Soccorso da operatore del 118, lo pesta e tenta di accoltellarlo

Il pregiudicato agrigentino, completamente ubriaco, è finito in ospedale per smaltire la sbornia, all'interno della medesima struttura in cui è stato assistito il conducente dell'ambulanza aggredito: 10 giorni di prognosi

Vengono aggrediti con grande violenza durante un intervento effettuato per soccorrere un uomo completamente ubriaco all'interno della propria abitazione di Agrigento e per poco non vengono addirittura accoltellati

A rischiare parecchio durante lo svolgimento del proprio dovere è stato il personale medico operativo su un'ambulanza del 118 indirizzata, a seguito di una segnalazione d'intervento ricevuta dalla centrale operativa, verso un appartamento di via Genova, tra via Manzoni e via Callicrate.

Quando i soccorritori hanno raggiunto il luogo loro indicato, hanno assistito immediatamente l'uomo per il quale erano intervenuti, un 51enne di Agrigento già noto alle forze dell'ordine che si trovava in evidenti condizioni di alterazione psico-fisica.

Ubriaco fradicio e decisamente ostile, l'uomo ha dapprima aggredito verbalmente gli uomini intervenuti in suo soccorso, e si è quindi addirittura scagliato contro di essi cercando più volte di colpirli con dei pugni. È andata male all'autista dell'ambulanza, che non è riuscito a schivare uno degli affondi del facinoroso. Colpito in pieno volto da un forte pugno, mentre tentava ancora di riprendersi dallo stordimento, il conducente si è visto pure rivolgere contro la lama di un coltello. Il pregiudicato agrigentino ha cercato più volte di ferirlo con l'arma impugnata, mancando di poco il bersaglio anche grazie alla reattività del suo obiettivo.

Temendo per la propria incolumità, e certi che la situazione sarebbe potuta ulteriormente degenerare, i soccorritori del 118 hanno contattato le forze dell'ordine per richiedere un loro rapido intervento sul posto.

Nella abitazione di via Genova sono giunti gli uomini del reparto volanti della questura di Agrigento, che hanno bloccato ed ammanettato il facinoroso non senza qualche difficoltà, vista la resistenza da lui opposta.

Il 51enne è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio, così da poter innanzi tutto smaltire la sbornia e quindi ricevere le cure del caso. Nella medesima struttura sanitaria di contrada Consolida è finito anche il conducente dell'ambulanza vittima dell'aggressione. A causa dei traumi e delle lesioni riportate, il personale medico ha determinato per lui una prognosi di 10 giorni.

Il 51enne è invece finito negli uffici della locale questura, per svolgere le consuete operazioni di identificazione ed incriminazione. Segnalato alla procura della Repubblica di Agrigento, se l'è cavata con una semplice denuncia a piede libero: a suo carico le accuse di minacce aggravate e lesioni personale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

killkoms

Sab, 23/11/2019 - 17:45

e tocca anche compatirli questi ubriaconi!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 23/11/2019 - 18:06

E beh per le toghe una coltellata più o meno non conta niente,non dovrebbero nemmeno denunciarlo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 23/11/2019 - 18:25

Ottimo,denuncia a piede libero,ed anche a bicchiere libero,così si ubriaca ancora. Meglio di così non si può.Per forza la destra vince.

Anonimo51

Sab, 23/11/2019 - 18:29

Bravissima la procura di Agrigento, questo energumeno bisognava premiarlo, perche' ha fatto il suo "dovere" ad aggredire il personale medico che lo ha soccorso, cosi ora potra' continuare ad aggredire gratuitamente altre persone. Al contrario, Salvini che ha fatto il suo DOVERE, come ministro in difesa dei nostri confini, bisogna indagarlo. Quanto e' labile l'equilibrio tra giustizia e ingiustizia!

dare 54

Sab, 23/11/2019 - 18:58

... soverchiante tempesta emotiva ...

seccatissimo

Dom, 24/11/2019 - 02:57

Solo "una semplice denuncia a piede libero" ? E neanche un premio di incoraggiamento per non fare più la bua al prossimo ? Ma chi è questo tirchione di magistrato ?