Pelle: i campanelli d’allarme da non sottovalutare

Occhiaie, macchie cutanee, labbra screpolate: questi e altri sono i segnali della pelle che richiederebbero più attenzione di quella che siamo soliti prestare

Una pelle sana è una pelle bella da vedere. Colorito spento, pori ostruiti, epidermide secca o troppo grassa effetto unto sono le manifestazioni forse più evidenti e note, ma esistono anche altri segnali meno conosciuti che solitamente vengono ignorati e che invece dicono molto sullo stato di salute dell'epidermide.

Le occhiaie compaiono se si dorme poco o mal ma non solo: è bene sapere che l’invecchiamento contribuisce ad assottigliare l’area sotto gli occhi, rendendola così più soggetta alla comparsa di questi segni ecco perché è fondamentale mantenere idratata la pelle, ridurre la quantità di sale assunta attraverso l’alimentazione e dormire il giusto numero di ore. La stanchezza aumenta infatti il livello di cortisolo nel corpo e la pressione sanguigna che causa il tipico colorito bluastro.

Un altro campanello d’allarme sono le chiazze che occasionalmente appaiono sulla pelle: anche in questo caso la causa potrebbe essere la scarsa idratazione, ma attenzione non tutte le creme e i cosmetici vanno bene; se la texture è troppo pesante, il rischio è che rimanga in superficie senza essere assorbita, non lasciando respirare la pelle e ostruendo i pori. Per evitare rischi, si possono utilizzare in alternativa gli oli essenziali e seguire un’alimentazione in grado di fornire all’organismo le sostanze nutritive di cui necessita.

Non vanno sottovalutati nemmeno i malesseri lievi perché spesso posso nascondere qualcosa di più serio e importante: ad esempio, l’irritazione cutanea provocata da una crema di bellezza per il viso potrebbe essere il sintomo di una potenziale allergia verso un particolare componente utilizzato nella sua preparazione. In questi casi il consiglio è di consultare sempre il parere del medico, che può aiutare nella formulazione di una diagnosi.

Se poi le labbra sono tagliate e screpolate ai lati, il motivo potrebbe essere una dieta carente di vitamina B. Il rimedio è includere nella propria dieta giornaliera alimenti come uova, carne magra, verdure a foglia, fagioli e noci.