La Cirinnà esulta per Zuppi cardinale: "Un bel segno di pace"

La senatrice Monica Cirinnà plaude alla scelta di Bergoglio, che creerà cardinale mons. Matteo Maria Zuppi. Arrivano anche gli auguri di James Martin, gesuita pro Lgbt

La Cirinnà esulta per Zuppi cardinale: "Un bel segno di pace"

Monica Cirinnà ha commentato in maniera positiva il fatto che Monsignor Matteo Maria Zuppi stia per essere creato cardinale da Papa Francesco. Ieri è arrivata la notizia. Ora bisognerà attendere il concistoro ottobrino. La scelta di Jorge Mario Bergoglio ha trovato il favour dell'esponente del Partito Democratico, che ha commentato su Twitter il fatto che l'arcivescovo di Bologna sia destinato alla porpora, citando un passaggio in cui il consacrato italiano aveva parlato di "pastorale per cattolici omosessuali". La senatrice, che è da sempre vicina alle istanze della comunità Lgbt, è dunque contenta del riconoscimento attribuito dal Santo Padre all'ecclesiastico, che è l'unico italiano presente nella lista dei tredici nuovi porporati. Zuppi, del resto, è un noto progressista.

Ma Monica Cirinnà non è l'unica ad aver esultato: anche James Martin, gesuita e consultore del Vaticano in materia di comunicazione, ha espresso soddisfazione via cinguettio. Sono due segni di come il futuro cardinale sia apprezzato dagli ambienti che operano per tutelare e difendere quelli che Joseph Ratzinger definisce in modo critico "nuovi diritti". Il consacrato statunitense, nel fare gli "auguri" a Zuppi, ha ribadito la necessità di costruire "un ponte" tra la Chiesa cattolica e la comunità Lgbt.