I "preti di strada" che non perdonano Salvini

Da padre Zanotelli a don Biancalani, non perdonano i dl Sicurezza e non perdono occasione per insultare Salvini

“Non condivido l’immagine tutta negativa di Salvini che viene proposta in alcuni ambienti”. Così il cardinal Camillo Ruini, intervistato giorni fa dal Corriere della Sera, ha riacceso il dibattito su come i cattolici si debbano confrontare con il leader della Lega.

Una dichiarazione che ha scatenato immediate polemiche provenienti dai cattolici e dai prelati che seguono la linea antisalviniana tracciata da Papa Francesco e dalla Curia romana. Lo storico Alberto Melloni, in un tweet, evoca paragoni pericolosi: “Per una beffa della storia quel che Ruini dice oggi sul Corriere delle possibili ‘prospettive’ di Salvini, è identico a quel che von Papen diceva di Hitler a Roncalli nel 1941 [P.S. Roncalli lo zittì citando i ‘milioni di ebrei’ uccisi ‘nelle camere a gas’]".

Il ‘prete di strada’ Alex Zanotelli, invece, intervistato dall’Adnkronos, si è affrettato a prendere le distanze dall’ex presidente della Cei in quanto Salvini “esprime un'estrema destra di cui bisognerebbe solo avere paura”. “Come si fa a dialogare con lui? Sono esterrefatto dalle parole del cardinal Ruini", si chiede ancora il prete comboniano.

Padre Zanotelli: "Salvini? Genio malefico"

Ma Zanotelli non è nuovo a certe esternazioni contro Salvini. Anzi, nei mesi in cui l’ex ministro dell’Interno cercava di fermare gli sbarchi irregolare delle Ong, il prete osò sostenere che"non ci si può dichiarare cristiani e votare Lega" in quanto “la politica leghista è antitetica al Vangelo". Una presa di posizione diretta a contrastare il decreto Sicurezza bis, bollato come “un atto criminale”, tanto criminale da pretendere che l’allora titolare del Viminale vada a processo. “Il discorso è chiarissimo. Salvini ha violato leggi nazionali e internazionali, utilizzando persone stremate per un suo scopo politico. E un ministro non è sopra la legge, per questo va processato”, dichiara all’epoca Zanotelli, interpellato dall’Adnkronos sul voto relativo all’autorizzazione a procedere del Parlamento. E ancora:"Da missionario e da prete ricordo che il più grande peccato secondo la Bibbia è la non accoglienza. Il non accogliere i poveri poi è ancora più grave". Sempre, intervenendo sugli scontri con le Ong, il comboniano dichiara: “Salvini l'ho definito in tanti modi, ho utilizzato anche brutte espressioni, che non voglio ripetere, ma è un genio malefico. Questi sono atti criminali e anche se vengono fatti dal governo vanno giudicati come tali". E persino padre Zanotelli non manca di paragonare velatamente le politica dei ‘porti chiusi’ a quella dei nazisti:"La gente pensa di risolvere i suoi problemi aggredendo altri poveri mentre gli affari dei benestanti vanno a gonfie vele. Avveniva così anche negli anni Trenta del secolo scorso in Germania: lo scontento sociale si addossava agli ebrei, fatti apparire come causa di tutti i mali della nazione".

Don Bartolomeo Sorge: "Salvini come la mafia"

Ben più grave è l’affermazione del teologo gesuita don Bartolomeo Sorge che negli scorsi mesi aveva twittato: “La mafia e Salvini comandano entrambi con la paura e l'odio, fingendosi religiosi. Si vincono, resistendo alla paura, all'odio e svelandone la falsa pietà". Un’affermazione al limite della diffamazione, ma che, a quanto pare, finora non ha avuto alcuno strascico giudiziario. È andata male, invece, a don Giorgio De Capitani, l’ex parroco di un paesino in provincia di Lecco che è stato condannato a risarcire Salvini di quasi 15mila euro per aver scritto, nel 2015, sui social e sul suo blog una serie di insulti del tipo "Idiozia, pezzo di m***a, morto di fame, la m***a richiama m***a, Salvini è uno schizzo salito un po' più in alto, pluri-assenteista di m***a”. A nulla sono valsi i tentativi di mediazione da parte dei leghisti, compresa l’idea di ritirare la denuncia in cambio di scuse pubbliche e di una donazione a favore dei più bisognosi. Idea categoricamente respinta dal prelato.

