Lituano ubriaco tenta di violentare barista e aggredisce carabinieri

L'uomo, un 54enne senza fissa dimora, è finito in carcere con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale nonchè di violenza sessuale

Un lituano di 54 anni senza fissa dimora è finito in carcere con le accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e violenza sessuale. La vicenda, accaduta lo scorso sabato a Rovigo, è stata raccontata dai giornali locali.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri l'uomo, intorno alle 16, si è presentato in evidente stato di alterazione alcolica in un bar situato sulla Transpolesana. Approfittando del fatto che la giovane barista fosse in quel momento completamente da sola all'interno del locale e complici i fiumi di alcol ingeriti, il lituano le ha dapprima baciato più volte la mano, poi ha iniziato a stringerla tentando di baciarla in bocca e di palpeggiarla. E' a questo punto che la ragazza, tentando disperatamente di divincolarsi, ha fatto cadere a terra il maniaco ed è riuscita a fuggire chiudendosi all'interno della sua vettura e chiamando i carabinieri.

Al loro arrivo però anche i militari sono stati fatti oggetto delle intemperanze dello straniero, che è persino riuscito a ferirne lievemente uno al polso sinistro prima di essere reso totalmente inoffensivo ed ammanettato. L'uomo successivamente è stato condotto presso la locale caserma.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 05/03/2019 - 08:26

è stato condotto nella locale caserma..a fare che?? le impronte digitali? i documenti che non ci sono? e poi se era gia' una conoscenza delle forze dellìordine,che ci faceva in italia??