Scienze e Tecnologia

Con Bruce Clay primi sui siti dei motori di ricerca

«Non basta avere un bel sito per avere successo su Internet». Lo spiega Alessandro Agostini, una lunga esperienza nel marketin in aziende di grande distribuzione come Ferrero e Campari. Da qualche mese Agostini si occupa di Bruce Clay, una società statunitense che porta il nome del fondatore e che si occupa specificatamente di marketing in rete.
Cosa offre Bruce Clay? Informazioni, consigli e utili suggerimenti in tema di marketing su Internet nonchè il posizionamento e l'indicizzazione sui motori di ricerca.
«La nostra missione - spiega Agostini- è quella di portare il sito delle aziende nostre clienti nelle prime posizioni nei risultati dei motori di ricerca. Alla base di questà possibilità c'è un notevole lavoro di ricerca su base statistica». In pratica Bruce Clay sa come funziona un motore di ricerca e aiuta i clienti a «costruire» il sito per essere letto nella maniera migliore dal software dei motori di ricerca che scandagliano la rete 24 ore al giorno per indicizzare al meglio le informazioni presenti.
«Forse non tutti sanno - spiega ancora Agostini - che un sito ricco di animazioni e dunque molto bello da un punto di vista visivo non viene «capito» dal software del motore di ricerca ed è quindi destinato nelle ultime posizioni. Mentre se si rispettano alcune regole molto chiare, come ad esempio, quella di mettere nella prima frase che si scrive le parole chiave del tema di cui si sta trattando, il sito passerà in posizione molto migliore». E per avere suggerimenti e informazioni gratuite per essere primi su Google e sui motori di ricerca si può consultare il sito di Bruce Clay Italia. «Ovviamente non si può pretendere di sapere tutto in poco tempo - ha ribadito Agostini- per questo offriamo la nostra consulenza che comprende anche servizi di marketing su Internet e formazione su misura». Che può essere giustamente annoverata tra le attività del futuro:un'attività complessa e molto tecnica che richiede massimo aggiornamento e precisione.

Commenti