Don Paolo Farinella, il prete che sciopera dal Natale contro Salvini

Non penalmente rilevante, ma molto significativo dal punto di vista religioso è da considerarsi l’atteggiamento di don Paolo Farinella, parroco di San Torpete a Genova, che, intervistato da La Zanzara, in gennaio, aveva dichiarato:“Salvini ha le mani sporche di sangue. Bisogna chiudere tutte le chiese a Salvini, non può entrare finché non si pente in ginocchio". A Natale, invece, aveva chiuso la propria chiesa in segno di protesta contro il decreto Sicurezza: "Se Gesù, con Maria e Giuseppe, si presentasse da noi per celebrare la sua nascita - aveva detto - col decreto immondo di Salvini, sarebbe fermato alla frontiera e rimandato indietro perché migrante economico". Per don Farinella, l’allora ministro dell’Interno era responsabile di “un genocidio” e aveva “atteggiamenti fascisti”. E prima ancora aveva dato vita a un’iniziativa di protesta alquanto bizzarra per un prete: “Io con Salvini (che dopo le stragi di Parigi ha detto: 'Facciamo il presepe per non arrenderci') non voglio avere niente a che spartire. Perciò, è deciso, nessun presepe nella mia chiesa".

Per Famiglia Cristiana, Salvini è il diavolo

Nella lista dei preti antisalviani non poteva mancare don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro, in provincia di Pistoia, diventato famoso nell’estate 2017 per aver postato sui propri canali delle foto in piscina in compagnia dei migranti che aveva ospitato nella sua parrocchia. Dopo aver avversato le politiche migratorie dell’allora governo gialloverde con un fotomontaggio alquanto irriverente, criticò Salvini per la sua proposta di censire i rom in Italia:"Ancora una volta un’ingiustizia. Cosa vogliamo fare? Vogliamo deportare i rom che non sono cittadini italiani? Dove li mandiamo? Ma stiamo scherzando?". E ancora: "Salvini tenta spesso di usare la religione, è una strumentalizzazione bella e buona". Un clima di odio favorito o cavalcato dalla copertina di Famiglia Cristiana del 26 luglio 2018 ‘Vade retro Salvini’, con cui si pone l’accento sulla presunta cattiveria e sul cinismo di Salvini. “Niente di personale o ideologico - precisava il sommario - si tratta di Vangelo”. E meno male che non vi era nulla di personale…

Commenti

robylella

Dom, 17/11/2019 - 21:18

Un'accozzaglia di pretacci!

Una-mattina-mi-...

Dom, 17/11/2019 - 21:21

TUTTO NORMALE: CERTO PRETAME CAMPA SULLA INSICUREZZA ALTRUI, PER CUI CHI PREDICA ORDINE E SICUREZZA, LI RENDE AUTOMATICAMENTE INUTILI, DELLE VETUSTE CHINCAGLIERIE CIARLANTI PRIVE DI SCOPO

caren

Dom, 17/11/2019 - 21:26

Dicano quello che vogliono, ma Salvini è l'unico che può raddrizzare la traballante baracca Italia, che loro vogliono far sprofondare.

MOSTARDELLIS

Dom, 17/11/2019 - 21:29

n on voglio perdere nemmeno 10 secondi per questa gentaglia.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 17/11/2019 - 21:32

Se tutti questi preti sono contro Salvini e la Lega, è un buon motivo per votare Lega e Salvini. Sono antitaliani, mistificatori di Cristo e apostati della fede cristiana. Vade retro. E ci andrete!

killkoms

Dom, 17/11/2019 - 21:34

buoni a nulla!

