Ancona, altri due fermi per droga: una banda dietro la tragedia?

Due persone in manette per droga oltre al ragazzino con lo spray. L'ipotesi degli inquirenti: volevano rapinare i clienti

Ancona, altri due fermi per droga: una banda dietro la tragedia?

Dopo il minorenne identificato ieri, altre due persone - maggiorenni - sono stati fermati questa mattina dai carabinieri perché in possesso di droga e pare - anche se non ci sono conferma - collegati in qualche modo alla tragedia di Corinaldo (Ancona) dove sono morte sei persone nel panico scatenato dalla diffusione di un gas urticante.

L'ipotesi che starebbe prendendo piede anche grazie alle testimonianze di chi era all'interno della discoteca "Lanterna Azzurra Clubbing" sembra essere quella di una banda di giovani rapinatori all'opera nel locale. Del furto di una catenina ha parlato agli inquirenti un dj del locale, Marco Cecchini, figlio di uno dei due titolari: ma anche in questo caso si tratta di una notizia riferita, per cui i carabinieri proveranno a individuare chi ha subito quel furto. Gli inquirenti faranno il punto delle indagini questo pomeriggio alle 15,30, quando probabilmente verranno diffusi nuovi dettagli.

I due fermi di questa mattina seguono quello effettuato ieri, sempre dai militari e sempre per possesso di droga, di un 16enne che abita in provincia di Ancona, a pochi chilometri dal club, e che sarebbe stato visto con un cappellino in testa e una mascherina all'interno della sala, dove centinaia di ragazzi aspettavano, venerdì notte, l'esibizione del trapper Sfera Ebbasta.

Resta però il giallo delle presenze effettive all'interno di una sala omologata per 469 persone, per la quale erano stati messi in vendita 1.400 biglietti, anche se ufficialmente ne sarebbero stati venduti meno di 500. Numeri sui quali stanno lavorando carabinieri e vigili del fuoco: in mancanza delle telecamere interne al locale, saranno ancora una volta foto e video a chiarire con una certa precisione quante persone attendevano l'esibizione del trapper.

Oggi i gestori del locale finiranno tra gli indagati, per permettere i rilievi. Gli inquirenti si concentraranno soprattutto sulla regolarità della struttura a cominciare dalle uscite di sicurezza e dalle balaustre crollate per la calca. E poi il personale addetto alla sicurezza del locale che dovevano vigilare su quanto accadeva e coordinare le operazioni di evacuazione. Infine c'è un capitolo che non sembra riguardare direttamente il fascicolo aperto dalle procure della repubblica e dei minori: in centinaia aspettavano Sfera Ebbasta al "Lanterna Azzurra Clubbing" per la tarda serata di venerdì notte, ma il trapper che ha 1,5 milioni di fans su Instagram, si è esibito fino a mezzanotte e mezza all'Altromondostudios di Rimini.

Commenti