Il copiright televisivo? Vale anche su internet Mediaset vince un'altra causa sui diritti tv

Il gruppo di Cologno ha vinto un ricorso contro la società <em>Italia On Line</em> che aveva diffuso sul web immagini televisive. Mediaset soddisfatta: &quot;Ancora una volta è stata stabilita la diretta responsabilità dei provider in caso di diffusione non autorizzata di
contenuti protetti da copyright&quot;

Milano - Ancora una sentenza che riconosce il copiright su internet a editori che operano in altri media. Il Tribunale di Milano ha infatti accolto le richieste del gruppo Mediaset e ha stabilito che la diffusione non autorizzata di video televisivi di Mediaset da parte della società Italia On Line costituisce violazione del diritto di autore. Il Tribunale ne ha vietato l'ulteriore diffusione fissando una penale di 250 euro per ogni video e per ogni giorno di illecita diffusione.

Il provider responsabile dei contenuti Lo rende noto il gruppo di Cologno Monzese, che spiega che la causa proseguirà per la quantificazione dei danni. Mediaset, in una nota, accoglie "con soddisfazione questa ulteriore affermazione di principio che consolida la giurisprudenza inaugurata dal tribunale di Roma nei confronti di Google/Youtube. Ancora una volta è stata infatti stabilita la diretta responsabilità dei provider - prosegue il gruppo - in caso di diffusione non autorizzata di contenuti protetti da copyright". La società "ritiene che tale decisione, ribadendo un fondamentale principio di diritto, contribuisca - conclude la nota - a rafforzare la tutela di tutti gli editori che investono nella produzione di contenuti originali e negli autori che li generano".