Cameron Diaz tutta sesso: "Mi piacciono anche le donne"

La Diaz confessa le sue pulsioni erotiche e rivela che per gli uomini viaggia molto in aereo

Cameron Diaz tutta sesso: 
"Mi piacciono anche le donne"

È brava tra le onde ma non va né a vela né a motore Cameron Diaz. Parlando con «Style» (il sito di «Vanity Fair»), qualche giorno fa ha messo le basi. Con «Playboy», ieri, ha concluso. L’ha presa alla larga ma forse nemmeno tanto Cameron, trentotto anni ad agosto, bocca larga (in tutti i sensi), fisichetto androgino, pulsione confusa. Prima, in versione glamour per «Vanity», ha spiegato di non pensare proprio per niente al matrimonio, di non credere in questa vetusta istituzione destinata a tramontare, poi ha annunciato di non volere figli e comunque di non essere per nulla «ansiata» dall’inseguimento dell’orologio biologico. Del tic tic lei se ne frega bellamente anche se il ticchettio si fa sempre più insistente. E poi, in versione hot per «Playboy», ha confessato che la sessualità e l’amore sono due cose diverse tra loro. Tanto diverse che, ha dichiarato l’attrice: «Sono attratta sessualmente anche dalle donne ma questo non vuol dire che io possa innamorarmi di loro. Detto questo, non vuol dire che io sia lesbica. Oggi purtroppo si tende ad etichettare troppo facilmente i gusti in fatto di sesso, quando è un argomento così difficile da definire». Talmente difficile da definire che, qualche riga dopo, Cameron mette un altro carico da novanta sul piatto dell’intervistatore, di «orientamento» opposto: «Mi sposto spesso in viaggio per far sesso con gli uomini che mi piacciono, ovunque essi siano».

Bionda, confusa, «pansessuale» e versatilissima la protagonista di Knight and Day (il film che la vede protagonista accanto a Tom Cruise in uscita il 23 giugno in Usa e il 24 settembre in Italia col titolo Innocenti bugie).

Al momento è single Cameron e lei ci tiene ad aggiungere «felicemente». Felicemente, forse, anche per gli altri. Si narra che dietro al suo rutilante, agile cambio di partner (da Justin Timberlake a John Mayer fino alla star del baseball Alex Rodriguez), ci sia il caratteraccio incontenibile della diva. D’altra parte, una che prima dei quarant’anni, seconda solo a Julia Roberts, è riuscita a guadagnare venti milioni di dollari per un ruolo (quello del seguito delle Charlie’s Angels) qualche capriccio, alla fine, pensa di poterlo piantare.

Fatto sta che Cameron sembra abbia un «ripieno» talmente impegnativo da costringere i suoi fidanzati, dopo poco, a rinunciare persino all’«involucro». Certo sola, nella sua vita, la Diaz ci è rimasta poco. Tra un aereo e l’altro ha collezionato love story con un certo ritmo. E ha iniziato presto, come lei stessa ammette in un altro passaggio dell’intervista a «Playboy»: «Ho avuto ininterrottamente fidanzati da quando avevo 16 anni. Solo negli ultimi tre anni mi sono imposta di non avere relazioni così lunghe». E aggiunge, appunto: «Comunque non si contano le volte che ho preso un aereo per raggiungere il mio amore. Cosa non si fa per un c...o!». E se lo dice la signora...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti