/2016 - 10:34

SCINFITTO ANCHE IL CATASTROFISMO RENZIANO E DEI SUOI SUPPORTER. E'PROPRIO VERO LA DEMOCREZIA HA SEMPRE RAGIONE!

Ritratto di matteo844

matteo844

Lun, 05/12/2016 - 10:40

La cosa piu' bella e' stata la partecipazione popolare. In pratica tutto il popolo italiano da nord a sud e'andato a votare. Ora il popolo vuole andare a votare il proprio governo,no un governo scelto dall'alto o da Bruxselles. E' stata la voce del ceto medio-basso, gente che non riusciva piu' ad andare avanti,che non arrivava a fine mese,soldi delle nostre tasche dati per i migranti che alloggiano in strutture di accoglienza di lusso mentre migliaia di italiani dormono in macchina. Le nostre navi della marina ridotte a fare da scorta ai barconi. Il popolo ha detto basta,con una voce sola con una voce potente. Riprendiamoci il Paese.l'Italia agli italiani. Blocco navale per i migranti e rimpatri subito per quelli presenti sul suolo italiano.Grazie.

aldoroma

Lun, 05/12/2016 - 10:42

invece loro prevedevano la fine del mondo se avesse vinto il no. ciaoneeeeeeeeeeeeeeeeee ora a casa viaaaaa

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Lun, 05/12/2016 - 10:42

Da oggi vedremo, dalle vosrte azioni, se avete raccontato balle sulle amicizie di Renzi con l'alta finanza.

Ritratto di Porceddu

Porceddu

Lun, 05/12/2016 - 10:49

Renzi..Delrio..Grassi...per me pari sono! Al voto..al voto!

honhil

Lun, 05/12/2016 - 10:51

“… per individuare il momento in cui ha perso presa sul Paese”. I ciechi, nonostante tutto, continuano a restare tali. Per ideologia. Ma è un seminare su campi che hanno disperatamente bisogno di una stagione di riposo. Ma a quanto pare alla stagione del maggese nessuno pensa realmente. E così, anche dopo il disastro, si continuano a cercare, o a far finta di cercare, le cause di un disastro ampiamente annunciato. Ma le prime quattro cariche dello Stato, e la solita Stampa solidale, cosa speravano che facessero gli italiani, dopo aver seminato povertà a piene mani a favore di un multiculturalismo foriero di una disgregazione nazionale che soltanto un indottrinamento ideologico fino alla patologia più aberrante poteva giustificare? No, è il ‘salto nel buio’ che appartiene la passato. Mentre è la luce in fondo al tunnel che da oggi si comincia ad intravedere.

ziobeppe1951

Lun, 05/12/2016 - 11:10

La vittoria del NO è stata troppo schiacciante, alla Borsa non rimane che adeguarsi

audionova

Lun, 05/12/2016 - 11:13

ma ne capite di borsa?era logico,il no e' stato scontato prima con manovre degli speculatori.oggi,dato che era scontato il no,gli speculatori hanno fatto i soldi con il calo di apertura,hanno comprato durante il calo e durante la giornata vendono.

audionova

Lun, 05/12/2016 - 11:15

voi del giornale credete che tutti siano dei boccaloni?

maxfan74

Lun, 05/12/2016 - 11:17

Forse ora il Paese si sblocca.

Duka

Lun, 05/12/2016 - 11:21

SONO LE SUE BUFFONATE CHE FANNO PAURA, ANZI TERRORIZZANO

over_fifty

Lun, 05/12/2016 - 11:22

Giusto Sig. moshe,la speculazione vive di "allarmismi". Permettetemi di dire che sono contento che sia stata bocciata quella obbrobriosa modica alla costituzione e soprattutto che ci siamo liberati del GUITTO TOSCANO. Speriamo di avere come primo ministro una persona che sappia almeno "vestire i panni del ruolo".

Ritratto di italiota

italiota

Lun, 05/12/2016 - 11:25

ragazzi, siamo ancora vivi..!! ..c'è vita "OLTRE IL REFERENDUM" !!!!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Lun, 05/12/2016 - 11:35

ah ah ah .....accontentati i pagliacci del SI....avevate dubbi ???

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 05/12/2016 - 11:36

E' UN'ENORME SVISTA. RENZI si conferma il più votato degli Italiani, in quanto gli elettori del 4.12.2016 hanno consacrato il nuovo Partito di Matteo RENZI, riversandogli il 41% dei consensi. Possiamo essere sicuri che questo 41% è di totale adesione a RENZI. E soltanto a RENZI. Mentre il 59% è costituito dalla grande ammucchiata fortemente degradata. Se votassimo oggi il Partito di RENZI VINCEREBBE ALLA GRANDE. -riproduzione riservata- 11,36 - 5.12.2016

paolonardi

Lun, 05/12/2016 - 11:36

Ulteriore dimostrazione dell'assuta incapacita', nel migliore dei casi, degli analisti di capire la materia di cui dovrebbero essere gli rsperti. Nasce il sospetto che in parte sia cosi', ma vi sia anche una, non troppo nascosta, componente politica di stampo marxista.

