"Con 800 contagi chiudo tutto": De Luca prepara il lockdown

Gli ospedali sono in piena confusione, con gli operatori che fanno il possibile con quanto messo loro a disposizione. Rabbia dei cittadini intervistati dall'inviata di "Piazzapulita": "Hanno avuto mesi per preparsi!"

Riconfermato governatore della Campania, Vincenzo De Luca non ha perso tempo ed è immediatamente tornato ai suoi modi intransigenti (ed in un cerso senso anche stravaganti) per gestire l'emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Covid-19. Eppure, nonostante i toni allarmistici e la famosa minaccia (ovviamente non seria) di inviare i carabinieri col lanciafiamme per disperdere gli assembramenti, la regione da lui amministrata non si trova affatto in buone condizioni, anzi. Ad oggi la Campania è una delle zone italiane col maggior numero di contagi: soltanto ieri, giovedì 8 ottobre, sono infatti stati registrati ben 757 casi di positività.

Nel corso della sua consueta diretta Facebook, il governatore ha inviatato ancora i cittadini ad indossare la mascherina, ricordando che questa è "obbligatoria in pubblico ma anche in casa quando non si è tra familiari". Non solo."Adesso entriamo nella fase di contagio elevato o elevatissimo", ha dichiarato Vincenzo De Luca."L'obiettivo cui stiamo puntando è di avere un equilibrio tra nuovi contagi e persone dichiarate guarite, non un'equivalenza perfetta, ma almeno una situazione gestibile. Se dovessimo avere mille contagi e 200 guariti è lockdown, per essere chiari". "Già oggi forse siamo arrivati al punto in cui dovremo prendere decisioni drastiche", ha infine aggiunto il presidente campano,"Sappiamo che sarebbe una tragedia se ci fosse una chiusura totale in Italia. Meglio essere rigorosi oggi".

Insomma, per adesso i metodi di De Luca non sembrano funzionare tanto bene. A preoccupare non è soltanto l'impennata di contagi nella Regione, ma anche lo stato in cui vertono gli ospedali. Grazie ad un servizio della trasmissione "Piazzapulita" andato in onda ieri è stato possibile per tutti vedere in quali condizioni il personale sanitario si trova costretto ad operare in Campania.

I pronto soccorso sono in pieno caos. Al momento pare che l'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli sia chiuso proprio a causa del sospetto che all'interno della struttura si trovino dei pazienti affetti da Coronavirus (si parla di 4 sospetti positivi)."Ogni giorno si chiude per presunto Covid", ammette un operatore sanitario. Del resto i percorsi per pazienti generici e pazienti con Coronavirus o sospetta positività non sono neppure separati. I cittadini accedono al pronto soccorso e solo successivamente vengono suddivisi. Si fa un test stick che "ha un'attendibilità pari a zero". Il personale non può fare diversamente: "È l'unico strumento che ci danno", afferma un operatore.

Al Cardarelli di Napoli le file per accedere al pronto soccorso sono spaventose, con persone arrivate ad attendere ore per poter raggiungere i propri cari ricoverari all'interno (gli ingressi, infatti, sono ridotti al minimo). "Ma è normale che davanti ad un ospedale ci sia un assembramento così?", domanda ad un certo punto l'inviata di "Piazzapulita". "Mi scusi, e come dovremmo fare?", risponde con amarezza un'operatrice sanitaria.

"I pazienti passano troppo velocemente dal pronto soccorso nei nostri reparti", spiega poi un infermiere (anonimo) alla giornalista. "Dovrebbero tenerli fermi lì fino a che non c'è l'esito del tampone. Noi ci troviamo costretti a fare i tamponi nei reparti". Nel caso in cui uno dei pazienti venga trovato positivo,"viene sanificata solo la stanza e si va avanti". "In parecchi reparti ci sono ancora i bagni comuni", spiega ancora. "Il bagno andrebbe sanificato, ma non è possibile farlo ogni volta che viene utilizzato da 'quel' paziente. Parecchi nostri colleghi, come pure medici, sono diventati malati Covid. Noi lavoratori siamo continuamente sottoposti a stress per la paura di portare questa malattia a casa, per la paura di portare questa malattia ad altri pazienti".

Il risultato di quanto sta accadendo in queste ore nei principali ospedali della Campania genera ovviamente malcontento e confusione. Molti cittadini sono infuriati. Anche per fare un semplice tampone naso-faringeo ci vogliono ore ed ore di attesa. In una giornata possono esserci anche più di 800 persone in coda per sottoporsi al test."Siamo in pandemia, hanno avuto 9 mesi per prepararsi!", protesta una donna. "Siamo ad ottobre e non sono ancora in grado di fare i tamponi a tutti quanti!".

Sulla situazione della Campania, ma anche del Lazio, è intervenuto l'attuale consigliere del ministro della Salute Walter Ricciardi, intervistato da "Sky Tg24". "Gli ospedali si stanno di nuovo riempiendo. Le strutture Covid in questo momento in Campania e nel Lazio sono quasi piene. Mi preoccupano non tanto le terapie intensive di cui si parla, ma le sub-intensive dove ci sono pazienti infettivi che devono essere curati in un certo modo. E i posti si stanno già saturando adesso figuriamoci quando arriverà l'influenza", ha dichiarato il professore. "Non siamo al collasso, ma in una situazione di grandissima pressione. Quando si abbasseranno le temperature e arriveranno i virus influenzali, ci saranno problemi perché dovremmo stare all'interno e le famiglie si contageranno".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Fjr

Ven, 09/10/2020 - 12:04

Ma va!Ma te guarda lo sceriffo senza fondina adesso come la mettiamo?

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 09/10/2020 - 12:04

dovrebbero chiaccherare di meno e fare meno cabaret i nostri politici

Fjr

Ven, 09/10/2020 - 12:07

. Noi lavoratori siamo continuamente sottoposti a stress per la paura di portare questa malattia a casa, per la paura di portare questa malattia ad altri pazienti".Fatevi spiegare quello che hanno passato medici e infermieri ad Alzano e in tutta la Lombardia nei mesi di fuoco ,adesso tutti a lamentarsi?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 09/10/2020 - 12:10

prendetevela con voi stessi, cari campani! la colpa è anche vostra se avete votato un tizio cosi....

jaguar

Ven, 09/10/2020 - 12:38

Lo sceriffo usa un'altra arma molto efficace, il lanciaballe. E dai risultati delle ultime votazioni sembra che funzioni.

DRAGONI

Ven, 09/10/2020 - 12:43

MA INTANTO HANNO VOTATO PD!!

Ritratto di Smax

Smax

Ven, 09/10/2020 - 12:49

E se lo sono appena rivotato con un plebiscito.....ben gli sta.

lisanna

Ven, 09/10/2020 - 12:51

De Luca vediamo se fa ancora sarcasmo sulla Lombardia , ma anche Emilia Romagna Veneto ,dove fummo investiti all'improvviso e nonostante tutto ci organizzammo. ma a Napoli sanno organizzarsi:sono , a detta dello sceriffo, la regione migliore d'Italia

Albius50

Ven, 09/10/2020 - 13:06

Il CDX ringrazia sentitamente il POPOLO CAMPANO che ha rieletto DE LUCA, e personalmente sono soddisfatto perché se avesse vinto il CDX ora sarebbe sulle corde e la stampa che al 90% è NON DEMOCRATICA ma di SINISTRA avrebbe SPARATO A ZERO come ha fatto in LOMBARDIA.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 09/10/2020 - 13:30

Il caos in Campania e nel meridione in generale non è certo una novità di oggi. Semmai chiediamoci "chiedetevi" che cosa hanno fatto i Governatori di quelle Regioni cominciando proprio dal Lazio con Zingaretti.

TheExpatriate

Ven, 09/10/2020 - 13:49

Temo che nella repubblica delle banane se ne vedranno delle belle. Dopo le critiche alla Lombardia, sembra che il mezzogiorno, Lazio e Campania in testa, avrà modo di mettere in mostra le proprie eccellenze in ambito sanitario.

lorenzovan

Ven, 09/10/2020 - 13:50

ohhhhh "finalmente qualcuno oscurera' il duo fontana-gallera...e i sinistri non potranno piu' parlare...ora speriamo nrel lazio..." ecco la trisyte trealta di certi commenti e certi articoli

Enne58

Ven, 09/10/2020 - 13:53

Va bè, ha avuto il suo momento di gloria questa primavera, adesso è tornato a constatare la dura realtà della sua regione

Antenna54

Ven, 09/10/2020 - 13:55

Ora che il Presidente è stato rieletto deve stare calmo, forse più avanti rispolvererà il lanciafiamme!

Nes

Ven, 09/10/2020 - 14:10

I miracoli sono svaniti dopo le elezioni, questo é lo specchio della politica italiana. I miracoli non erano tali solo perchè il virus ha tardato ad arrivare in Campania...

Junger

Ven, 09/10/2020 - 14:40

Gravissimo che in 8 mesi non siano riusciti a predisporre accessi separati covid e a rispettare i protocolli di base. Le infezioni gravi si diffondono sopratutto tra pazienti ospedalieri e degenti immunodepressi.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 09/10/2020 - 14:51

La sanità del nord accoglierà come sempre con solidarietà gli ammalati del Sud, alla faccia dei sinistri che la criticavano.

maurizio-macold

Ven, 09/10/2020 - 14:56

Cominciamo col dire che e' SEMPRE LA LOMBARDIA la regione con il piu' alto numero di contagi, se non altro per una semplice questione di verita'. Certo la situazione sta diventando allarmante anche nelle regioni meridionali che fino alla fine del lock down avevano percentuali irrisorie di contagiati. Purtroppo aver consentito ai lombardi di girare liberi per l'Italia ha avuto l'effetto di distribuire il virus, se poi aggiungiamo il ritorno dalle vacanze di quanti hanno frequentato paesi pericolosi (Spagna, Croazia, Francia, ecc), le aperture delle discoteche ed adesso quello delle scuole non ci si deve meravigliare dell'emergenza covid.

Jon

Ven, 09/10/2020 - 15:11

E QUANTI SAREBBERO IN TERAPIA INTENSIVA?? VISTO CHE VIETANO DI COMUNICARE QUESTI DATI??

Calmapiatta

Ven, 09/10/2020 - 15:13

Questo vale per tutte le Regione, soprattutto, per il governo. Mesi per programmare la fase post lockdown e definire le modalità di convivenza col virus. Invece niente. I partiti di governo erano così presi a fare campagna elettorale per salvare la poltrona che se ne sono infischiati di governare. Ora, come sempre, il conto lo pagheremo noi.

justic2015

Ven, 09/10/2020 - 15:27

Finalmente il circolo riprende the show must go on, la frittura e servita, la regione all'avanguardia tra formiche topi e pulci occhiello del paese vero Vincenzo.

Eii

Ven, 09/10/2020 - 15:27

Quello che non capisco perché poi cè li troviamo nei ruoli di comando e nelle dirigenze statali, come i romani. I misteri della fede..

nino49

Ven, 09/10/2020 - 15:36

Erano più che comprensibili gli anatemi e il furore di tal De Luca perchè consapevole della realtà sanitario-ospedaliera della sua Campania: UNA AUTENTICA CIOFECA! come avrebbe detto il proncipe De Curtis

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 09/10/2020 - 15:38

Le notizie che danno la Lombardia pronta ad accogliere i malati di covid della Campania mi ha inorridito !!!!! Tutta la Campania ci ha sputato addosso ed ha proibito l'ingresso degli "infetti del nord" nella sua regione quando eravamo nel pieno dell'epidemia, adesso Fontana offre le nostre strutture, peraltro tanto criticate e messe sotto la lente di ingrandimento, NON CONDIVIDO ASSOLUTAMENTE FONTANA, LO FACEVO PIU' SERIO !!!

ondalunga

Ven, 09/10/2020 - 15:49

@Murizio Malcold: primo se si danno inumeri vediamo anche di leggerli, ad esempio non le passa per lemeningi che la Lombardia ha il DOPPIO di abitanti della Campania ? Poi chi l' ha detto che gli untori siano stati i lombardi a cui "...è stato permesso di girare liberamente per l' Italia..." ? I primi a portare giù il virus son stati i campani che fuggivano dalla Lombardia...ma va a ciapà i ratt !

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 09/10/2020 - 15:52

@maurizio-macold ore 14:56 egregio, il virus circola in quasi tutto il mondo a prescindere se si è campani o lombardi o se si è tornati dalle vacanze... certo è che i contagiati campani per essere curati dal covid sono costretti a recarsi in Lombardia. Questo è vomitevole... possibile che dopo 8 mesi sia lo sgoverno che il governatore de luca non siano riusciti ad incrementare di 200/300 unità i letti di cura pro covid? Egregio, la consiglio di mettere in moto il cervello prima di scrivere puttanate.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 09/10/2020 - 15:59

@moshe ore 15:38 egregio, non è colpa dei campani se lo sgoverno e il governatore de luca in 8 mesi non hanno fatto un tubo, noi pensiamo add essere solidali con gli ammalati del sud come d'altronde lo siamo sempre stai.

