Devastante incendio a Pescara: bagnanti in fuga. In fumo la pineta Dannunziana

Il forte vento rende ancora più difficili le operazioni dei vigili del fuoco

Devastante incendio a Pescara: case evacuate e feriti in ospedale

Durante il pomeriggio di oggi, domenica 1 agosto, un violento incendio ha colpito duramente la parte meridionale della città di Pescara.

Stando a quanto riferito da "Il Centro", il rogo si sarebbe originato nelle vicinanze del villaggio Alcyone: partite presumibilmente da un canneto, le fiamme si sono rapidamente estese fino ad avvicinarsi pericolosamente a via Scarfoglio e ad alcune abitazioni di via Terra Vergine, costringendo numerosi residenti ad abbandonarle in via precauzionale.

Le notizie si susseguono rapidamente e parlano di danni ad una scuola nel villaggio Alcyone e di soccorsi portati ai pescaresi in difficoltà da parte delle forze dell'ordine locali: traffico in tilt sul lungomare della città. L'emergenza improvvisa ha costretto il personale medico ad allestire un posto di primo soccorso in caso di gravi necessità, dato che si parla già dei primi feriti. Al momento, sempre secondo quanto riferito da "Il Centro", i vigili del fuoco stanno ancora tentando di contenere il devastante rogo, pur potendo contare sull'appoggio di alcuni elicotteri. Sono numerosi, infatti, i fronti dell'incendio da contrastare, anche a causa del forte vento.

Fino ad ora sono cinque i feriti che hanno avuto bisogno di cure ospedaliere. Tra di essi anche una bambina e due suore, in condizioni al momento non gravi: per loro si dovrebbe trattare di intossicazione dovuta all'inalazione di fumo. Una quarantina, invece, le persone evacuate nel palafiere del porto turistico: sgomberata i via precauzionale anche la casa di riposo di via Paolo De Cecco.

"Un disastro di proporzioni inimmaginabili", dichiara all'Ansa il primo cittadino di Pescara Carlo Masci. "La Riserva Dannunziana di Pescara sta bruciando e nella zona sud della città ci sono decine e decine di uomini di tutte le forze dell'ordine. Abbiamo dovuto evacuare diverse abitazioni e anche stabilimenti balneari a causa del fumo e dei lapilli", aggiunge il sindaco. "Stiamo lavorando con tutti gli uomini disponibili. Il principale avversario è il vento caldo. Con l'elicottero dei vigili del fuoco si sta cercando di limitare i danni".

I pescaresi tentano per quanto possibile di dare una mano e di salvare le proprie abitazioni, utilizzando secchi e pompe da giardino. Anche un Canadair si è unito di recente agli elicotteri che già stavano operando sui cieli della città per cercare di ridurre l'esteso fronte del terribile incendio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti