Concordia, riprese le attivitàper svuotare i serbatoi

Dopo diversi giorni di stop si torna a lavorare per scongiurare un disastro ecologico

Dopo diversi giorni di stop a causa del maltempo sono finalmente riprese le operazioni preparatorie che porteranno allo svuotamento delle 2400 tonnellate di carburante ancora presenti nei serbatoi della Costa Concordia. Accanto al relitto, si nota oggi la nave pontone, dove i tecnici della Smit Salvage e della Tito Neri stanno lavorando per perforare i primi sei serbatoi.

Se le condizioni meteorologiche e marine resteranno stabili, quindi, già domani potranno iniziare le operazioni di recupero del carburante vere e proprie. Si pensa che nei primi sei serbatoi ci sia il 67% del combustibile. Il restante è negli altri 9 e verrà pompato su navi cisterna. Contemporaneamente verrà iniettata acqua calda per garantire la stabilità dello scafo.

Domattina invece ci sarà la prima udienza per i ricorsi presentati dalla Procura di Grosseto e dalla difesa del comandante Francesco Schettino, contro l’ordinanza del gip che decise per i domiciliari al comandante. I pm chiedono il ripristino della custodia cautelare in carcere, mentre il suo avvocato difensore, Bruno Leporatti chiede invece la revoca dei domiciliari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.