Bologna, tunisino ruba moto sperona i carabinieri e poi li prende a calci e pugni

Raggiunto e bloccato dai militari che durante le fasi finali dell’arresto sono stati aggrediti con calci e pugni

Bologna, tunisino ruba moto sperona i carabinieri e poi li prende a calci e pugni

I carabinieri della Compagnia di Bologna Borgo Panigale hanno arrestato un 28enne tunisino, residente a Bologna. Alle 10.15 di ieri mattina un fattorino italiano di 24 anni ha allertato le forze dell'ordine dopo aver assistito al furto della sua moto e averla vista passare ad un incrocio. La moto era una Kawasaki Z750 di colore nero che il fattorino, prima di andare a lavoro, aveva parcheggiato in piazza Roosvelt.

La polizia si è subito messa sulle tracce della moto e ha raggiunto il motociclista a Chiesaccia, nel comune di Crespellano, da una pattuglia. Il veicolo dei militari avrebbe affiancato il malvivente, ma dopo avere intimato l'alt il tunisino avrebbe provato una manovra disperata per fuggire via a tutto gas. Ma questo punto manovrando la moto ha speronato l'auto dei Carabinieri. L'uomo è poi caduto, ma ha tentato ugualmente la fuga.

Raggiunto e bloccato dai militari che durante le fasi finali dell’arresto sono stati aggrediti con calci e pugni. Un Carabiniere ha riportato sette giorni di prognosi a seguito di: “Trauma alla spalla e al rachide cervicale”.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica