Crisi, il premier: "I paesi dell'Unione Europea hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità"

Il presidente del Consiglio dopo l'incontro con Barroso: "Tra i governi europei c’è la piena consapevolezza di aver vissuto al di sopra delle proprie possibilità". Barroso: "Ora eliminare sprechi e attuare le riforme". Wall Street, via libera del Senato alla riforma. La Germania approva il pacchetto salva-Euro

Crisi, il premier: "I paesi dell'Unione Europea 
hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità"

Roma - Tra i governi europei "c’è la piena consapevolezza di aver vissuto al di sopra delle proprie possibilità". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi in una conferenza stampa a Palazzo Chigi con il presidente della Commissione europea Barroso. "L’obiettivo comune è la comune difesa della nostra moneta e questo richiede anche un coordinamento di tutte le nostre politiche economiche, tutte tese alla riduzione della spesa e dei costi pubblici". Lo ha detto Silvio Berlusconi, nelle dichiarazioni alla stampa al termine dell’incontro a Palazzo Chigi con il presidente della Commissione Ue, Jose Barroso.

"Piena sintonia con Barroso" Nel corso del nostro incontro abbiamo avuto "giudizi in assoluta sintonia" per quanto concerne la crisi economica, la difesa dell’euro e la strategia dell’Unione europea. Lo ha detto il premier, Silvio Berlusconi, nelle dichiarazioni congiunte alla stampa al termine dell’incontro con il presidente della Commissione Ue, Jose Manuel Durao Barroso, tenutosi a palazzo Chigi.

Barroso: "Eliminare gli sprechi, attuare riforme"
Il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha esortato i paesi membri dell’Ue a eliminare gli sprechi per ridurre la spesa pubblica, e a compiere quelle "riforme strutturali che sono state rimandate per anni". Parlando in conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine del suo incontro con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Barroso ha detto che è giunto «il momento per l’Unione Europea e i paesi membri dell’Eurogruppo di affrontare quelli che sono i problemi strutturali, realizzando quelle riforme strutturali che sono state rimandate per anni". Barroso ha detto anche che i Paesi dell’Ue devono eliminare "l’eccesso di spesa e lo spreco di quella che è la spesa pubblica, riformando la pubblica amministrazione", e ha elogiato l’Italia, che "sarà sempre in prima linea nel condurre questa azione, in maniera coesa con gli altri Stati membri Ue".

"Ringrazio Berlusconi per soluzione crisi greca" "Voglio ringraziare l’Italia per il contributo dato alla soluzione della crisi della Grecia. Non si tratta di cortesia ma di un ringraziamento vero per un contributo fondamentale", ha proseguito Barroso. "È in momenti come questo - ha spiegato - che l’Europa può fare passi avanti. È necessario trarre la giusta lezione dalla situazione che si è creata. Abbiamo visto come la crisi di un Paese che rappresenta il 2% del Pil dell’area euro abbia colpito in maniera diffusa tutta l’area. È stato un qualcosa senza precedenti e per questo abbiamo preparato la difesa e la solidarietà non solo per la Grecia ma per la stabilità di tutta l’eurozona e siamo stati capaci di farlo".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti