Cronache

Adozioni gay, nuovo ok dal tribunale di Roma a una coppia di donne

Il tribunale civile di Roma riconosce la stepchild adoption ad una coppia di donne gay. La bambina nata con la fecondazione eterologa avrà due mamme

Adozioni gay, nuovo ok dal tribunale di Roma a una coppia di donne

Dopo la sentenza del tribunale dei minori di Firenze, che la scorsa settimana ha riconosciuto nell’interesse dei minori l’adozione di due bambini da parte di una coppia di uomini gay, oggi il tribunale civile di Roma ha riconosciuto la "stepchild adoption", ovvero l’adozione del figlio del partner, ad una coppia di donne.

Le due donne, una giornalista ed una scrittrice, entrambe romane, hanno avuto una figlia attraverso la fecondazione eterologa ed oggi i giudici del tribunale civile di Roma hanno stabilito che la piccola potrà avere due mamme, riconoscendo anche la mamma non biologica come genitore della bambina. Si tratta della “prima sentenza della Corte di Appello passata in giudicato senza che vi siano stati ricorsi dalla procura”, ha specificato in una nota l’associazione Famiglie Arcobaleno, che definisce la sentenza “un nuovo passo in avanti” .

“Con questa sentenza, per quanto non si tratti di un'adozione piena, per quanto si sia dovuto ricorrere ad avvocati e tribunali per veder riconosciuto un diritto fondamentale, adesso, dopo quasi quattro anni, posso finalmente respirare”, ha commentato Rory Cappelli, giornalista e compagna della madre biologica della bimba, “la bambina che ho cullato, consolato, che ho visto crescere, che ha imparato a parlare anche insieme a me, che ho curato quand'era malata, che mi ha fatto commuovere perché con le sue manine mi faceva una carezza, la bambina che mi ha sempre chiamato mamma, adesso la mamma, l'altra mamma, ce l'ha per davvero, anche per lo Stato”.

Dopo la sentenza del tribunale dei minori di Firenze, però, ancora una volta i giudici hanno sostituito il legislatore. La "stepchild adoption", non è, infatti, contemplata nella legge sulle Unioni Civili approvata lo scorso maggio e attualmente non esiste in Italia una legge sulle adozioni gay. Il 29 marzo dello scorso anno è stato depositato al Senato un disegno di legge sulla stepchild adoption, dal titolo “Norme per l'adozione coparentale” a firma del senatore PD, Luigi Manconi.

Il testo del ddl, secondo quanto riporta l’Ansa, prevede “la piena parificazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso alle coppie unite in matrimonio in punto di adozione coparentale” e una più ampia “revisione della normativa sulle adozioni”. Ma sul testo del disegno di legge, fermo dallo scorso maggio in commissione Giustizia al Senato, non è stato ancora avviato l’esame.

Commenti