Cronache

Abusi sulle figliolette degli amici: fermato l'orco 60enne

A sporgere denuncia è stata la madre, allarmata dai racconti delle figlie. Indagini in corso, mentre il 60enne ha già ricevuto un'ordinanza restrittiva

Abusi sulle figliolette degli amici: fermato l'orco 60enne

Abusi sessuali perpetrati negli anni nei confronti di due bambine, figlie di amici di famiglia: queste le pesanti accuse mosse nei confronti di un uomo di 60 anni, residente nel Reggiano.

Sul caso stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Guastalla, zona in cui si sarebbero verificati i fatti, e al momento l'indagato è stato denunciato, oltre che sottoposto all'obbligo di non avvicinarsi alle giovani vittime.

Atti sessuali con le bambine

Sulla vicenda deve ancora essere fatta chiarezza. Dato l'argomento delicato, gli inquirenti non stanno rilasciando molte informazioni, mentre le indagini proseguono. Secondo quanto trapelato sino ad ora, il 60enne, amico dei genitori delle piccole, avrebbe approfittato della sua posizione di conoscente per compiere atti sessuali con le bambine, entrambe di età inferiore ai 10 anni.

Le molestie si sarebbero verificate in più occsioni. A volte l'uomo invitava le bimbe a casa propria usando dei pretesti. Viene fatta menzione di un episodio in particolare: chiamate le piccole nella propria abitazione con la scusa di mostrare loro degli attrezzi da lavoro, si sarebbe abbassato i pantaloni per mostrare i genitali. In un'altra occasione, invece, avrebbe proprio abusato sessualmente di una delle bimbe.

La denuncia e la misura cautelare

A sporgere denuncia è stata la madre della minorenni che, appreso quanto stava accadendo alle figlie da alcune loro confidenze, si è rivolta alla Procura reggiana, che ha tempestivamente aperto un'inchiesta. Ad occuparsi delle indagini sono stati i militari del nucleo operativo di Guastalla. Il materiale raccolto nel corso dell'attività investigativa ha infine portato la procura a richiedere e ottenere delle misure cautelari, emanate dal gip del Tribunale di Reggio Emilia.

Nei confronti del 60enne è scattata una denuncia per violenza sessuale aggravata, alla quale si è aggiunto anche il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle piccole. Si parla di almeno 30 km di distanza che devono essere mantenuti dall'imputato rispetto all'abitazione delle minori.

Commenti