Via Crucis blindata

Varchi d'accesso, controlli con metal detector e area chiusa al traffico. Impegnati oltre tremila uomini delle forze dell'ordine

Via Crucis blindata

Varchi d'accesso, controlli con metal detector e area chiusa al traffico: il Colosseo è blindato. Queste le misure antiterrorismo attivate dalla Prefettura per garantire la sicurezza di cittadini e turisti durante la Via Crucis di questa sera, alla presenza di Papa Francesco. Fori, Colosseo e fermata metro B sono chiusi dalle ore 13. Tiratori scelti, squadre anti sabotaggio e reparti speciali della polizia sorvegliano l'intera area, supportati da elicotteri. Rigidi controlli sono in corso in tutti i varchi d'accesso alla tradizionale rievocazione.

Varchi di prefiltraggio e filtraggio sono presidiati da oltre 3mila uomini delle forze dell'ordine, che effettuano controlli con i metal detector sui passanti, fedeli e visitatori. I primi si trovano a largo Corrado Ricci, via degli Annibaldi e via Celio Vibenna. I secondi ai Fori Imperiali, all'Arco di Costantino e in fondo a via degli Annibaldi. Dunque, misure di sicurezza ai massimi livelli, transenne a delimitare la zona "rossa" e camionette della Polizia e dell'Esercito utilizzate come barriere anti-sfondamento, in attesa della tradizionale Via Crucis del Venerdì Santo.

"O Croce di Cristo, insegnaci che l'alba del sole è più forte dell'oscurità della notte, e che l'amore eterno di Dio vince sempre", scrive Papa Francesco su Twitter. Il Pontefice è atteso alle 21.15 al Colosseo per presiedere la Via Crucis nel giorno del Venerdì Santo.

Papa Francesco - dopo aver celebrato nella basilica di San Pietro in Vaticano la Messa della Passione - è giunto al Colosseo, accolto dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, per presiedere dalla spianata del colle Palatino posto di fronte all'Anfiteatro Flavio il tradizionale rito della Via Crucis, che caratterizza il Venerdì Santo prima della Veglia di domani sera e della celebrazione domenica della Pasqua di Resurrezione. A portare per primo la Croce è il cardinale Agostino Vallini vicario del Papa per la diocesi di Roma. Nelle 14 stazioni - sottolineate dalle preghiere e dalle meditazioni, affidate alla teologa francese Anne-Marie Pellettier vincitrice del Premio Ratzinger - si alterneranno famiglie e studenti, disabili e giovani, migranti e stranieri, laici e religiosi, suore dall'India e dall'Africa e frati dalla Terra Santa.

"O Cristo, torniamo a te con gli occhi abbassati di vergogna e il cuore pieno di speranza. Di vergogna per le immagini di devastazione, distruzione e naufragio diventate ordinarie. Per il sangue innocente versato quotidianamente di donne, bambini, immigrati e perseguitati per il colore della loro pelle". Così Papa Francesco dopo la Via Crucis al Colosseo. "Vergogna per le troppe volte che come Giuda e Pietro ti abbiamo venduto e tradito e lasciato solo a morire per i nostri peccati, scappando da codardi". E ancora: "Abbiamo gli occhi pieni di vergogna per tutte le volte che noi vescovi, sacerdoti, consacrati abbiamo scandalizzato e ferito il Tuo corpo e abbiamo dimenticato il nostro amore lasciando arrugginire la nostra consacrazione".

Commenti