Bologna Studenti e ultrà assalto a Maroni Due agenti feriti

Bologna Studenti e ultrà assalto a Maroni Due agenti feriti

Sono due gli agenti del Settimo reparto mobile della questura di Bologna rimasti contusi nei tafferugli di ieri tra le forze dell’ordine e gli studenti dell’Onda che, insieme ad alcuni ultras rossoblù, hanno contestato il ministro dell’Interno Roberto Maroni per le politiche sulla sicurezza del governo in materia di immigrazione e accesso agli stadi di calcio. I poliziotti, medicati al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Orsola, hanno riportato ustioni al collo e al viso per i fumogeni dei contestatori. Uno di loro ha anche avuto una lieve contusione a un polso. Il corteo di studenti e tifosi che alle 12.30 ha tentato di forzare il blocco della polizia all’incrocio tra via Santo Stefano e via Cartolerie per raggiungere l’aula absidale di Santa Lucia dove Maroni è intervenuto a un convegno sullo sport, ha poi desistito e ripiegato verso piazza Verdi, dove la manifestazione si è sciolta. Tra i contestatori non c’è stato alcun fermo. Al termine del convegno in Santa Lucia, che si è svolto quindi senza alcun problema, Maroni ha ringraziato il questore Luigi Merolla per il servizio d’ordine e ha espresso solidarietà agli agenti feriti nel contatto con gli studenti.

Commenti