mstntn

Lun, 05/12/2016 - 11:46

La borsa sale sulla scia di quelle europee altrimenti..... I btp scendono a dimostrazione che al parlamento ci sono solo furbacchioni e parassiti che vivono di parole. Chi sarà il sostituto di Renzi? Mastella? Berlusca? Salvini? Non affiderei a questi nemmeno un bar da amminitrare.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 05/12/2016 - 11:48

Ma se sta perdendo!

trailblazer

Lun, 05/12/2016 - 11:50

Ora sarebbe dignitoso che coloro che hanno sostenuto il SI, molti in modo ambiguo e strisciante, si dimettessero. Un invito a Presidente Associazione Banche, Confindustria, Confagricoltura, direttori di Corriere e Repubblica, per non parlare di RAI. Non che ci creda, anzi diranno tutti che lo avevano sempre saputo.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 05/12/2016 - 11:52

Stessa storia di Trump, se vince l'apocalisse. Poi invece le cose non possono che andare meglio senza un clown al governo.

Libertà75

Lun, 05/12/2016 - 11:54

strano quei super esperti di economia come elpinocchiokid o lorenzovonstupid che avevano già previsto la fine del nostro paese... chissà quali altre bugie hanno da raccontare per sostenere la loro falsità

Ritratto di orione1950

orione1950

Lun, 05/12/2016 - 12:05

come volevasi dimostrare; il popolo bue ha capito tutto!

Tommaso_ve

Lun, 05/12/2016 - 12:07

Non ho parole per definire il Financial Times... la migliore definizione è che quella che prende spunto dal loro articolo volto solo e soltanto a trarre vantaggio economico dalla speculazione da loro innescata. Direi che la loro autorevolezza (se mai esistita) è caduta per sempre. Accozzaglia di incompetenti.

unosolo

Lun, 05/12/2016 - 12:50

come avere paura ? peggio di questo governo ? ora si comincerà a salire ( sempre se esce di scena ovviamente ).

Ernestinho

Lun, 05/12/2016 - 13:13

Tanto tuonò... che non piovve!

Libertà75

Lun, 05/12/2016 - 13:52

@dario Maggiulli, stia sereno, nessuno ha intenzione di copiare le stupidaggini, le tenga pure strettamente riservate. Questo era un referendum sulla revisione costituzionale, hanno votato si anche gente del cdx e del m5s... come hanno votato no molti del pd... vada a studiare

nalegior63

Lun, 05/12/2016 - 14:15

festeggiamo un attimo cin cin alla faccia di chi ci vuol male...

disle1

Lun, 05/12/2016 - 15:03

Con il Cav. non c'è Grillo o Renzi che tenga. Forza ITAGLIA!!!!

unosolo

Lun, 05/12/2016 - 15:37

salute ! tanto si muovono le volpi che forse ci danno una fregatura,,,, vuoi vedere che con una grazia sistemano sto movimento funereo ?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 05/12/2016 - 15:54

Per ora la borsa è in rosso e lo spread alle stelle, tutto bene.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 05/12/2016 - 15:58

libertà75, NON E' VERO. Intanto del m5s non ce n'è stato uno che uno ad avere votato SI. I suoi elettori sono la più severa setta politica che esista. E' invece vero che molti del cdx, incluso me, hanno votato SI, e perché abbiamo perduto il nostro Capo. Per maggiori chiarimenti leggiti "Busso alla porta di Pierluigi Bersani". Poi, tu dici molti del PD. Che vuol dire che il 41% non comprende il PD compatto. Ed è vero, perché molti del PD hanno tradito, allontanandosi dal ragazzo. A maggior ragione quindi, questo 41% è costituito da elettori di acciaio, come nemmeno Berlusconi li ha mai avuti. Se andassimo oggi alle Politiche, il Partito di Matteo RENZI vincerebbe superando di molto questo 41%, in quanto chi ha votato SI, è visceralmente legato al PERSONAGGIO. -riproduzione riservata- 15,58 - 5.12.2016

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 05/12/2016 - 16:11

Sergio l'economia non fa per te , le borse avevano già previsto la vittoria del NO e quindi i mercati si erano già posizionati su tale ipotesi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 05/12/2016 - 16:59

Dario Maggiulli spesso non condivido i tuoi commenti , però oggi mi trovi d'accordo al 100%. Saluti e in bocca al lupo.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 05/12/2016 - 17:17

Ma dove sono finiti tutti quelli che annunciavano conseguenze catastrofiche in caso di vittoria del NO?

unosolo

Lun, 05/12/2016 - 17:18

il 41 % sono il parassitario cioè quelli mantenuti dalle nostre tasse , quei soldi che versiamo per avere i servizi , sveglia , ci siamo stancati di mantenere tutti quei parassiti che succhiano solo soldi ,

Mauro23

Lun, 05/12/2016 - 17:41

COME VOLEVASI DIMOSTRARE LA BORSA TIENE ED HA TENTUTO CON LA BREXIT- E TRUMP