Marocchino accusato di stupro: toga lo condanna solo per furto

Lo straniero era stato accusato di avere commesso violenza sessuale nei confronti di una 17enne nel 2017. Il giudice ha deciso di assolverlo durante il primo grado di giudizio, condannandolo solo per il furto del cellulare della giovane

È stato assolto in primo grado dal tribunale di Bologna il marocchino di 26 anni accusato di avere abusato sessualmente di una minorenne nell'autunno del 2017. Lo straniero, dichiarato colpevole per il solo reato di furto, ha ricevuto una pena di 4 mesi a cui si aggiunge una multa da 120 euro.

Alla fine, la tesi sostenuta dall'accusa non ha persuaso il giudice. Stando alla ricostruzione fornita dalla procura, la sera del 3 novembre di due anni fa il magrebino aveva incontrato la ragazza, allora 17enne, in piazza Aldrovandi (Bologna). Entrambi erano in compagnia di amici. Ad un certo punto lo straniero era riuscito ad impossessarsi del cellulare della giovane, facendole poi credere che a sottrarglielo fosse stato uno dei suoi amici. Promettendole di aiutarla a ritrovare l'oggetto, il nordafricano avrebbe quindi fatto scattare la trappola. Con la mente offuscata dall'alcol e dal consumo di alcune droghe, la minore si sarebbe fatta convincere dalle parole del 26enne, che l'aveva quindi accompagnata alla stazione ferroviaria. Qui l'avrebbe condotta all'interno di un vagone abbandonato, dove sarebbe avvenuto lo stupro. La ragazza, sempre stando al racconto, si sarebbe svegliata la mattina dopo svestita ed in preda alla confusione.

Diversa la versione fornita dal legale del marocchino, l'avvocato Alessandro Cristofori, secondo cui il soggetto, proveniente da “un humus culturale scadente”, avrebbe “pensato di trovarsi davanti una ragazza 'facile', visto l'atteggiamento della giovane”. Questa la tesi della difesa, riportata da “BolognaToday”, che continua:“(A. Dhabi) era talmente alterato da alcol e droghe che, come lui stesso ha detto, non era in grado di avere un rapporto sessuale”.

Il giudice Valentina Tecilla ed i membri del collegio del tribunale hanno quindi respinto la richiesta del pubblico ministero Roberto Ceroni, che aveva domandato una pena pari a 6 anni di reclusione per il 26enne.

A. Dhabi è stato assolto con formula dubitativa dall'accusa di violenza sessuale e condannato per il solo furto del cellulare della ragazza.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

andy15

Sab, 06/07/2019 - 15:06

Ormai non ha piu' senso votare per questo o quel partito politico, tanto poi i magistrati continuano a fare quello che vogliono.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 06/07/2019 - 15:16

DA UNA TOGA ROSSA DI BOLOGNA CHE TI ASPETTAVI!!ED ABBATTIAMO LE MANI ANCHE ALL'AZZECCAGARBUGLI,,AUGURANDOGLI,D'INCOCCIARE IN UN INDIVIDUO,PROVENIENTE DA “un humus culturale scadente” CHE KO SI FACCIA CON TUTTI I CALZONI!

Silpar

Sab, 06/07/2019 - 15:19

questo e' successo a Bologna?? citta comunista per autonomasia!! se fosse successo qui in Florida 20 anni di galera non gli li toglieva nessuno, ma si sa, coi comunisti c'e poco da scherzare??? c'e da ridere!!!ahahahahah, e la ragazza minorenne che se la faceva con gli extra comunitari??? che intelligente BEN GLI STA'!!!

Brutio63

Sab, 06/07/2019 - 15:48

Toga Rossa colpisce ancora Una risorsa tutelata perché continui la sua azione in Italia Questi tra stipendi da favola, privilegi vari e carriere autoreferenziali sono staccati totalmente dalla realtà Non si rendono conto del messaggio che viene con una sentenza così oppure si rendono conto ed apposta favoriscono comportamenti illeciti ed illegali delle risorse immigrate Ci vorrebbero 10/100/1000 Trojan nei loro cellulari per far emergere le porcherie della casta dei magistrati

ROUTE66

Sab, 06/07/2019 - 15:56

ED ECCO UN ALTRO GENIO DELLA MAGISTRATURA ITALIANA,NOTA ANCHE PER IL SUO ALTO PROFILO DI AZZECCAGARBUGLI. SE LA RAGAZZA ERA MINORENNE NON CENTRA UN PIFFERO SE FOSSE O NO CONSENZIENTE. Così almeno ce là spiegato la ROSSA DI MILANO,è minorenne consenziente o NO ti processo per i prossimi 2 secoli MA SI VEDE CHE BOLOGNA SI TROVA IN UN ALTRO CONTINENTE,oppure come più provabile OGNI MAGISTRATO INTERPRETA,come nelle peggior COMMEDIE

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 06/07/2019 - 16:01

La grande rivoluzione copernicana della giustizia è in atto. In verità già da alcuni anni. Ma le innumerevoli testoline di brassica non si sono accorte di nulla. Alsikar invece sì... Inutile dire che tutto parte sempre dalla potenza maestosa della Legge Suprema. Ma che cosa ha generato la Legge della Giungla? Io so anche questo...

manfredog

Sab, 06/07/2019 - 16:27

..."humus culturale scadente", ecco, questa definizione della sinistra mi mancava, ora la metto nell'elenco che mi serve per capire meglio di che humus sono fatti!! mg.

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 06/07/2019 - 16:33

Auguro a questo "giudice emancipato" un simile avvenimento dove convolta sia sua figlia o qualche parente prossima.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Sab, 06/07/2019 - 16:42

Minauguronche prima o poi capiti anche a te caro "magistrato" !!! Quanto prima spero !

zadina

Sab, 06/07/2019 - 16:51

La grande delusione che certe sentenze creano nella opinione publica di noi cittadini che non conosciamo tutti i cavilli delle leggi ma viviamo col buon senso del comportamento continuo rispettando tutte le leggi e paghiamo tutti i balzelli con sacrificio ci rimane un amaro in bocca e una grande tristezza nel cuore, e la fiducia nella giustizia si allontana sempre di più.

Italianocattolico2

Sab, 06/07/2019 - 17:01

Bisogna solo augurarsi che il Giudice Valentina Tecilla, sua figlia o sua sorella o sua madre, non conoscendone e non interessando l'età trovi presto sulla sua strada un altro individuo dall'humus culturale scadente che le faccia subire lo stesso identico trattamento, ripetutamente per qualche mezza giornata. Poi vediamo se troverà un altro giudice che lo manda assolto perché non aveva capito di essere davanti ad un intoccabile, ma pensava che fosse una ragazza o donna facile in base alle sue convinzioni di degenerato !!! Auguri di cuore.

alpino1946

Sab, 06/07/2019 - 17:04

Cara Giudice, preghi Iddio, se credente, oppure chi cavolo vuole che non succeda mai a sua figlia

Italianocattolico2

Sab, 06/07/2019 - 17:05

A leggere queste strabilianti notizie che coinvolgono un giudice (per di più donna !!!) viene sempre in mente la canzone "il gorilla" cantata da De André in italiano e da Nanni Svampa in milanese. Ma prima o poi anche questa signora troverà per strada il suo gorilla !!!!

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 06/07/2019 - 17:05

Impiccagione per il marocchino, l'avvocato e il giudice. Mao Li Ce Linyi Shandong China

carlottacharlie

Sab, 06/07/2019 - 17:08

Sicuramente quel che sto per scrivere non è politicamente corretto, eppure a tanti tanti di noi vien d'augurare alle donne parenti di questi giudici delle aggressioni a giorni alterni. Forse toccando con mano gli stupri parentali cominceranno a rinsavire, 'sti dementi di giudici.

Ritratto di Daniele Milan

Daniele Milan

Sab, 06/07/2019 - 17:16

Auguto alla dott. Tecilla di incontrare presto lungo la strada qualche "humus culturale scadente" e che ne provi l'ebbrezza..?

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Sab, 06/07/2019 - 17:17

Se la giovane era drogata e alcolizzata, quindi super-minorata, e il lestofante, a causa di proprie lacune culturali, non se ne è accorto... e se il giudice ha ritenuto che tra i due ci sia stato un qui pro quo... ciao giustizia e ciao legge.

Celcap

Sab, 06/07/2019 - 17:22

Se ha un humus culturale scadente come dice l’avvocato difensore non dovevano dargli asilo in itala perché vuol dire che non si integra alla nostra cultura. Ne punissero uno di questi balordi.

ziobeppe1951

Sab, 06/07/2019 - 17:26

Le toghe (rosse) applicano solo la legge, non la interpretano...dice el presidente (de che)

agosvac

Sab, 06/07/2019 - 17:27

Questo giudice deve essere sorella gemella della signora vella: ambedue contro l'Italia e gli italiani. A quando una sana e totale riforma della magistratura?????

pinky

Sab, 06/07/2019 - 17:31

cxxxo di comunisti poi non lamentatevi se in futuro saremo sotto una dittatura e' solo colpa vostra la storia insegna...

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 06/07/2019 - 17:46

Senza certezza non c'è condanna. Ricordatevi la quindicenne di Bolzano un paio di giorni fa, che aveva inventato uno stupro da parte di migranti.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 06/07/2019 - 17:52

LO SCHIFO DELLE TOGHE CONTINUA AD IMPERVERSARE !!!

ilrompiballe

Sab, 06/07/2019 - 18:03

Ma c'è qualcuno che ricorda perché sia nato, cresciuto e andato al potere il fascismo in Italia? Mi raccontavano che mio nonno, modesto socialista dei tempi che furono, diceva " ocio che vien el barufon" e poi "èco, l'è rivà". L'unica fortuna : che non c'è un "pelato".

