Bambina di 11 anni rischia di soffocarsi con una fascetta

La piccola stava giocando con una fascetta da elettricista, usata come fosse una collanina

Bambina di 11 anni rischia di soffocarsi con una fascetta

Una bambina di undici anni è ricoverata in gravissime condizioni dopo essersi stretta al collo una fascetta da elettricista. La piccola è ora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Bergamo. Si teme per la sua vita. Secondo quanto ricostruito, la tragedia sarebbe avvenuta venerdì 30 agosto a Calvenzano, comune in provincia di Bergamo. La bambina, di origini marocchine, stava giocando con una di quelle fascette usate per il cablaggio elettrico. Con la fantasia degna di una ragazzina, quell’oggetto poteva avvicinarsi a una collana da stringere al collo. E così ha fatto la vittima.

Quando però ha deciso di slacciare l’improvvisata collanina, deve aver sbagliato qualcosa, e invece che liberarsi dalla presa si è stretta ancora di più la fascia. Tanto da farle perdere i sensi e provocarle un arresto cardiaco, dovuto alla mancanza prolungata di ossigeno al cervello. In casa vi era la mamma insieme alla figlia più piccola. La donna è subito accorsa in suo aiuto e ha allertato i soccorsi.

Sul posto è giunto il personale sanitario che si è occupato immediatamente di tagliare la fascetta al collo. Hanno anche tentato di praticare alla bambina il massaggio cardiaco e, una volta riusciti a rianimare la vittima, l’hanno trasportata in codice rosso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. I camici bianchi che hanno ora in cura la ragazzina non hanno ancora sciolto la prognosi. Le sue condizioni sono giudicate critiche e si teme per la sua vita.

Commenti