Cronache

Bossetti e quelle parole sulle "ospitate" in tv

Nelle motivazioni della sentenza di condanna emergono alcune considerazioni su Bossetti da parte dei giudici che fanno riflettere

Bossetti e quelle parole sulle "ospitate" in tv

Il caso di Massimo Bossetti continua a far discutere. Di fatto nelle motivazioni della sentenza di condanna emergono alcune considerazioni sul muratore di Mapello da parte dei giudici che fanno riflettere. Come riporta ilFatto Quotidiano, un'intercettazione ambientale tra lo stesso Bossetti e la moglie, marita Comi. I due discutono delle ospitate in tv da parte della donna che spiega così quanto hanno guadagnato con le interviste al marito. "La nostra quota è sempre sui 25 mila a Matrix () Se viene fuori un'altra occasione io farei di tutto Marita, () loro stanno tentando di farti fare le interviste. C'ho litigato io con Claudio che poi è anche uno pieno di soldi tra parentesi", spiega la Comi a Bossetti. Poi il marito la ferma: "Gliel'ho detto, quelli che mi arrivano di Matrix, glieli giro a loro. Sai quanti vorrebbero assumersi il mio caso? Mi conoscono in tutta Italia. È il caso più pagato fuori dalla Elena Ceste. Il primo mese non si preoccupi lavoro gratis, il secondo devo pagare". Poi risate.

A questo punto i giudici commentano nelle 367 pagine depositate le parole dei due coniugi: "Stanno parlando del vantaggio economicoche possono trarre dal processo con memoriali e ospitate poi effettivamente avvenute. L'atteggiamento psicologico di Bossetti non è certo quello di colui che è disperato e che proclama la sua innocenza () ma quello di chi cerca di gestire a suo vantaggio il clamore mediatico sorto dalla vicenda".

Commenti