Commissione d’inchiesta su donne e Islam

Roma. Una commissione parlamentare di inchiesta sulla condizione delle donne musulmane in Italia. La proposta giunge da numerosi esponenti della Casa delle Libertà, ha come primo firmatario Alfredo Mantovano di An ed è già stata sottoscritta da Roberto Castelli e Massimo Polledri della Lega, Altero Matteoli e Laura Allegrini di An, Rocco Buttiglione dell’Udc e Gaetano Quagliariello e Laura Bianconi di Forza Italia. I proponenti citano i casi della ragazza pakistana uccisa a Brescia e di quella tunisina segregata a Palermo per denunciare la «diffusa anormalità di vita quotidiana che interessa la donna inserita in una famiglia musulmana» e ricordando le parole di Souad Sbai, presidente dell’associazione delle donne marocchine in Italia, secondo cui le donne islamiche condurrebbero un’esistenza « di completa separazione della nostra vita sociale». Alla proposta della Cdl ha risposto Dacia Valent, portavoce nazionale della Islamic Anti-Defamation League, affermando che «sarebbe una cosa buona e giusta avere una commissione d'inchiesta sui problemi della donna in generale».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento