Addio a milioni di carte bancarie in tutta Europa: quali spariranno

Finisce l'era del celebre logo Maestro, e non solo in Italia: le carte non soddisfano più i requisiti

Addio a milioni di carte bancarie in tutta Europa: quali spariranno
00:00 00:00

Milioni di carte bancarie sono pronte a sparire non solo in Italia ma in tutta Europa: una svolta epocale, quella che si sta per aprire, dato che non vedremo più in circolazione quelle constraddistinte dal celebre logo "Maestro".

Un simbolo facilmente riconoscibile, che vide la luce nell'ormai lontano 1991, associato a un circuito che si diffuse in modo molto rapido nel settore bancario, grazie soprattutto alla sua principale caratteristica, quella di permettere ai possessori delle carte da esso contrassegnate di effettuare transazioni e pagamenti in modo sicuro in numerosi Stati del continente europeo.

Ebbene i supporti con questo logo sono destinati a sparire definitivamente: in effetti chi ha ritirato una nuova carta a partire dalla scorsa estate non ha più visto i caratteristici cerchi di colore rosso e blu sui quali compariva proprio la scritta "Maestro". La decisione di porre fine alla pluridecennale esistenza del circuito è arrivata nel 2023 da parte di Mastercard, la società titolare del marchio che ha emesso le carte fino al 30 giungo del 2023. Dal 1° luglio dello scorso anno, quindi, il servizio non è stato più rinnovato, e le vecchie carte hanno iniziato a sparire lentamente dal mercato in tutta Europa, venendo sostituite dalle nuove sprovviste del caratteristico logo: si parla di almeno 100 milioni di supporti ancora circolanti, che andranno progressivamente rimpiazzati

Qual'è il motivo alla base della decisione di Mastercard? Semplicemente la carte Maestro, nate più che altro per concludere transazioni in negozi fisici, non sono più al passo coi tempi, non consentendo di effettuare i pagamenti online, ovvero i più diffusi al giorno d'oggi: mancando in esse il codice CVC, necessario per questo genere di trasferimento di denaro, tali carte risultano inutilizzabili.

Ecco perché i principali istituti di credito hanno rimpiazzato le carte di debito Maestro con nuove carte del circuito Mastercard dotate di codice CVC: i possessori potranno effettuare acquisti in rete in modo sicuro e non solo all'interno del continente europeo, un altro dei principali limiti dei vecchi supporti.

Chi ancora è in possesso di carte di debito Maestro non deve effettuare alcun genere di operazione, ma semplicemente attendere il momento della scadenza indicata sul supporto: una volta

arrivata quella data, avverrà la sostituzione senza bisogno di fare nulla, ma fino ad allora tutto funzionerà come prima. Resta comunque possibile per chi volesse anticipare i tempi, richiedere la sostituzione anticipata.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica