Festa della donna,web controcorrente:"Basta con le mimose"

Sui social network spopola il tema della parità tra i sessi ma quest'anno inizia a serpeggiare l'idea che l'8 marzo sia una festa obsoleta rimasta ormai senza alcun significato. <a href="http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=315" target="_blank"><strong>Cosa ne pensi? Vota il sondaggio</strong></a>

Anche quest'anno l'8 marzo è arrivato. E sono passati più di cento anni da quell'8 marzo del 1908 in cui, come da leggenda, morirono in un incendio in fabbrica centinaia di donne. In realtà l'istituzione della Giornata internazionale per i diritti delle donne è più recente e risale al 1921 per volontà della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste. Secondo alcuni la data fu scelta persino da Lenin che voleva riconoscere il ruolo femminile nella lotta allo zarismo. In Italia la Feste della donna venne festeggiata per la prima volta l'anno successivo e nel dopoguerra, forse anche a causa delle sue origini politiche, la reale nascita della Giornata si perse.

Ma nel 2012, dopo le lotte femministe e per la parità dei sessi, ha ancora senso festeggiare le donne? A leggere sul web sembrerebbe che a snobbare mimose e auguri siano proprio le donne.

Su Twitter, l'hashtag #8marzo spopola, ma tra gli auguri appaiono messaggi del tipo: "Già il fatto che ci sia una giornata per ricordare che esistiamo è preoccupante...". Soprattutto se la festa si limita a cene "in rosa", strip tease maschili e magari "rimorchio facile". E le cerimonie delle istituzioni, le parole pompose dei politici, le tante parole sull'importanza dei diritti delle donne - diritti che dovrebbero essere scontati in quanto rappresentanti del genere umano - non aiutano certo a migliorare la percezione che questa sia una festa ormai vuota e inutile.

Per fortuna in Italia, dal 1908 ad oggi, la condizione femminile è migliorata. Una donna che non faccia la casalinga o la maestra non stupisce più. Guidano camion, autobus, sono manager. Non hanno nemmeno bisogno di quote rosa per affermarsi sul lavoro. Nonostante i mille ostacoli che una società che fa ancora poco per colmare il gap lavorativo tra i due sessi. Nonostante le discriminazioni sui salari, sulla possibilità di carriera o le dimissioni in bianco. Nonostante la mancanza di asili nelle aziende o di una vera ed efficace politica per la famiglia.

Passi in avanti si possono fare e anzi si devono fare, soprattutto contro gli abusi sessuali e la violenza sulle donne. Ma certi diritti si raggiungono soprattutto con un'educazione della società che certo non si ottiene con le parole e le dimostrazioni di solidarietà una volta all'anno. Insomma, basta con le mimose. Passiamo ai fatti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 08/03/2012 - 13:47

Io; Non Ho Bisogno Della Giornata Delle Donne Per Rispettarle! Io Le Rispetto é Le Amo; Ogni Giorno!!!!.

gasteropode

Gio, 08/03/2012 - 13:58

Grazie al cielo qualcuno (anzi qualcuna) inizia a dirlo e soprattutto a pensarlo. Da oggi mi sentirò meno sola.

idleproc

Gio, 08/03/2012 - 14:02

Avete mai provato a farvi una pasta con una donna? A un certo punto c'è sempre la domanda fatidica: Quanti grammi? Voi dite quello che normalmente volete. Lei: Sai per me basta poco. Risultato finale: lei si mette a posto la coscienza con la dieta e voi state con la fame. Successo un'ora fa. Comunque sono adorabili, come si può vivere senza di loro? Alle croci poi uno si abitua e gli mancano. Siamo dei predestinati.

Luigi Farinelli

Gio, 08/03/2012 - 15:05

"Guidano camion, autobus, sono manager...". Quindi per avere "pari dignità" la donna dovrebbe scimmiottare l'uomo in tutto secondo l'ideologia gender, ovvero dei "generi intercambiabili", teoria prodotta dalla mente bacata di guru ultralaicisti che inculcano già negli asili il concetto di genere (maschile o femminile) da poter scegliere a piacimento come un vestito. Una truffa a livello ONU e UE che ha già creato guasti immani alla società occidentale abbattendo il principio di autorità ("patriarcale") e, soprattutto, pericolosamente, il ricambio generazionale. Agli ingegneri sociali massoni neo-gnostici (=antinatalisti) non importa nulla dei diritti delle donne ma solo che lavorarino e consumino, insinuando che famiglia, maternità, prole siano un handikap della natura nei loro confronti che ne impedisce la carriera! Non servono manager pompate a quote rosa ma donne assecondate nelle loro aspettative che non sono affatto quelle ultralaiciste. Soldi alle famiglie e meno ideologia!

d_time

Gio, 08/03/2012 - 15:14

finalmente si sono accorti che adesso l'8 marzo è una delle cose più lontane dal raggiungere la parità tra uomo e donna!

Antonio63

Gio, 08/03/2012 - 15:18

#1 Pasquale Esposito : Senza quella che potrebbe essere scambiata per retorica, condivido pienamente e aggiungo i complimenti per il bellissimo commento ! Capisco perfettamente che i tempi cambiano e molte donne iniziano a considerare superata la giornata dedicata a loro, ma in fondo il principio resta sano e la stragrandissima maggioranza degli uomini le continuera' a considerarle comunque come il bello della vita ! Cordialita'

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 08/03/2012 - 16:15

#ANTONIO63. Grazie, per l,apprezzamento io sono del parere che le Donne vanno rispettate ogni giorno, ma io esigo dalla Donne lo stesso rispetto che io ho per loro!. É; ODIO LE EMANZE CHE SI CREDONO DI DISPREZZARE GLI UOMINI; SOLO PERCHE CREDONO DI ESSERE EMANCIPATE, SOLO DISPREZZANDO GLI UOMINI! IO SONO SPOSATO DA 33 ANNI, E MIA MOGLIE MI DICE SEMPRE CHE LE EMANZE SONO TUTTE CRETINE, PERCHE RINUNCIANO ALLE ARMI PIU BELLE CHE HANNO LA LORO FEMMINILITÁ!; PER ESSERE UGUALI AGLI UOMINI!- SE LORO FOSSERO UGUALI A NOI COME SAREBBE NOIOSO IL MONDO!. distinti saluti. pasquale.

no b.

Gio, 08/03/2012 - 16:23

A #1 Pasquale Esposito servirebbe più che altro la Giornata nazionale della Punteggiatura...

alessandro bettoni

Gio, 08/03/2012 - 16:31

Questa è la festa di quale donna? Della donna che torna a casa dopo una giornata di lavoro e deve guardare se i figli sono a posto con la scuola, che deve cucinare e lavare e mettere a posto la cucina, sistemarsi prima di andare a letto e riposare. Da santificare. Della donna che torna a casa e deve accudire a persone disabili o anziane come i vecchi genitori. Da santificare. Della donna che deglutisce i soprusi ricevuti sul posto di lavoro, sui mezzi pubblici, per strada. Da santificare. E gli uomini dove sono? In ufficio, per strada che stanno ritornando, fanno tardi sul lavoro, in macchina che stanno pensando a cosa troveranno a tavola (cucinato da LEI) stasera e tutte le sere. Da dimenticare. Meno male che ci sono anche le coppie che si aiutano e che si dividono i compiti della crescita della loro famiglia. Io spero che siano molte queste coppie. Non lo so, ma me lo auguro. Evviva le donne e onore a Loro.

attilio baldan

Gio, 08/03/2012 - 17:28

Come scherzava un tempo la brava Franca Valeri: "Ma che mimose e mimose! Fatevi dare gioielli, da quei buzzurri!" Marilyn Monroe cantava, infatti: "I diamanti sono i migliori amici delle ragazze". E, nel film "Can can", Nicole Kidman aggiungeva: "Con l'età, il nostro fascino svanisce. Saremo sostituite da altre, più belle. Quindi, meglio mettere prima qualcosa in cassa".

chiachia75

Gio, 08/03/2012 - 17:38

Carissimo Sig. Bettoni, La ringrazio a nome di tutte per le parole sincere e veritiere. Questo mondo deve cambiare perchè noi donne non si debba più vivere nella paura di sentirci schiacciate da "un maschile" ormai stantio e retrogrado. EVVIVA LE DONNE

chiachia75

Gio, 08/03/2012 - 17:45

Caro Sig. Esposito, se a noi donne dovessero essere lasciate le stesse OPPORTUNITA' che vengono troppo spesso garantite a voi maschietti in tutti gli ambiti della vita, saremmo ben liete di lasciare spazio alla nostra femminilità, invece dobbiamo scendere in guerra TUTTI I GIORNI perchè il mondo che ci circonda è gestito da voi uomini che avete paura che noi si voglia togliervi qualcosa (non si capisce cosa). Evitiamo questi falsi discorsetti ipocriti fatti da donne che invidiano le altre donne, perchè le armi di cui parla sua moglie le mettiamo in campo TUTTI I SACROSANTI GIORNI senza fare tante scene

PRIMAVERA

Gio, 08/03/2012 - 18:13

...La FESTA del PAPA'.....La FESTA della MAMMA....La FESTA dei NONNI....LA FESTA degli ZII...La FESTA di PINCO e PINCA....che SOLE.....E' tutto un BUSINESS....!!!!!

lamwolf

Gio, 08/03/2012 - 18:42

Va bene festeggiare le donne ma perchè deturpare il primo straordinario fiore giallo della primavera, la mimosa? Ho una pianta ai confini del giardino con la strada tutti gli anni viene violentata rovinando rami e fioritura da idioti e idiote. Basta lasciamo fiorire il giallo della primavera e regaliamo baci e amore è molto di più.

mariolino50

Gio, 08/03/2012 - 19:06

#12 chiachia75 Mia figlia, grazie a miei sacrifici ha potuto studiare molto più di me, avendo così più opportunità e forse peggiori risultati visto l'andazzo attuale, anche a me sarebbe piaciuto, ma negli anni 50 non era previsto per i figli di operai andare oltre un certo limite, ufficialmente non era certo così, ma in pratica si, vedi lettera ad una prof. di don Milani, gli uomini di cui parla sono una minoranza che tiene il tacco sul collo di tutti, compresi gli uomini come me, oltretutto ora avete anche la legge dalla vostra parte.

chiachia75

Gio, 08/03/2012 - 19:23

Mariolino50..lasci che della condizione della donna ne parlino solo le donne. Sua figlia ha studiato? Buon per lei, aspetti che arrivi a lavorare e poi vedrà quanti schiaffi alla dignità dovrà prendere, ALTRO CHE OPPORTUNITA'. Ci fanno lavorare più di loro e prendiamo meno, se otteniamo risultati è perchè l'abbiamo "data", certi posti di comando ce li sognamo anche se facciamo straordinari non pagati per anni! La prego lasci stare ciò che non conosce.

voce.nel.deserto

Gio, 08/03/2012 - 19:24

Questo giorno ha il sapore amaro della rivendicazione,della divisione,dell rancore. Preferisco le feste nelle quali si celebra l'amore fra i sessi. E' la solita trovata dei delle sinistrei per fratturare e dividere ciò che Dio ha unito.E' una spinta verso l'annientamento della famiglia che malgrado tutto resta il fondamento della società. Ho regalato nel passato anche io mimose.Non le regalo da anni. Per me conta la persona e non il sesso. Detto ciò le mie donne mi hanno dato grandi soddisfazioni e si sono affermate da sole senza bisogno di quote rosa e non si lagnano mai.Sono persone vere e capaci.

chiachia75

Gio, 08/03/2012 - 19:27

Mariolino, io parlo specialmente per noi giovani donne di questa generazione (giusto per specificare) che lavoriamo, pensiamo alla casa, al marito, al futuro e cosa riceviamo in cambio? Lasciamo stare

morganaflo

Gio, 08/03/2012 - 19:35

per 4 Luigi Farinelli-A contrastare l'ideologia gender le donne hanno tentato di affermare il principio della 'diversità' femminile,intesa non in direzione antagonistica rispetto all'universo maschile,ma solidale,come completamento e arricchimento di quest'ultimo.E' sempre un piacere leggere i suoi post.

Antonio63

Gio, 08/03/2012 - 21:56

#8 no b. : Mi intrometto solo per dirLe di evitare commenti che riguardano critiche sulla sintassi e o altro del genere sui commenti degli altri lettori. Mi creda e' altamente antipatico e non poco presuntuoso ritenersi talmente bravo, da avere il diritto di offendere gli altri ! Continuo a ritenere che l'importante siano i concetti che si esprimono e dovrebbero essere i soli alla base di qualsiasi assenso/dissenso...Poi chiaramente se Lei e' l'erede dei Quasimodo, Montale etc etc...Le consiglio di cambiare forum !

sergiantonio

Gio, 08/03/2012 - 22:05

Parità fra i sessi? Ok, oltre alla festa della donna istituiamo la festa dell'uomo oppure per far cosa giusta eliminiamo tutto questo tipo di feste e festicciole che fan solo comodo ai bottegai e inoltre vediamo se è possibile piantarla con lo slogan "il mondo è delle donne": il mondo è di entrambi i sessi e non è la clamorosa scoperta dell'acqua calda. Poi, a dire il vero, le mimose oltre a non essere dei veri fiori hanno un colore affatto accattivante (il giallo è il colore dei cornuti) e un odore dolciastro che le rendono tutto sommato miserelle assai. Con tutto il rispetto per le origini della festa che in ogni caso risalgono a tempi remoti, e i tempi sono cambiati.

Profe

Gio, 08/03/2012 - 22:59

L'8 marzo, come tante altre ricorrenze, è diventato un business. Personalmente amo la mimosa a prescindere dall'8 marzo che non ho mai considerato una giornata di festa. Non ho mai pensato che bastasse un giorno di puerile rivalsa per colmare la disparità di diritti fra i due sessi. Tuttavia come donna, mi piace pensare, in questo giorno, a tutte le donne del mondo che soffrono veramente soprusi e violenze di ogni genere, a tutte le bambine che crescono lontane dalla scuola e dall'istruzione, ma anche alle donne di casa nostra che hanno pagato con la vita una scelta di libertà e di indipendenza, vittime di mariti o di fidanzati violenti. Chiedo giustizia per tutte le donne innocenti morte ammazzate! E la chiederò ogni giorno dell'anno!

Zenofonte

Ven, 09/03/2012 - 00:24

la maggior parte di chi regala la mimosa lo fa come gesto di festosa galanteria. Nulla di male, ma nulla a che vedere con la genesi di questa tradizione. E' pur vero che in molti paesi, Italia inclusa, la donna non ha ancora pari opportunità rispetto all'uomo (certe carriere ecc). Al tempo stesso, oggi nel mondo occidentale, il "sesso debole" è quello maschile. A me pare che la "festa della donna" non abbia più il senso che aveva in origine. Perpetuarla mi pare un modo per perpetuare quel classismo anti-femminile che frena le carriere delle donne nel mondo della politica e del "business".

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Ven, 09/03/2012 - 04:10

La festa della donna è oramai uno schifo che andrebbe abolito, soprattutto in questa attuale società femminista dove la donna ha continui enormi privilegi sociali, legislativi e lavorativi mentre gli uomini, oramai considerati persone di serie B, continuano a morire sul lavoro per il 98,5% delle morti "bianche"(morti azzurre dico io) facendo i soliti lavori pesanti ed usuranti che fanno da sempre (infatti tutte le costruzioni che ci circondano le dobbiamo al genere maschile)..Inoltre la festa dell'8 marso è un falso storico(una delle tante falsità femministe)..Cercate su google "metromaschile forum" ed iscrivitevi oppure cercate il sito antifeminist per sapere tante belle cosette (sopratutto il blog fematrix)

avvfablaz

Ven, 09/03/2012 - 06:45

Mi si permetta di ricordare che, da anni, il quaderno-rivista della sezione femminile della destra missina ha(o aveva) per titolo qualcosa come:"Niente mimose".... Quando si dice precorrere i tempi ovvero le giuste intuizioni sì come sempre la destra rautiana è stata in Italia la prima a mostrare sensibilità per i temi ambientalisti, diventati poi, inopinatamente, proprietà di qualche sparuta dilettantistica minoranza sinistrorsa...Ciao Libero

avvfablaz

Ven, 09/03/2012 - 07:23

mi si permetta di ricordare che da tempo il quaderno rivista della Destra Missina Femminile ha per titolo un coraggioso :"Niente Mimose"; certamente, le intuizioni pionieristiche non hanno mai avuto la ribalta tranne che, col tempo, volgarizzandosi: ed allora il tema de quo diventa terreno di gioco della sinistra radical chic. Parimenti come avvenuto con le politiche ambientaliste verso cui, invero, la destra rautiana ha da sempre mostrato intelligente sensibilità.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 09/03/2012 - 07:29

#no b. Sentivo, la mancanza di un cretino che mi diceva metti un punto qui oppure un pun to la!. Adesso, é arrivato e mi posso mettere il cuore in pace, se io stessi a correggere tutti i sbagli che fanno i Sinistrosi, starei qui dalla mattina alla sera a mettere i puntini sulle i. Ma, dal momento che io non mi abbasso a fare il Corinto, mi basta dirla che lei, non ha espresso niente sul tema di cui si stava scrivendo, é questo la dice tutta sulla sua Intelligenza!. Io, le voglio citare Gesú; (perche tu guardi la pagliuzza nel mio occhio, é non vedi la trave nel tuo?!). Non, c,era bisogno di scrivere a pasquale esposito bastava l,asterisco! IGNORANTE!!!!. La, prego censore di farla passare! Grazie.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 09/03/2012 - 07:46

#chiachia75. Mia, cara signora la posso chiamare cosi?; il signor Bettoni ha ragione di lamentare la situazione della Donna, é io sono d,accordo al 100% su quello che lui dice. Ma, non tutti gli Uomini sono cosi, che sfruttano le Donne fino alle ossa, io posso dire di aver aiutato mia Moglie molto, lei deve sapere che io dopo che mi faccio 8 ore di catene di montaggio, tornato a casa e mi metto a cucinare perche mia Moglie viene 2 ore dopo di me dal lavoro, e questo lo faccio da 33 anni, con i Figli o senza!. Io, non trovo niente di male se una Donna, guadagna piu di un Uomo, anzi io sono orgoglioso che mia Moglie guadagna piu di me!. É ;NON MI MEZZO UOMO; PERCHE CUCINO OPPURE PORTO L;IMMONDIZIA NEL CONTAINER; OPPURE USO L;ASPIRAPOLVERE. SE FOSSE PER ME LE DONNE; DOVREBBERO ESSERE GIUDICATE PER LE LORO CAPACITÁ, E NON PER IL SESSO CHE HANNO! Buona giornata, a lei é a tutte le donne. pasquale.

Franco Monticelli

Ven, 09/03/2012 - 17:02

Ma dove l'avete messo l'articolo sull'otto marzo delle donne mussulmaniane? L'avete evirato?

scardan123

Sab, 10/03/2012 - 16:23

Caro #25 avvfablaz, la destra missina se dotata -come lei dice- di intelligente sensibilità, dovrebbe chiedere scusa in ginocchio a questo paese e andarsene in galera per apologia di fascismo.