Albius50

Ven, 09/10/2020 - 16:10

maurizio-malcold dove vivi, abitanti LOMBARDIA 10.000.000 e 10000 circa covid positivi, LAZIO+CAMPANIA 10.000.000 e tutte due 18000 circa covid positivi.

Boxster65

Ven, 09/10/2020 - 16:15

Ma cosa vuole organizzarsi la Sanità di Napoli.... loro hanno lo Sceriffo che fa cabaret ma per il resto a livello ospedaliero Napoli e la Campania stanno più o meno al livello di Kabul.

maurizio-macold

Ven, 09/10/2020 - 16:37

Vorrei ricordare ad ALBIUS50, ILLSO, ONDALUNGA e quanti li seguiranno i numeri ad oggi di deceduti, ricoverati e guariti da inizio anno. E' intellettualmente disonesto non riconoscere che la Lombardia e' stata il focolaio della pandemia e che lo e' tutt'ora. Ci sono dei post che addirittura dimostrano la gioia dei loro autori nel vedere le difficolta' della Campania, dimenticando le scene strazianti che la sanita' lombarda ci ha dato per mesi. Oggi la diffusione del covid e' piu' ampia e sara' piu' difficile porvi un argine, soprattutto visto che ci sono persone che non rispettano le regole e che sono prive di buon senso e che utilizzano la pandemia per fare sciacallaggio pseudo politico.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 09/10/2020 - 16:53

@maurizio-macold ore 1637... egregio, sciacallaggio politico in primis è stato companatico della sinistra che ha infangato un giorno si e l'altro pure la sanità lombarda che, guarda caso, ha curato prima del covid circa 200000 italiani provenienti dalla malsanità del sud. Ora la sanità del nord è in grado di curare migliaia di contagiati provenienti dal resto dell'Italia, questo è avvenuto anche perchè in Veneto, dove è avvenuto il primo contagio, si usa dire: poche ciacoe e tanti fatti.

maurizio-macold

Ven, 09/10/2020 - 17:05

@ ILLUSO (16:53). Si dice CIACOLE e non ciacoe, non faccia finta di essere veneto. Comunque il fatto che adesso, a suo dire, la sanita' del nord sia in grado di fare fronte all'emergenza mi tranquillizza (sempre che sia vero). Purtroppo non lo e' stata quando serviva e qualcuno deve pagare per aver REGALATO la sanita' pubblica LOMBARDA ai privati provocando quasi 18 mila morti nella sola Lombardia. Per non parlare dello scandalo camici e quant'altro.

ulio1974

Ven, 09/10/2020 - 17:09

ci è andata bene che la priam ondata è arrivata a fine inverno, ma la seconda ci distruggerà, ma non tanto per la sua forza, quanto per l'incapacitá ed incompetenza dei politici.

baio57

Ven, 09/10/2020 - 17:18

@ macold Hai finito ?

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 09/10/2020 - 17:21

senti senti i pagliacci patani/padani come starnazzano, come se in lombardia, veneto piemonte e tutto il nord non ci sono contagi! sarete i primi a chiudere anche se sicuramente cercherete di taroccare i numeri come avete fatto nella prima ondata!

Mr Blonde

Ven, 09/10/2020 - 17:30

NESSUNO m leva dalla testa che a marzo aprile i contagiati giornalieri saranno stati decine di migliaia, e che al nord si sia raggiunta se sicuramente non proprio una immunità di gregge qualcosa che si avvicina. Ora lo sceriffo non ride più...certo che anche al nord si sono fatti errori (lombardia da denuncia, veneto ed emilia 8+) ma prima di fare lo sbruffone doveva pensare a rafforzare controlli e presidi sanitari, forse era troppo impegnao a fare campagna elettorale. Chiudiamo i confini ai napoletani?

