Il Comune assume un gregge di pecore: "Taglieranno l'erba"

Gli ovini taglieranno l'erba in alcune aree della città di Ferrara: "Il risparmio sarà di almeno 8mila euro"

Il Comune assume un gregge di pecore: "Taglieranno l'erba"

Un gregge di pecore dipendente del Comune. Sembra uno scherzo ma non lo è. L'amministrazione di Ferrara, infatti, ha deciso di "assumere" gli ovini per fargli tagliare l'erba al posto del normale servizio di giardinaggio. Una scelta dettata dai costi, elevati, per pagare i giardinieri. E così si è pensato di ricorrere al pascolo. Naturale ed economico.

L'idea è venuta ad un pastore bergamasco, Massimo Freddi. "Il terreno coinvolto dall'operazione - dice al Resto del Carlino Aldo Modenesi, assessore ai beni pubblici - La falciatura dell'erba in quell'area costa all'amministrazione comunale tra i 3.500 e i 4.000 euro. Considerando che tra parile e magio saremmo dovuti intervenire almeno due volte, grazie a questa soluzione a costo zero, il risparmio per le casse comunali si aggira intorno agli 8mila euro". Nessun rischio dal punto di vista sanitario, visto che anche l'Usl ha dato l'ok.

In pratica, il gregge potrà pascolare sotto le mura storiche di Ferrara, facendo contenti pastore e amministrazione. E probabilmente pure le pecore. Nessun rischio di pestare escrementi nemmeno per gli amanti della corsa, che usano quelle zone di Ferrara per smaltire i grassi in eccesso. "Le pecore sono sempre recintate - rassicura il pastore - e rimangono nella zona dell'erba. Questo non può che far bene anche al terreno che viene concimato naturalmente".

Ferrara è stato il primo Comune dell'Emilia Romagna ad accettare la sua proposta, dopo essersi presentato in diverse località d'Italia. Sopratutto nel Nord Italia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti