Consigliere Pd attacca Tiziana: "Lo hai tradito facendo porcate. Non sei una santa"

Walter Caputo, dopo aver saputo della morte di Tiziana, ha commentato con toni un po' troppo accesi l'accaduto. E dopo un lungo dibattito ha chiesto scusa a tutti

Consigliere Pd attacca Tiziana: "Lo hai tradito facendo porcate. Non sei una santa"

"Tiziana era consapevole del tutto. Forse si aspettava altri riscontri come una certa notorietà, ma non è di certo una santa": scrive così su Facebook il consigliere regionale del Pd Walter Caputo.

Della morte di Tiziana ne sono state scritte di cotte e di crude. Ne hanno parlato tutti, televisioni, radio, giornali e personaggi dello spettacolo. Anche qualche politico si è sbilanciato e ha scritto qualche parola per ricordare quella giovane donna che si è suicidata nella casa della madre con un foulard. Ma tra questi politici, c'è chi ha esagerato con i toni e ora, a mente fredda, chiede scusa.

E' il caso del consigliere del Pd della circoscrizione 4 di Torino, Walter Caputo, che dopo aver saputo la notizia della morte di Tiziana ha commentato il fatto sul suo account Facebook."Stupidità di chi ha condiviso il video, ma lei era consapevole di tutto - si legge sui social -. Il tuo ragazzo è a casa, lo stai tradendo compiendo porcate con un altro, gli dici bravo mentre registra il video... Spiace a livello umano perché una vita umana è pur sempre una vita, ma non sei di certo una santa!".

Il pensiero del consigliere regionale Pd si conclude con una frase lapidaria: "Siamo tutti consapevoli delle nostre scelte. E tu che tradisci e lasci il video non sei di certo una ragazza da seguire!". Il messagggio di Caputo non è di certo passato inosservato e migliaia di utenti lo hanno attaccato brutalmente. Immediatamente, si è aperto un acceso dibattito e alcune donne hanno prontamente difeso Tiziana. Ma Caputo ribatte e chiude così il discorso: "Difendete le donne che difendono i principi. Non quelle che li distruggono".

Le considerazioni del consigliere di Torino non sono piaciute nemmeno alla sorella Valentina, anche lei consigliera Pd: "Quella di mio fratello è un’opinione superficiale, va stigmatizzata. La sofferenza di Tiziana andava capita e ascoltata, lei è la vittima e la violenza contro di lei doveva essere fermata, su questo non ci sono dubbi. Bisogna aiutare chi è più fragile ad uscire da certi percorsi e condannare ogni forma di violenza".

Dopo qualche ora, il post di Walter Caputo è stato rimosso ed è stato sostituito da uno di scuse: "Mi scuso con tutti e in primis con i familiari di Tiziana per le valutazioni di tipo etico che ho espresso. Ma non sono riuscito a formulare correttamente il mio pensiero".

Commenti