Cronaca locale

Allarme sicurezza a Roma Termini, c'è un'altra turista aggredita

La giovane turista spagnola stava rientrando nel suo alloggio quando è stata assalita alle spalle, gettata a terra, palpeggiata e derubata. In corso le ricerche del responsabile, mentre i residenti invocano maggiore sicurezza

Allarme sicurezza a Roma Termini, c'è un'altra turista aggredita

Ancora un'aggressione alla stazione di Roma Termini. Stavolta la vittima è una turista spagnola, assalita alle spalle, molestata e derubata dei suoi effetti personali.

Pare non esserci pace per la Capitale, specie in zone sensibili come quelle della stazione, dove ormai si susseguono casi di violenza e denunce. Soltanto una decina di giorni fa, una rapina a mano armata nelle vicinanze di piazza Indipendenza ai danni di due turisti statunitensi. A commetterla, due giovani stranieri. A distanza di poco tempo, purtroppo, ci risiamo.

Colpita alle spalle e getteta a terra

Il caso più recente, quello della turista spagnola, si è verificato alle prime luci dell'alba di ieri, domenica 23 aprile. La ragazza, appena 20enne, si trovava in via Marsala e stava facendo ritorno nella casa vacanza in cui alloggiava quando è stata aggredita. "Mi ha colpito alle spalle e mi sono ritrovata in terra, a faccia avanti, ha iniziato a toccarmi ma non parlava poi mi ha rubato il cellulare e la borsa", ha raccontato agli inquirenti, come riportato da Il Messaggero.

La sua serata, trascorsa con gli amici, è diventata un incubo. Trovatasi da sola per le strade di Roma, deve essere apparsa una facile preda al suo aggressore, che si sospetta essere un nordafricano. Colpita e gettata a terra, è stata prima molestata sessualmente, poi derubata. Dopo averla toccata nelle parti intime, l'assalitore si è infatti impossessato del suo cellulare e della sua borsa, per poi darsi alla fuga.

Dell'uomo si sa poco. La ragazza ha rivelato che il suo aggressore non le ha mai rivolto la parola, era vestito di nero e aveva il volto travisato. Provvidenziale l'intervento di alcuni passanti, che l'hanno subito soccorsa, contattando la polizia e il 118. Visitata dagli operatori sanitari, la giovane non ha avuto necessità di recarsi in ospedale, ma deve tuttora riprendersi dal forte choc.

Le forze dell'ordine sono impegnate nelle ricerche del responsabile, svanito nel nulla. La speranza è che le immagini estrapolate dalle videocamere di sorveglianza presenti nella zona possano fornire qualche dettaglio utile. Sul ricercato pendono le accuse di violenza sessuale e rapina.

Terra di nessuno

Mentre le autorità cercano di rintracciare l'aggressore della turista spagnola, cresce la rabbia dei residenti, che da tempo chiedono maggiore sicurezza per le strade.

"Qui non si vive più, nonostante i controlli delle forze dell'ordine anche uscire di sera o al mattino presto pure per portare fuori il cane è motivo di preoccupazione", racconta un uomo a Il Messaggero. "Le figlie dei miei amici girano tutte con lo spray al peperoncino in borsa, non vanno ormai più da sole e quando rientrano si fanno scortare, per non parlare di quei poveretti che arrivano tardi alla stazione".

Commenti