Bolivia, stupra bambina di 4 anni: la folla lo uccide in piazza

Gli agenti, in inferiorità numerica alla stazione di polizia, non sono riusciti a contenere la rabbia dei cittadini

Bolivia, stupra bambina di 4 anni: la folla lo uccide in piazza

È successo a Reyes, nel nord della Bolivia, dove un presunto pedofilo è stato linciato da un folto gruppo di abitanti che ha preso d'assalto la stazione di polizia. Il folle gesto è stato compiuto per vendicare una bambina di quattro anni, rapita, stuprata e brutalmente uccisa.

Come scrive Il Messaggero, la folla ha sfondato l'ingresso del commissariato e ha trascinato l'uomo in strada con una corda al collo. Dopo averlo picchiato lo hanno impiccato a un albero.

Secondo i giornali locali, la bambina si trovava nella cittadina per il funerale della nonna quando è stata rapita: dopo giorni di ricerche, è stata trovata morta. Prima di essere uccisa, era stata violentata.

Poche ore dopo l'uomo, accusato di stupro e omicidio, è stato portato alla stazione di polizia, dove gli agenti, in inferiorità numerica, non sono riusciti a contenere la rabbia dei cittadini di Reyes.

"I cadaveri della bimba e del suo aggressore sono spostati a Palos Blancos, vicino alla capitale La Paz - ha detto Ivan Zambrana, direttore del dipartimento che si occupa di crimini - Stiamo studiando il caso".

Al momento non sono stati effettuati arresti, ma la polizia sta visualizzando i video finiti online per risalire ai colpevoli del linciaggio.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento