Altro boom di sbarchi a Lampedusa: hotspot ancora al collasso

Nuovi approdi sull'isola: in poche ore sono arrivate centinaia di migranti. Ora si contano circa 400 ospiti a fronte di una capienza massima di 250

Altro boom di sbarchi a Lampedusa: hotspot ancora al collasso

Non si placano le ondate di sbarchi a Lampedusa, ancora teatro di approdi e arrivi di migranti. Come era facilmente prevedibile, la bella stagione sta incentivando le partenze verso l'Italia e - dopo una breve ma momentanea tregua - sono riprese le attività di attracco nell'isola in provincia di Agrigento. Con il mare piatto e le condizioni climatiche favorevoli alla navigazione, infatti, il timore era che potesse riprendere una nuova serie di sbarchi in grado di mandare al collasso l'hotspot di contrada Imbriacola. A preoccupare era stato il sovraffollamento dentro il centro dopo i maxi arrivi del primo maggio. I dubbi si sono rivelati fondati: in poche ore sono sbarcate a Lampedusa circa 380 persone, accompagnate all'hotspot dopo un primo accertamento sanitario e il tampone.

Hotspot al collasso

Dopo giorni di stop grazie alle cattive condizioni meteo, sulla più grande delle Pelagie sono tornati a essere protagonisti gli approdi. Nella giornata di ieri gli uomini della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza hanno intercettato e soccorso sei carrette del mare, per poi condurre a Lampedusa 164 persone. Questa mattina si sono verificati altri due eventi: verso le ore 8.30 sul molo Favaloro sono giunti 103 uomini, tutti subsahariani, e poco dopo altri 102 migranti (tra cui 23 donne e 5 minori). Anche per loro è previsto il trasferimento nell'hotspot di contrada Imbriacola.

C'è tuttavia il solito problema: la struttura nei giorni scorsi era stata svuotata grazie alla macchina dei trasferimenti coordinata dalla Prefettura, ma ora è tornata a riempirsi. Così, con i nuovi arrivi, gli ospiti del centro ammontano a circa 380 a fronte di una capienza massima di 250. Dunque, per alleggerire la pressione sull'hotspot, ha preso il via la macchina dei trasferimenti a Lampedusa: 85 persone saranno imbarcate sulla nuova nave quarantena Atlas, ormeggiata a Cala Pisana.

La delegazione del Viminale

Nel frattempo si muove il ministero dell'Interno. Stando a quanto appreso dall'Adnkronos, questa mattina a Lampedusa dovrebbe arrivare una delegazione del Viminale composta - tra gli altri - dal prefetto Michele Di Bari (capo del dipartimento per le Libertà civili e l'immigrazione) e dal prefetto Michela Lattarulo (direttore centrale dei Servizi civili per l'immigrazione e l'asilo). Ad accoglierli saranno il sindaco Totò Martello, il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa e il questore Maria Rosa Iraci. In programma sia un incontro con le forze dell'ordine impegnate senza sosta nei soccorsi dei migranti sia una visita all'hotspot di contrada Imbriacola.