Alitalia Piloti, sindacati e consumatori preoccupati dopo l’allarme sui conti lanciato da Colaninno

Numerose le reazioni all’allarme-conti di Roberto Colaninno, che ha paventato la necessità di un futuro rifinanziamento per Alitalia. Per l’Ipa, l’associazione italiana piloti, la necessità di ulteriori risorse dimostra «l’inconsistenza del piano industriale» della compagnia. Critici anche Adusbef e Federconsumatori. Le dichiarazioni di Colaninno preoccupano l’Ugl, che avverte: l’estate sarà la cartina di tornasole per verificare lo stato di salute della compagnia, come ha detto il segretario nazionale dell’Ugl trasporto aereo Francesco Alfonsi, precisando che la preoccupazione deriva dal fatto che è la prima volta che il presidente di Alitalia ammette che ci sono difficoltà che fino a ieri si era cercato di tenere coperte. Non è, al contrario, preoccupato il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, perché l’esigenza, manifestata dai vertici della compagnia, per nuove risorse o una ricapitalizzazione «porterà a nuovi investimenti». Per Bonanni «è invece svanito il sogno Air France, che ora è in difficoltà: se fossimo andati avanti per quella strada adesso staremmo in mezzo ad una strada».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti