Battipaglia, nigeriano senza biglietto picchia capotreno: arrestato

Un nigeriano senza biglietto ha picchiato il controllore, ferendolo in diverse parti del corpo. Fermato dalla polizia, l’uomo ha aggredito anche gli agenti

Battipaglia, nigeriano senza biglietto picchia capotreno: arrestato

Paura ieri su un treno regionale che collega Salerno a Paola, località in provincia di Cosenza. Un nigeriano trovato senza biglietto, infatti, ha aggredito il capotreno ferendolo in modo serio, tanto che l’uomo è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso per medicare ferite in diverse parti del corpo.

Il viaggio del convoglio stava procedendo regolarmente almeno fino a quando il dipendente delle ferrovie, impegnato nel suo consueto lavoro, non è incappato nello straniero salito a bordo senza aver acquistato il regolare ticket.

Il controllore, a quel punto, non ha potuto fare altro che invitare l’africano a regolarizzare la propria posizione o a scendere alla successiva stazione di Paestum. Il nigeriano, però, dinnanzi a quella legittima richiesta è andato in escandescenza e ha iniziato ad inveire pesantemente contro l’uomo. Dalle parole, lo straniero è passato subito ai fatti.

L’extracomunitario mentre stava scendendo dal treno si è scagliato con violenza contro il malcapitato lavoratore, colpendolo con un pugno al volto facendolo, così, finire sulla banchina della stazione di Paestum.

L’aggressore, per sfuggire alla cattura, è corso via cercando rifugio nelle zone di campagna circostanti allo scalo ferroviario. Grazie alle descrizioni fornite dai testimoni alla Polizia ferroviaria, in particolare riguardante il suo abbigliamento e la capigliatura, l'uomo è stato individuato in breve tempo nella stazione di Battipaglia mentre tentava di nascondersi a bordo di un altro treno.

Fermato, il nigeriano di 21 anni è stato sottoposto ai controlli di rito. Nel corso delle operazioni, però, il giovane invece di calmarsi ha continuato a strattonare pesantemente i poliziotti nel tentativo di divincolarsi.

Solo dopo diversi momenti di forte tensione, le forze dell’ordine sono riusciti a bloccare definitivamente l’esagitato che ora dovrà rispondere di lesioni e resistenza a Pubblico ufficiale.

Il capotreno ferito, invece è stato condotto al pronto soccorso per trauma regione frontale sinistra, spalla e ginocchio destri, mano sinistra, con una prognosi di sei giorni.

Commenti