Teobaldo

Sab, 06/07/2019 - 18:03

..ma le femministe non hanno nulla da dire?

Giorgio5819

Sab, 06/07/2019 - 18:11

Azzerrare la magistratura, ora o mai più. Serve la certezza dei criminali in galera, il buonismo comunista ha rotto i cog ioni !!

Antibuonisti

Sab, 06/07/2019 - 18:13

o scendiamo in piazza ad oltranza o subiamo zitti zitti. siamo arrivati a questo punto

Trinky

Sab, 06/07/2019 - 18:16

A questo punto a quel giudice bisogna far ascoltare una certa canzone di De Andrè e fargli subire lo stesso trattamento...... Chissà se sarà contento... E il Mattarella dorme al fresco della sua stanza al Quirinale, ovviamente!

Ezeckiel

Sab, 06/07/2019 - 18:27

È così che deve essere germogliato il seme del fascismo quando un gruppo ristretto di persone prende il controllo di tutto,gli anticorpi si attivano

leopard73

Sab, 06/07/2019 - 18:33

Basta vedere il csm cosa e successo, in ITALIA comanda il KOMUNISMO non la democrazia che ti fanno credere.!!!!

DRAGONI

Sab, 06/07/2019 - 18:33

ABBIAMO UN GROSSO PROBLEMA DA RISOLVERE!!

titina

Sab, 06/07/2019 - 18:37

A volte gli avvocati meritano la galera

dot-benito

Sab, 06/07/2019 - 18:37

BASTARDI TOGATI DI CxxxA

Cheyenne

Sab, 06/07/2019 - 18:42

certo che le motivazioni dei magistrati sono proprio delle barzellette. FARE FARE TEST PSICHIATRICI A QUESTI CRIMINALI

Cheyenne

Sab, 06/07/2019 - 18:43

Silpar se fosse successo in Florida gli avrebbero dato 90 anni

Giorgio Rubiu

Sab, 06/07/2019 - 19:22

Bella scusa! Basta dire che si credeva che fosse una ragazza facile o consenziente e il gioco è fatto. Fossero stata la figlia del magistrato le cose sarebbero andate così?

rawlivic

Sab, 06/07/2019 - 19:33

ah...formula dubitativa? invece la certezza e' questi bast-ardi magistrati lasciano tutta questa feccia in liberta'

rawlivic

Sab, 06/07/2019 - 19:34

ecco...italiani che emigrano metre si importa mxxxa...ops...gente di humus culturale scadente...FECCIA!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 06/07/2019 - 20:40

Magistrato delinquente e fiancheggiatore di delinquenti e stupratori. Auguro che la cosa succeda a sua moglie od a sua figli se ne ha una. In ogni caso da ricordare per il ripulisti di giudici incapaci e inidonei.

gio777

Sab, 06/07/2019 - 20:43

L'ITALIA SAREBBE IL POSTO PIU' BELLO DEL MONDO MA E' L'UNICO POSTO DOVE ANCORA SI REGISTRA LA PRESENZA DEL COMUNISTA (ANIMALE NOCIVO MA PROTETTO INSPIEGABILMENTE)

frapito

Sab, 06/07/2019 - 20:59

Fra non molto verranno assolti gli assassini che sparano perché pensavano che la pistola fosse scarica. Ma per favore!!!!!!!

scorpione2

Sab, 06/07/2019 - 21:13

la galera la meritano i genitori della ragazza dicisettenne, i genitori sono responsabili della crescita dei propi figli, hanno il dovere di controllare ed educare i propri figli e tutto quello che succede contro sono responsabili. voi date addosso al nero e avete ragione,ma se i genitori avessero piu' attenzione e magari parlare un po' di piu' con loro sarebbe molto meglio.

giovanni235

Sab, 06/07/2019 - 21:54

Che bravo quel giudice!!! Ha capito cosa aveva in testa l'arabo ,mentre violentava!!!Ma questo giudice conosce la lingua araba o si tratta di un altro giudice scemo????

Reip

Sab, 06/07/2019 - 21:58

La toga rossa in un Paese civile andrebbe in galera!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 06/07/2019 - 22:41

@scorpione2 - spera non succeda mai a tua figlia. Poi difenderò io il marocchino, e verrò a prenderti per il mulo, come tu stai facendo nei confronti di tutti gl iitaliani. Meritate quello che state difendendo senza senso. CHi merita la galera? Gente comunsita come te che difende semper i delinquenti, specie se stranieri. meriteresti di andarci al loro posto. CCi staresti? Vuoi davvero difenderli?

Aristide56

Dom, 07/07/2019 - 07:03

raccolta firme per licenziare l'inutile magistrato