E il Papa benedice i social network. "La comunicazione è dono di Dio"

L'incontro con il numero uno della Apple, poi le parole sui nuovi media. Per un Papa che si presta ai selfie non stupisce poi tanto

Per un Papa che si concede senza troppi problemi ai "selfie" con i fedeli, incontrare Tim Cook in udienza non è poi così assurdo. È successo questa mattina, quando il Pontefice ha visto l'amministratore delegato di Apple, in Italia per l'annuncio dell'apertura di un centro di sviluppo a Napoli.

Il Papa aveva già visto Eric Schmidt, chairman di Google. E oggi ha parlato di tecnologia per la 50esima Giornata mondiale dedicata alle Comunicazioni sociali. Era stato Benedetto XVI ad aprire all'utilizzo dei nuovi media per la comunicazione della Chiesa con i fedeli.

"Non è la tecnologia che determina se la comunicazione è autentica o meno - ha detto il Papa - ma il cuore dell’uomo e la sua capacità di usare bene i mezzi a sua disposizione. Le reti sociali sono capaci di favorire le relazioni e di promuovere il bene della società ma possono anche condurre ad un’ulteriore polarizzazione e divisione tra le persone e i gruppi".