Il bollettino del 17 novembre: 32mila contagi e boom di decessi (731)

Con 32mila contagi "Si registra una lieve flessione" della curva. Scende al 15,4% il rapporto tra positivi e tamponi. Ancora oltre 8mila i contagi in Lombardia

Il bollettino del 17 novembre: 32mila contagi e boom di decessi (731)

Sono 32.191 i nuovi contagi registrati martedì 17 novembre, a fronte di 208.458 tamponi processati. Scende a 15,5% il rapporto tra positivi e tamponi effettuati. Ieri era salito a sfiorare il 18%. "Possiamo notare una sorta di stabilizzazione, forse una lieve flessione", ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa al ministero. Sale il numero di morti, 731, rispetto ai 504 di lunedì 16 novembre. "Sicuramente non un dato positivo. Non è in controtendenza rispetto al fatto che non aumentano i positivi, ma purtroppo i decessi fanno riferimento ai casi accumulati negli ultimi due mesi", ha aggiunto Rezza. Le vittime totali dall'inizio della pandemia arrivano a 46.464. Si registarno 120 nuovi ricoveri in terapia intensiva per un totale di 3.612 posti letto occupati. In Lombardia i nuovi positivi sono 8.448, in Veneto 3.124 e in Campania 3.019.

LOMBARDIA

In Lombardia oggi si sono registrati 8.448 casi di coronavirus e 202 morti. Dall'inizio dell'epidemia, le vittime sono 19.668. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 38.283 tamponi, per un totale di 3.606.814.

VALLE D'AOSTA

Oggi in Valle d'Aosta sono stati rilevati 154 nuovi casi di Covid-19 e testate 263 persone. Le persone decedute a causa del coronavirus, nelle ultime 24 ore, sono 4, che portano a 257 il totale delle vittime in Valle d'Aosta. I guariti, invece, sono 3.079, 253 in più rispetto a ieri. In totale, dall'inizio dell'emergenza, in regione sono stati registrati 5.499 casi con 30.178 persone sottoposte a tampone. Nel complesso, sono stati analizzati 51.410 tamponi (+591 rispetto a ieri). Dei contagi totali, 4.884 sono stati individuati da sospetto diagnostico e 615 da attività di screening. Attualmente in Valle d'Aosta ci sono 2.163 (-103) persone positive, di cui 152 ricoverati in reparti Covid, 17 in terapia intensiva e 1.994 in isolamento domiciliare.

VENETO

Sono 3.124 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto, 105.966 in totale dall'inizio dell'emergenza. Ne dà notizia il quotidiano bollettino della Regione Veneto. Scende per la prima volta dall'inizio della seconda ondata il numero dei letti occupati negli ospedali (-3) per un totale di 2.091 mentre sale di 15 i letti occupati in terapia intensiva. Record negativo per i decessi, 100 nelle ultime 24 ore.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 536 nuovi contagi (il 9,04 per cento dei 5.926 tamponi eseguiti) e 10 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 19.929. I casi attuali di infezione sono 10.584. Scendono a 44 i pazienti in cura in terapia intensiva, mentre salgono a 454 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 556. I totalmente guariti sono 8.789, i clinicamente guariti 163 e le persone in isolamento 9.923.

ALTO ADIGE

Le persone testate positive da PCR al coronavirus sono 18.104, le persone sottoposte al test PCR 139.217 (+443). Il numero complessivo dei tamponi effettuati è 278.912. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 359; i pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate 123 (al 16.11.); i pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes 95 (84 a Colle Isarco e 11 a Sarnes); i pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva 44. Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 414 (+9).

EMILIA ROMAGNA

I nuovi positivi sono 2.219 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.381 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 9,9%, rispetto al 17,6% di ieri. Sono, invece, 48 i nuovi decessi registrati. Sono alcuni dei dati comunicati nel bollettino di oggi della Regione guidata da Stefano Bonaccini. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 984 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 304 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 456 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 45,2 anni. Su 984 asintomatici, 361 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 65 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening sierologici, 21 tramite i test pre-ricovero. Per 533 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.

TOSCANA

In Toscana sono 2.361 i nuovi contagi (contro i 2.433 dell'ultima rilevazione), pari al 2,9% in più del totale di ieri e che oggi e' di 84.197 da inizio pandemia. Ma la regione risale dall'8/o al 7/o posto per numerosità di casi con circa 2.258 contagiati per 100.000 abitanti (la media italiana è di circa 1.998 x100.000). L'età media dei nuovi casi e' di 49 anni circa. Purtroppo si registrano anche 52 decessi in più - 28 uomini e 24 donne con un'età media di 83 anni - che portano il totale complessivo a 1.967. I guariti crescono del 7,7% e raggiungono quota 28.078 (33,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.363.146, 15.695 in piu' rispetto a ieri, di cui il 15% positivo. Sono invece 6.961 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 33,9% e' risultato positivo. A questi si aggiungono i 2.753 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.152, +0,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.069 (8 in piu' rispetto a ieri), di cui 277 in terapia intensiva (7 in meno). Complessivamente, 52.083 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi. Altre 47.784 sono sempre isolate perché contatti di contagiati.

ABRUZZO

Rispetto a ieri si registrano 729 nuovi casi martedì 17 novembre. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 13 nuovi casi e sale a 703 (di età compresa tra 62 e 98 anni). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 5841 dimessi/guariti (+207 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 14008 (+509 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 352882 test (+4953 rispetto a ieri). 590 pazienti (+19 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 66 (+7 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 13352 (+483 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.

PUGLIA

Martedì 17 novembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 6.228 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.234 casi positivi: 495 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 124 nella provincia Bat, 182 in provincia di Foggia, 94 in provincia di Lecce, 245 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Sono stati registrati 36 decessi: 8 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 16 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 665.959 test: 9.052 sono i pazienti guariti. 26.607 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 36.716.

UMBRIA

Calano i ricoveri in Umbria. Oggi sono 438 i pazienti in ospedale contro i 447 di ieri, 70 dei quali in terapia intensiva. Registrati 351 nuovi casi a fronte di 5.603 tamponi analizzati.

BASILICATA

In Basilicata (zona arancione e con tutte le scuole da oggi e fino al 3 dicembre in Dad) aumentano i contagi da coronavirus. I positivi sono 295 a fronte di 2.371 tamponi processati. Il totale ha così raggiunto quota 4.157 a fronte dei 3.906 dell'aggiornamento di 24 ore prima.

SARDEGNA

Sono 502 i nuovi casi positivi al Covid-19 in Sardegna, dove l'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale registra anche 12 vittime, dato che porta a 340 il numero dei morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Continuano a cresce anche i ricoveri: in reparti non intensivi i pazienti sono 512 (+2 rispetto ieri), mentre le terapie intensive ne ospitano 64 (+1).

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti