"Qui troppi migranti". Salvini a Bari: "Manderò più forze dell'ordine"

Il ministro dell'Interno aveva ricevuto una petizione da parte dei cittadini per lo stato di degrado in cui versa il rione per la presenza dei migranti

Ha voluto incontrare alcuni cittadini di Bari firmatari di una petizione a lui indirizzata, per denunciare lo stato di degrado in cui versa il quartiere "Libertà" a causa dei migranti lì residente. Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha deciso di raggiungere il capoluogo pugliese e parlare di persona con gli appartenenti al 'Movimento Riprendiamoci il Futuro' (promotore della raccolta di firme). Salvini ha visitato il rione per vedere con i suoi occhi cosa non va.

"Sono qui per combattere l'illegalità di qualunque colore e qualunque nascita, arriveranno uomini e mezzi delle forze dell'ordine in più, telecamere e non solo qua, controlleremo le scuole, combatteremo lo spaccio e il racket" ha dichiarato il ministro a margine dell'incontro con i cittadini. E ha aggiunto ancora "Era mio dovere venire ad ascoltare migliaia di baresi che vogliono restare tranquilli a casa loro, e quindi è l'inizio di un percorso e dirgli che il ministro c'è". Certo non sono mancate le polemiche contro il governatore della Puglia e il sindaco di Bari.

"Il quartiere Libertà ce l'ha con Emiliano e con Decaro prima che con gli irregolari che delinquono". Così il segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo, commenta le dichiarazioni del presidente della Regione Puglia sulla visita del ministro dell'Interno. Il governatore aveva definito l’arrivo di Salvini una "scelta imprudente" perchè" quei migranti sono regolari sul territorio italiano". "Se nel quartiere Libertà non si può celebrare la messa a Natale e i residenti hanno paura di uscire di casa - ha continuato Caroppo- la responsabilità è solo dell'ex sindaco Emiliano e del suo successore. La protesta dei baresi è contro di loro non contro gli stranieri 'tout court' come maliziosamente afferma Emiliano. Probabilmente è questo che lo rende nervoso".

Ma al di là dello scontro politico, Salvini ha dichiarato che entro la fine del 2018 ci sarà una svolta: decine di agenti delle forze di polizia controlleranno il quartiere “Libertà” di Bari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Gio, 13/09/2018 - 17:28

Serve l'esercito, altroché.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 13/09/2018 - 17:45

Anche Salvini si perde nella nebbia delle chiacchiere. In verità si era già capito dopo appena due giorni dal suo insediamento al Viminale. Ma in tanti hanno dovuto attendere mesi per capire che Salvini era ed è un bluff. Più agenti non servono a niente se l'ordine ricevuto è sempre quello di fare le belle statuine. In realtà, a parte leggi draconiane che pure servono, per controllare il territorio bastano pochi agenti con superpoteri. Finanche quello superiore di 'vita e di morte'. Ma più ancora essi devono essere dotati di feroce determinazione di tipo militare. Perché l'attuale disordine pubblico è qualcosa che esige risposte militari. Se non si accetta questo, c'è solo la solita nebbia caotica e indecifrabile delle chiacchiere.

DRAGONI

Gio, 13/09/2018 - 18:19

PATTUGLIAMENTO EFFETTUATO CON CONTINUITA' DA PARTE DELL'ESERCITO, CON L'AUSILIO CONGIUNTO DELLE FF.OO, FINO ALLA COMPLETA NORMALIZZAZIONE DELLA VITA NEL QUARTIERE.

lisanna

Gio, 13/09/2018 - 18:24

ALSIKAR: Salvini ha contro i PM , che accolgono per es ogni ricorso contro l'espulsione, che rilasciano tutti quelli che i poveri carabinieri e polizia arrestano. Infatti non serve piu' sicurezza con polizia ecc, serve solo avere MENO MIGRANTI

Ritratto di Evam

Evam

Gio, 13/09/2018 - 18:37

-Alsikar: esatto!