Brindisi, sequestrati oltre duecento chili di marijuana

Nei primi otto mesi del 2019, nella provincia di Brindisi, sono stati messi sotto sequestro 667,305 chili di marijuana

Una scoperta importante quella effettuata ieri sera a Brindisi. Ben 217 chili di marijuana sono stati trovati dai carabinieri all’interno di un immobile abbandonato in zona "Cappuccini".
La droga era suddivisa in quaranta colli.
Già dal primo pomeriggio alcuni cittadini avevano segnalato ai militari dell'Arma dei movimenti sospetti di alcune persone ed autovetture nei pressi dello stabile disabitato. I militari hanno, così, deciso di effettuare alcuni controlli in quella zona e, da subito, hanno percepito un forte odore di marjuana. Una volta entrati nell'immobile i sospetti si sono rivelati fin da subito fondati poiché durante la perquisizione, risultata difficile e pericolosa proprio per le condizioni fatiscenti in cui versa lo stabile, è stato rinvenuto l’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, come detto 217 chili di marijuana, ben nascosto tra le mura e le pietre cadenti del fabbricato. I militari dell'Arma effettueranno, già dai prossimi giorni, i dovuti approfondimenti investigativi per stabilire la provenienza della droga.



Questo sequestro si aggiunge ai 667,305 chili di marijuana sequestrati nei primi otto mesi dell’anno in corso. C'è stato un aumento di produzione di droga nella provincia di Brindisi. In tutto il 2018, infatti, ne erano stati sequestrati 223 chili. La marijuana non è stata l'unica droga sequestrata. Nei primi otto mesi del 2019, infatti, sono stati sequestrati anche 6,515 chili di hashish, 741 grammi di cocaina e 120 grammi di eroina e vari flaconi di metadone. Per un totale di 127.900 euro messi sotto sequestro perché provento dell’attività illecita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.