Coronavirus, in malattia 300 dipendenti dell'Asp di Crotone

A denunciare il dato anomalo sono stati i vertici dell'Azienda calabrese. Il direttore: “È una cosa indegna”. Intanto la governatrice Santelli "chiude" la regione per bloccare i contagi

L'Italia è il Paese che vanta migliaia di medici e infermieri in prima linea per fronteggiare l'emergenza coronavirus, ma anche quello in cui diverse centinaia di camici bianchi hanno preferito imboscarsi in attesa che passi la tempesta.

Mentre circa circa 8mila sanitari hanno risposto al bando per la creazione della task force di 300 medici da inviare nelle regioni del Nord – e proprio nelle stesse ore in cui Cuba viene in soccorso dell'Italia inviando 52 esperti in malattie infettive – la Calabria deve fare i conti con i furbetti del Coronavirus.

In tutta la regione non si contano i casi di eroismo civile di medici e infermieri che troppo spesso devono fare i conti con un sistema sanitario che fa acqua da tutte le parti (il settore è commissariato da 10 anni), eppure quel che è successo nell'Azienda sanitaria di Crotone ha dell'incredibile: 300 dipendenti si sono messi in malattia mentre impazza la bufera Covid-19. Tra loro, 151 sarebbero sanitari, di cui 33 medici, 91 infermieri e 17 operatori socio-sanitari.
Non sono illazioni perché sono stati proprio i vertici dell'Asp pitagorica a denunciare i propri imboscati.

L'Azienda, dopo aver spiegato gli interventi messi in campo per far fronte all'emergenza, ha infatti sottolineato che “le misure appena evidenziate potranno compiutamente realizzarsi solo attraverso la fattiva collaborazione di tutto il personale dipendente aziendale”.
Non è una precisazione “meramente retorica”, dal momento che i dati in possesso della direzione delle Risorse umane dimostrano che “circa 300 dipendenti aziendali si trovano attualmente in regime di malattia. Con il dovuto rispetto per tutti coloro che legittimamente stanno usufruendo di un beneficio di legge, occorre tuttavia sottolineare l'anomalia del dato, stranamente coincidente con l'acuirsi dell'emergenza coronavirus”.

“Stranamente coincidente”: queste due parole spiegano perfettamente come stanno le cose. Il direttore generale facente funzioni dell'Asp, Francesco Masciari, in un'intervista a Sky Tg24, è ancora più esplicito: “È una cosa indegna, bisogna intervenire”.

La situazione, nel piccolo territorio crotonese, è particolarmente difficile. Secondo i dati dell'ultimo bollettino ufficiale della Regione Calabria, sono stati riscontrati 42 contagi (14 in reparto, 28 in isolamento domiciliare) e un deceduto.
Ma è tutta la Calabria a essere in stato di allerta. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 235, mentre i soggetti finiti in quarantena volontaria sono più di 6mila.

Proprio ieri la governatrice Jole Santelli ha voluto ringraziare “chi è schierato in prima linea, senza se e senza ma”. Quindi “il personale medico, i biologi, gli infermieri, gli Oss che da settimane, ormai, sono in trincea a lavorare. Veri e propri bagliori di speranza laddove a volte il buio pare avere la meglio. A loro va tutto il nostro rispetto e la nostra ammirazione”.

Il contraltare degli imboscati dell'Asp di Crotone sono anche i 340 i medici che – come ha riferito la stessa Santelli – hanno dato la propria disponibilità per essere impiegati durante l’emergenza Coronavirus in Calabria. Di questi 158 sono neo laureati in medicina, non ancora abilitati, ma che possono comunque esercitare la professione, secondo quanto disposto dal decreto 'Cura Italia'.
Gli altri 182 sono invece medici specializzati e specializzandi, molti dei quali in discipline come Medicina interna, Cardiologia, Pneumologia, Anestesia e rianimazione.

Oltre al personale medico, le Asp calabresi hanno anche dato avvio allo scorrimento delle graduatorie degli idonei per l’assunzione, sempre a tempo determinato, di 270 infermieri, 200 oss, biologi e tecnici di laboratorio.

“Sapere di poter contare su professionisti, molti dei quali giovani e con tanta voglia di fare – ha detto Santelli –, rappresenta una speranza nella lotta a questo virus e ci dà forza per proseguire in questo grande lavoro che ci vede tutti coinvolti, ciascuno per la propria parte”.

Stanotte, poche ore dopo l'annuncio del premier Conte sul blocco di tutte le aziende non strategiche, la presidente della Regione ha firmato una nuova ordinanza che prevede la 'chiusura' della Calabria fino al 3 aprile.
Vietati gli spostamenti delle persone fisiche “in entrata e in uscita dal territorio regionale”. Ai trasgressori si applicherà “la misura immediata della quarantena obbligatoria per 14 giorni”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 22/03/2020 - 11:31

Ha ancora senso l'unità d'Italia?

Giorgio5819

Dom, 22/03/2020 - 11:35

E' semplicemente una questione di cultura, solito sistema, abituati a inventare sistemi per sfuggire alle leggi e alle responsabilità. Costume consolidato da sempre....

gianf54

Dom, 22/03/2020 - 11:57

Una cosa è il "giuramento di Ippocrate", un'altra è "pararsi il cu*o!!!

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Dom, 22/03/2020 - 12:27

Ma il Giornale non si chiede come mai la neo-eletta governatrice della Calabria JOLE SANTELLI di FI e appoggiata dalla Lega non fa nulla? E i commentatori leghisti non protestano con la bava alla bocca? Se fosse successo in una regione del PD apriti cielo. Come al solito due pesi e due misure.

jaguar

Dom, 22/03/2020 - 12:28

Come minimo dovrebbero perdere il posto.

Ritratto di pedralb

pedralb

Dom, 22/03/2020 - 12:35

Il lupo perde il pelo .. ma non il vizio!! VIGLIACCHI E PUSILLANIMI

killkoms

Dom, 22/03/2020 - 12:39

se non è una bufala sono degli autentici "eroi"!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 22/03/2020 - 12:42

Visto che questo sconcio è di dominio pubblico, la magistratura competente aprirà un fascicolo per acclarare fatti così incresciosi o forse attende che sia presentata denuncia circostanziata?

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 22/03/2020 - 13:13

Sicuri che siano malati?.

DRAGONI

Dom, 22/03/2020 - 13:14

E' TUTTO NORMALE. LA PAURA NEL SUD NON FA 90 MA MOLTO DI PIU'.

mozzafiato

Dom, 22/03/2020 - 13:22

CONTEDRAKULA 12,27 dunque se i sanitari calabresi in malattia, sono degli squallidi ominidi, la colpa sarebbe della presidente della regione eletta da qualche giorno e della Lega ? Io davvero non riesco a trovare aggettivi validi per definirti kompagno, perché a quanto pare, sei purtroppo un " horst category" ma fortunatamente, nel contempo, ci mostri chiaro e lampante, chi sono quelli che, come te, danno il voto a sinistra ed hanno ridotto il paese in questo miserabile stato! Tornando fra la gente normale, va invece evidenziato, che il settore sanitario calabrese, GRAZIE ALL'ONESTA, OCULATA E RAZIONALE GESTIONE DELLA GIUNTA DI SINISTRA USCENTE, ERA E' DA TEMPO COMMISSARIATO ! Tutta colpa di Salvini e della lega vero kompagno ?! Comunque grazie di esistere KONTE... e mi raccomando, non lasciarci, magari ritrovando troppo presto quel senso della vergogna che per te, RIMANE UN ILLUSTRE SCONOSCIUTO !

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Dom, 22/03/2020 - 13:27

Speranza non manda gli ispettori? ed i furbi si licenziano chiedendo pure i danni.... se questa e' la predisposizione di certi medici figuriamoci come si sono occupati dei loro pazienti. Non e' una questione di cultura, ci sono tanti altri bravi medici in Calabria che saranno ben piu' inc...ti per questa storia. Anche al nord ci sono questi tizi indegni. Mi sa che dopo l'emergenza si faranno tante "pulizie" negli ospedali.

uberalles

Dom, 22/03/2020 - 13:29

Urge visita di controllo e, in caso di falso, denuncia, licenziamento e radiazione dall'albo per chi è iscritto...Basta con i piagnistei! L'Italia è stufa di questi parassiti!

necken

Dom, 22/03/2020 - 13:41

sono solo disponibili ad occupare un posto di lavoro.....

Giorgio5819

Dom, 22/03/2020 - 13:53

uberalles - 13:29, giusto, ma tanto questi sono già pronti a chiedere il reddito di fancazzismo per il quale hanno votato.....

steacanessa

Dom, 22/03/2020 - 14:15

Orribile comportamento.

Calmapiatta

Dom, 22/03/2020 - 14:20

Un detto recita che il coraggioso, muore solo una volta, il vile molte. Questi moriranno innumerevoli volte nell'arco della loro meschina vita, prima che giunga realmente la loro ora.

Scirocco

Dom, 22/03/2020 - 14:28

Non c'è un termine per definire questi esseri senza valore. Comunque basta organizzare un controllo a tappeto senza preavviso della GdF e poi quelli che non sono malati si licenziano tutti in tronco e si sostituiscono con il personale medico militare.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Dom, 22/03/2020 - 14:32

MOZZAFIATO guardi risparmi il fiato, la Calabria cambia colore ogni elezione e probabilmente sara' in condizioni da terzo mondo per sempre, quindi lungi da me difendere i governi di sx calabresi, il punto e' che adesso ci siete voi per cui la patata bollente dovete gestirla voi. Mi pare che la Santelli non sia in grado evidentemente.

routier

Dom, 22/03/2020 - 14:37

Anche Gino Strada è sparito dalle cronache, sarà ammalato anche lui o cos'altro? A me non è dato di sapere...!

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Dom, 22/03/2020 - 14:38

Basterebbe ci fossero delle conseguenze, ad evitare questi comportamenti. Ma si sa, i nostri prodi sono tutti impegnati a scandagliare i conti correnti dei cittadini per verificare come spendono i loro soldi. Problema che fra poco sarà risolto, visto che saremo tutti poveri dopo sto giro (fra pil a picco e MES)

Ritratto di Ardente

Ardente

Dom, 22/03/2020 - 14:43

beh vi sorprendete? perché hanno tagliato la sanità soprattutto in quelle Regioni? Ci vanno di mezzo solo le persone che non hanno colpa comunque la differenza tra Nord e Sud se era il caso di ribardirlo ancora una volta è di due Paesi in un unico. Al Nord il personale sanitario rimane si contagia si sfinisce al Sud scappano vedi anche il caso di Napule dove i medici si mettono in malattia o i geni del sud che lavorano a nord e poi vanno da mammà e infettano tutti poi il Nord è razzista ele solite balle l evidenza della realtà è sotto gli occhi di tutti senza se senza ma il resto sono balle

Ritratto di babbone

babbone

Dom, 22/03/2020 - 15:45

in Calabria dicono: manco li cani.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Dom, 22/03/2020 - 15:55

La Magistratura competente deve aprire un'inchiesta e colpire il più duramente possibile le azioni truffaldine con l'aggravante del momento di estrema emergenza.

Ritratto di bet_65

bet_65

Dom, 22/03/2020 - 15:58

CI VUOLE UN TRATTAMENTO DRASTICO,SIAMO IN GUERRA, MEDICI CANCELLATI DALL'ALBO, AL LIMITE POSSONO PULIRE I CESSI, TUTTI GLI ALTRI LICENZIATI IN TRONCO

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Dom, 22/03/2020 - 16:05

la colpa e' solo di quello che nell'ottocento ha voluto l'unita' d'italia cioè quei mille fessi allo sbaraglio. purtroppo ci sono MEDICI & MEDICI quelli probabilmente non lo sono

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/03/2020 - 16:08

@ConteRaffaelloM...- è appena stata eletta e ha subito un cataclisma come questo. operazione di sciacallaggio inutile e detestante. Quest e cose dille ai tuoi di sinistra, governano da più tempo.

UnLupoSolitario

Dom, 22/03/2020 - 16:49

Questi non sono medici ma vigliacchi della peggior specie. Essere medico non è solo un lavoro ma una missione con grandi responsabilità. Questo succede quando i posti si assegnano per raccomandazioni e non per meriti/vocazione. Ancora Vigliacchi! Licenziamenti in tronco subito e radiazione dall'ordine!

Papilla47

Dom, 22/03/2020 - 17:31

Se vai a vedere gli organici degli ospedali del centro-nord italia ti accorgi che ci sono molti meridionali anche ben qualificati. Se vedi quelli del sud sono solo locali e pochissimi provenienti da altre aree. Questo la dice lunga sulla necessità della migrazione sanitaria.

Lugar

Dom, 22/03/2020 - 17:35

Quelli che scappano hanno il titolo di meico ma non lo sono. Meglio per i malati che questi "medici" vadano via, saranno curati meglio dagli infermieri o dai veri medici.

routier

Lun, 23/03/2020 - 10:31

Una laurea in medicina non dice che sei eticamente un medico ma solo che hai studiato medicina. Gli "antropoiatri" (coloro che con empatia, abnegazione e deontologia curano gli uomini) sono, purtroppo, rari.