Calabresi lascia La Stampa: Molinari nuovo direttore

Maurizio Molinari è stato nominato direttore della Stampa e direttore editoriale di Itedi (l’editrice). Massimo Russo è condirettore del quotidiano e Massimo Gramellini direttore creativo di Itedi e confermato vice direttore della Stampa

Calabresi lascia La Stampa: Molinari nuovo direttore

Maurizio Molinari è stato nominato direttore della Stampa e direttore editoriale di Itedi (l’editrice). Massimo Russo è condirettore del quotidiano e Massimo Gramellini direttore creativo di Itedi e confermato vice direttore della Stampa.

Molinari ha studiato al Manchester College di Oxford e all'Università ebraica di Gerusalemme e si è laureato in scienze politiche nel 1989 e in storia nel 1993 all'Università La Sapienza di Roma, è giornalista professionista dal 1989, l'anno stesso della sua laurea. Vive a Gerusalemme ed è specializzato in politica estera e questioni internazionali, in particolare riguardanti il Vicino Oriente, dove dal 2014 è corrispondente del quotidiano La Stampa.
È stato corrispondente dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea. In precedenza ha scritto anche su testate come L'Indipendente, L'Opinione, Il Tempo, Il Foglio, Panorama e collabora con le reti televisive La7, RaiNews24, Sky TG 24 e Tg5.

Ha intervistato personaggi come i presidenti Usa Barack Obama e George W. Bush, il Segretario di Stato statunitense Condoleezza Rice, gli ex Segretari di Stato degli Stati Uniti Henry Kissinger e Madeleine Albright, i Segretari generali dell'Onu Kofi Annan e Ban Ki Moon, l'ex vicepresidente statunitense Al Gore, il senatore dell'Arizona John McCain, il sindaco di New York Michael Bloomberg, l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani, il Presidente israeliano Shimon Peres e il Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il leader dell'OLP Yasser Arafat, il leader libico Muammar Gheddafi, il principe ereditario ʿAbd Allāh (poi divenuto re saudita), il ministro degli Esteri iraniano Ali Akbar Velayati, il presidente del Venezuela Hugo Chávez, il leader albanese Ibrahim Rugova, l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell'Ue Javier Solana, il leader del PKK Abdullah Ocalan, il banchiere David Rockefeller, il presidente della Banca Mondiale Paul Wolfowitz, i direttori esecutivi del Fmi Rodrigo de Rato e Dominique Strauss-Kahn, lo scrittore Norman Mailer, l'architetto Daniel Libeskind e lo scultore Richard Serra. Il suo ultimo libro è "Il Califfato del Terrore - Perché lo Stato Islamico minaccia l'Occidente", edito da Rizzoli nel 2015.

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.