Il Cesena sbanca Lecce, i pugliesi rinviano la festa-promozione

Il Cesena vince a Lecce per 2-1 (alla rete di Munari al 7’ risponde Malonga con una doppietta tra il 35’ e il 38’ della ripresa) e rimanda la festa-promozione dei pugliesi. Alla squadra di De Canio bastava un punto per rientrare in serie A dopo un solo anno di cadetteria e senza dover affrontare le insidie dei playoff. Che spesso disattendono le indicazioni del campionato, come il Livorno un anno fa che aveva disputato un girone di ritorno a ritmo moderato ma nella coda seppe sovvertire ogni pronostico. La sconfitta contro i romagnoli non pregiudica il ritorno dei giallorossi nella massima serie, che potrebbe venire celebrato oggi qualora il Brescia dovesse perdere a Modena, e quindi resterebbe terzo a sette punti a due giornate dalla conclusione, oppure a Vicenza domenica 23.
Arbitri per la seconda promozione diretta diventano il Cittadella e il Modena. La squadra veneta, oggi ad Ancona, negli ultimi 180’ avrà due spareggi a Crotone e poi in casa con il Torino. Tutto potrebbe dipendere dal risultato odierno, dopo due sconfitte consecutive deve vincere per restare in zona play-off. Il Modena, una delle poche squadre tranquille senza impegni decisivi di classifica, oggi ospita il Brescia e il 23 andrà a Cesena. Il turno dovrebbe diventare favorevole al Sassuolo, in viaggio a Salerno, mentre il Torino trova un Vicenza ancora alla ricerca del punto-salvezza.
Play-off e salvezza si intrecciano in questo finale di campionato mai così incerto, sono coinvolte 15 squadre, sette con il miraggio della promozione e otto per sfuggire alla retrocessione. Il Gallipoli potrebbe far compagnia alla Salernitana già oggi qualora perdesse a Reggio Calabria, Triestina e Frosinone facessero un punto e il Mantova vincesse a Crotone. Nel quiz-salvezza assume valore pressoché decisivo l’odierno Piacenza-Triestina: emiliani praticamenti salvi con la vittoria, giuliani con la prospettiva di uno spareggio finale con il Frosinone.
La 40ª giornata (ore 15.30): Lecce-Cesena 1-2, Ancona-Cittadella (arbitro Ciampi), Crotone-Mantova (domani, ore 15, Peruzzo), Empoli-Albinoleffe (Celi), Frosinone-Grosseto (Giannoccaro), Modena-Brescia (Banti), Padova-Ascoli (lunedì, 20.45, Brighi), Piacenza-Triestina (Mazzoleni), Reggina-Gallipoli (Baracani), Salernitana-Sassuolo (Tommasi), Torino-Vicenza (Damato).
Classifica: Lecce 73; Cesena 68; Brescia 66; Cesena 65; Sassuolo 62; Torino 61; Cittadella 60; Crotone (-2) e Grosseto 59; Empoli 55; Ascoli 54; Albinoleffe 52; Ancona (-2) e Modena 51; Vicenza e Piacenza 49; Reggina 47; Triestina e Frosinone 46; Mantova 45; Padova 42; Gallipoli 40; Salernitana (-6) 17.

Commenti