Ama, Andrini nominato ad Polemiche dal centrosinistra

È stata approvata ieri all’unanimità la nomina di Stefano Andrini, 39 anni, ad amministratore delegato di Ama-Servizi ambientali srl, la società che si occupa della raccolta rifiuti in 40 comuni del Lazio. Una scelta che ha provocato qualche polemica perché Andrini in passato è stato vicino a organizzazioni di centrodestra e ha avuto anche qualche guaio con la giustizia. «Sono iscritto da Alleanza Nazionale da oltre 10 anni e ora ho aderito al Popolo delle Libertà nei cui valori mi riconosco pienamente. Ho pagato il mio debito con la giustizia per ciò che è accaduto 20 anni fa e sono stato completamente riabilitato già da molti anni», ha precisato Andrini. L’Ama ha chiarito di aver scelto Andrini per le sue competenze professionali e di aver scritto al sindaco Gianni Alemanno, che ha constatato «la non sussistenza dei motivi ostativi al conferimento dell’incarico e il possesso, da parte di Andrini, dei requisiti professionali adeguati al nuovo ruolo». La sinistra naturalmente ha polemizzato, accusando Alemanno di essere «prigioniero dell’estrema destra».

Commenti

Grazie per il tuo commento