Catania, in un'azienda agricola scovata droga per 10 milioni di euro

Oltre all'ingente quantitativo di piante di marijuana che avrebbero fruttato quella cifra, i carabinieri autori del ritrovamento hanno sequestrato ai titolari dell'azienda anche un fucile con matricola abrasa

Brillante operazione anti-droga condotta dai carabinieri della compagnia di Catania Fontanarossa che hanno rinvenuto all'interno di una grossa azienda agricola 1200 kg di marijuana, la quale secondo una stima dei militari avrebbe fruttato la bellezza di 10 milioni di euro. L'azienda, che si trova alla periferia del capoluogo etneo, era gestita da padre e figlio di rispettivamente 60 e 18 anni.

L'operazione si è sviluppata nell'ambito di un più ampio giro di spaccio nel quartiere Librino, ed ha permesso alle forze dell'ordine di sequestrare anche 2500 piante di canapa indiana che i titolari dell'azienda curavano maniacalmente con impianti d'irrigazione all'avanguardia e mille altre accortezze.

Per i due uomini sono scattate le manette ai polsi, dopodichè si sono spalancate le porte del carcere di Catania. Da qui dovranno rispondere delle accuse di coltivazione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti. Su padre e figlio pende anche un altro capo d'imputazione, quello di detenzione illegale di arma clandestina, poichè i carabinieri hanno rinvenuto all'interno della loro attività anche un fucile con matricola abrasa oltre a diverse cartucce. Saranno i Ris di Messina a sottoporre l'arma ai test balistici di rito per capire l'uso che è stato fatto del fucile.

Le nostre forze dell'ordine sono sempre all'erta per quanto riguarda questi reati: poche settimane fa infatti la polizia di stato aveva sequestrato in Sardegna marijuana per un valore di un milione di euro.