Scirocco

Dom, 17/11/2019 - 21:35

Ambarabà ciccì cocò tre beline sul comò!

detto-fra-noi

Dom, 17/11/2019 - 21:40

L'Italia è diventata ormai una teocrazia. Se vogliamo sopravvivere, nell'ordine delle priorità per il prossimo futuro, c'è la revisione (e quindi cancellazione) dei patti lateranensi

timoty martin

Dom, 17/11/2019 - 21:41

Facciano il prete e non il politico.

lorenzovan

Dom, 17/11/2019 - 21:43

che nostalgia dei preti a sfilare col braccio alzato e a benedire i gagliardetti e i pugnaletti !!! quelli si che erano bei tempi..e preti come si deve !!!

venco

Dom, 17/11/2019 - 21:44

Questi preti farebbero bene a fondare un loro partito, e pure scomunicare tutti i leghisti.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Dom, 17/11/2019 - 21:45

Cari PRETONZOLI, squallidi sacerdoti simoniaci e pedofili, la vostra missione è tutt'altra che quella che state predicando che, esclusivamente, è a favore del vostro salvadanaio. CRISTO vi avrebbe preso a calcinelkulo e sbattuti fuori dal Tempio. Voi che lo avete trasformato in una spelonca di LADRI.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 17/11/2019 - 21:48

Biancalani... quello a cui piace farsi fotografare con ragazzetti di colore in piscina... ricordate?

tonycar48

Dom, 17/11/2019 - 21:50

Pseudo cristiani e ipocriti in linea con il pensiero del loro capo

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 17/11/2019 - 21:51

Fossi il papa questi tre sarebbero fuori dalla Chiesa! Si vergognino....meno male che poi ci penserà Qualcuno lassù.....

fifaus

Dom, 17/11/2019 - 21:52

preti cialtroni- da sempre i preti sono il cancro del nostro Paese. Rileggete Machiavelli e Guicciardini. E pure Dante ...

vince50

Dom, 17/11/2019 - 21:53

L'odio è patrimonio delle sinistre e i finti religiosi sono proprio i componenti della triade di cui sopra.

Alfa2020

Dom, 17/11/2019 - 21:53

ma questo schifo ce solo in Italia sti buonisti di mxxxa in altri paesi fanno rispettare le sue leggi i rom dopo tre o sei mesi devono uscire dal paese che li ospita continuate cosi che le chiese saranno sempre piu vouti

Renadan

Dom, 17/11/2019 - 21:56

Pedofili schifosi cattocomunisti antidemocraticu che diffondono odio

amicomuffo

Dom, 17/11/2019 - 21:59

non son più credibili......il loro è solo puro interesse economico.

Beaufou

Dom, 17/11/2019 - 22:01

E allora? Zanotelli, Sorge, Biancalani, De Capitani, Farinella possono pensarla come vogliono. Io li considero minus habentes, e morta là. Penso con la testa mia che vale almeno quanto la loro (un po' di più, a dire il vero)... Ahahah.

newman

Dom, 17/11/2019 - 22:01

Io manderei tutti questi preti esagitati e politicanti in un convento vuoto, di cui ce n'é tanti nell'era Bergoglio, a far vita da certosini: si parla solo una volta all'anno, solo con i confratelli, sottovoce, e di cose di Dio. Poi, visto che sono quasi tutti sovrappeso, li metterei a dieta di erbe coltivate da loro stessi nel giardino del convento, sino a quando non avranno riacquistato un peso normale. Se protestanto, sculacciate e clisteri!

manfredog

Dom, 17/11/2019 - 22:14

...si accecano, si, si accecano per interessi economici e di potere e per il delirio di voler sembrare buoni (cosa che gli serve per mascherare la loro avidità e voracità), si accecano e diventano carogne se qualcuno mette solo appena appena in dubbio la loro "verità", verità che possono inculcare si e no alle sardine, ma che serve loro, anche inconsciamente, per la brama di denaro, di potere e per volersi sentire superiori!! mg.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 17/11/2019 - 22:20

È per merito di questi pseudo preti che in chiesa non ci va più nessuno.

Giorgio5819

Dom, 17/11/2019 - 22:22

Più che altro insultano la decenza e il popolo italiano...parassiti imboscati sociali, mandateli a lavorare..

Trinky

Dom, 17/11/2019 - 22:23

Prete di strada....nel senso che fa concorrenza alle donne di strada, naturalmente!

nopolcorrect

Dom, 17/11/2019 - 22:23

E' molto semplice, si riproduce oggi quel che avvenne durante il Risorgimento: gli interessi della Chiesa e quelli dell'Italia sono opposti. Ogni Patriota Italiano sa da che parte stare.

d'annunzianof

Dom, 17/11/2019 - 22:30

Guardateli bene questi preti da cesso, hanno tutti 'la faccia un po` cosi`'. L'Italia la deve smettere di pagare milioni al vaticanoo ogni anno, voglio piu rispetto!

APPARENZINGANNA

Dom, 17/11/2019 - 22:38

Non diamo la colpa ai poveri "untorelli" di letteraria memoria. Essi interpretano (o pongono in esecuzione?) il pensiero del loro Capo. Aggiungono poi del loro per zelo... magari qualcuno poi li nomina cardinali...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 17/11/2019 - 22:38

Subito via l'8x1000 e facciamo pagare l'IMU a questi geni della santità.

venco

Dom, 17/11/2019 - 22:53

E' arrivato il momento di essere veri cristiani senza il supporto dei preti,

Brutio63

Dom, 17/11/2019 - 23:13

Predicatori ed istigatori di odio Persone pericolose ed antitaliane Faziose, fanatiche, settarie e razziste con chi la pensa in modo diverso! Infangano la tonaca, Vergogna!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 18/11/2019 - 01:17

Quando ero ragazzo, all'inizio degli anni '50, la Chiesa era strettamente legata alla DC, la Democrazia CRISTIANA. Poi, per decenni è stata in una posizione anticomunista, mentre adesso, soprattutto dopo l'arrivo del Papa argentino, si è spostata su posizioni opposte, di recente totalmente filocomuniste. Conoscendo il fatto, non provo alcuna meraviglia di quanto leggo nel brillante articolo, che dice e spiega tutta la verità, che molti cattolici non riescono a digerire o addirittura fanno "religione", in posizioni estreme, dichiaratamente filocomuniste. MALA TEMPORA CURRUNT!

GiacomoP

Lun, 18/11/2019 - 07:17

Semplicemente vergognosi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 18/11/2019 - 08:24

Fomentano ODIO, ma Salvini gli manda i BACIONI.

kyser

Lun, 18/11/2019 - 13:09

Davvero? in pratica per rispondere a Ruini ora hanno paragonato Salvini a Hitler? Non lamentatevi se poi uno non va più in chiesa, personalmente io con la famiglia non ci vado più, ma dovreste pensare anche agli italiani (e stranieri) per bene che non sono poveri al 100% ma sopravvivono con stipendi/pensioni da miseria e devon subire il degrado. Dovete pensare a quell'ambulante di colore aggredito da due rom che deve essere sicuro di non essere aggredito da balordi che voi difendete perché sono gli ultimi per voi. pensate anche ai penultimi che dagli ultimi vengono spesso prevaricati.

newman

Lun, 18/11/2019 - 16:02

@kyser Bé, FAMIGLIA CRISTIANA aveva paragonato Salvini a Satana, quindi qualche progresso c'é in queste teste di zucca.