Amt Cambi al vertice di facciata e nuovo sciopero

Il nuovo amministratore delegato di Amt, Frank Olivieri Rossignolle convoca i sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Faisa e Ugl) per spiegare il rimpasto aziendale. «Si tratta di un’operazione di facciata per accontentare il Comune - spiegano i rappresentanti Ugl - La sindaco aveva chiesto di mantenere il piano industriale e come garanzia la società che sarà controllata da Ratp-Dev grazie alla fusione in vista con Eolia ha offerto lo sdoppiamento delle cariche di amministratore delegato e direttore generale. In realtà Diaz otterrà la delega a fare l’amministratore delagto ogni volta che Rossignolle sarà assente». Non solo. In azienda qualche novità è chiaramente avvertibile. «C’è un funzionario francese che al momento non sappiamo a quale società appartenga, che gira per le officine delle manutenzioni a cercare di capire come funziona il lavoro», continuano i sindacalisti.
Intanto per i cittadini si profila una nuova giornata di disagi. Per il 19 febbraio è stato infatti proclamato un nuovo sciopero nazionale del pubblico trasporto.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.