Calcio, scatta domani a Milano il mondiale dei senza tetto

All'Arena Civica la settima edizione della Homeless World Cup: 500 giocatori in campo provenienti da 48 nazioni di tutti i continenti. L'Italia, due volte campione, cerca il tris. All'inaugurazione sarà presente il ministro della Difesa Ignazio La Russa

Scatta domani a Milano la settima edizione della Homeless World Cup, che fino al 13 settembre vedrà impegnati 500 giocatori provenienti da 48 nazioni. In palio, nello storico scenario dell'Arena Civica, il titolo mondiale di calcio street soccer per squadre composte di senzatetto. Le formazioni presenti rappresenteranno tutti e cinque i continenti del globo, comprese Argentina e Brasile, Inghilterra e Germania, Australia e Cambogia, Hong Kong e India, Ghana e Malawi.
L'Italia, due volte campione, cercherà di riconquistare il trofeo che, grazie al potere positivo del calcio permette ai senzatetto di cambiare la propria vita. All'inaugurazione sarà presente anche il ministro della Difesa Ignazio La Russa, che ha collaborato attivamente all'organizzazione dell'evento mettendo a disposizione gli spazi e la struttura della caserma «Mameli» di viale Suzzani, dove saranno ospitati i giocatori.
«La Homeless World Cup - spiegano i promotori - è un torneo di livello mondiale che usa il calcio come un catalizzatore per incoraggiare le persone senza dimora a cambiare la loro vita. E per cambiare l'attitudine di governi, media, cittadini e opinion leader nel trovare soluzioni sempre migliori per combattere l'homelessness in tutto il mondo. Lo facciamo organizzando un torneo di livello mondiale che unisce squadre di persone senza dimora nel cogliere l'opportunità di una vita per rappresentare la propria nazione, e incentivando e sviluppando progetti locali di football in oltre 70 nazioni che coinvolgono 30mila giocatori homeless durante tutto l'anno. La nostra missione è coinvolgere oltre un milione di giocatori in 75 nazioni e farli partecipi dei benefici che il calcio può offrire; e diventare inoltre la più accreditata organizzazione che usa lo sport come motore di cambiamento sociale nel mondo».
Homeless World Cup Milano 2009 ha ricevuto importanti patrocini, tra cui Comune di Milano, Provincia di Milano, Regione Lombardia, Presidenza del Consiglio, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gazzetta dello Sport, Inter, Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni della Provincia di Milano. Tra i principali sostenitori, annovera Fondazione Cariplo, Tnt Italia e Lega Coop Agroalimentare. L'iniziativa è anche sostenuta a livello internazionale da Nike, Vodafone Foundation, Uefa, Nazioni Unite, Ambasciatore Ufficiale Eric Cantona, Rio Ferdinand e Didier Drogba. Un contributo ideologico, quello delle due squadre milanesi, ma anche concreto: oltre all'aspetto economico le due squadre forniranno magliette e materiale ai giocatori. Grazie al valore dei loro marchi porteranno tifosi e attenzione maggiore alla manifestazione.

Commenti

Grazie per il tuo commento