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 09/10/2020 - 17:31

@maurizio-macold 17:05 egregio le rispondo e poi con lei chiudo. Accusare la Lombardia di essere complice della morte di 18000 contagiati è abominevole. Già il numero 18000 indica la forza d'urto del virus in quel breve periodo, se ciò fosse avvenuto in una regione del Sud purtroppo sarebbe avvenuta una strage inimmaginabile e spero con tutto l'affetto che porto alla Campania che ciò non avvenga. Per quanto riguarda la lingua veneta la parola da lei citata è "ciacoe", ciacole è un termine italianizzato, per il resto sono veneto...i miei avi circa 3 secoli fa erano originari dal polesine provincia di Rovigo..

cgf

Ven, 09/10/2020 - 17:34

ha visto, ha criticato, eppure del tempo ne ha avuto, ma lui è immune per deficit, deficit e non default. Cosa manca? dai che è facile.

BEPPONE50

Ven, 09/10/2020 - 17:37

OGGI LA LOMBARDIA E? RITORNATA AL PRIMO POSTO con 983 positivi CAMPANIA con 780

jaguar

Ven, 09/10/2020 - 17:39

Perchè si preoccupa De Luca, come ha sempre affermato in Campania esistono molte eccellenze sanitarie, piene di formiche ma esistono.

Korgek

Ven, 09/10/2020 - 18:22

@giovinap da beneventano ti dico che è vomitevole questo tifo nord/sud a chi ha meno contagi (vedi pure baffonestalin50). Il nord ha dovuto subire un'ondata improvvisa e con la (giustificata) inesperienza del settore medico-biologico. Sono contento che a marzo aprile il sud sia stato risparmiato e mi auguro che continui ad essere risparmiato. Se lo sceriffo però avesse parlato di meno e agito di più oggi anche una impennata di casi da ospedalizzare (che comunque è una piccola % rispetto a tutti i positivi) sarebbe stata assorbita con tranquillità. Questa si chiama programmazione strategica. E' un governatore regionale, non è il presidente di una pro-loco, queste cose avrebbe dovuto averle in agenda!

baio57

Ven, 09/10/2020 - 18:26

@ Mr Blonde Ci devi sempre mettere un po' di partigianeria ....Emilia 8+ nonostante i casi di Piacenza e delle Rsa ,con dati ben nascosti dalla Pravda ufficiale Emiliana ? Mah !

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 09/10/2020 - 18:26

X maurizio-macold 14.56: Lombardia abitanti 10,06 milioni +600 contagi, Campania 5,8 milioni abitanti contagi +700 .... la matematica non è un'opinione ... eccetto che per te, ovviamente.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 09/10/2020 - 18:30

x moshe 15.38: voglio proprio vedere de luca che invia i suoi malati in Lombardia dopo tutto il fango che hanno sparato addosso alla regione ... ci vuole un bel coraggio, ma si sa, la classe non è acqua, staremo a vedere.

Mr Blonde

Ven, 09/10/2020 - 18:32

baio57 dai su anche 8+ al veneto...e a prescindere da zaia o pincopallino; ancora non hai capito che ho idee e non colori nè tantomeno tessere da difendere

baio57

Ven, 09/10/2020 - 18:39

@ Mr Blonde Dal post non sembra...

baio57

Ven, 09/10/2020 - 18:53

@ BEPPONE50 Poi non lamentarti se ti accostano alla macchietta di Guareschi.

maurizio-macold

Ven, 09/10/2020 - 19:23

@ ILLUSO (17:31). Le mie origini sono Trevisane e dalle mie parti si dice "ciacole". Per il resto, con riferimento al suo post delle 15:52, la gente delle mie parti e' sicuramente piu' educata di lei. UN vero cafone!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 09/10/2020 - 19:37

Sceriffo col lanciafiamme, ora dovresti dire per par condicio (ricordi cosa dicevi allora; agli albori del virus?) nessuno andrà più al nord a lavorare per non contagiare i nostri corregionari. O per voi comunisti vale sempre il salto della quaglia? Mai onesti una volta.

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 09/10/2020 - 19:45

illuso ..... è il concetto di solidarietà che cita lei che ha ridotto l'Italia alla discarica che è diventata, rifletta .....

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 09/10/2020 - 19:49

Se De Luca è stato votato dalla stragrande maggioranza dei campani vuol dire che riconfermano la loro fiducia nel suo operato. Ora ci sarà la prova del suo talento nel gestire l'emergenza. La Campania ha avuto il vantaggio di essere risparmiata nel periodo marzo-aprile ed ha avuto il tempo di prepararsi libera dall'affanno emergenziale che aveva colpito il nord. Forza De Luca, dimostraci che dopo le parole seguono i fatti.