Firenze, arrestati due nigeriani: nello stomaco 39 ovuli di eroina

Dopo le nostre denunce sullo spaccio di droga a Firenze, le autorità hanno arrestato altri due corrieri nigeriani nei pressi della stazione ferroviaria

Due corrieri nigeriani che stavano viaggiando con 39 ovuli di eroina nello stomaco sono stati arrestati ieri a Firenze, in piazza della Stazione.

La situazione relativa allo spaccio di droga nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella resta critica, anche se dopo le nostre denunce le autorità hanno iniziato a effettuare blitz ripetuti e mirati per debellare, o quantomeno contenere, il degradante fenomeno. Nel corso di un servizio straordinario di controllo, i militari dell'Arma hanno fermato per detenzione ai fini di spaccio in concorso due nigeriani pregiudicati e irregolari sul territorio nazionale. I carabinieri in borghese, dopo aver predisposto un apposito dispositivo di osservazione, controllo e pedinamento, hanno bloccato i due extracomunitari perché insospettiti dal loro atteggiamento.

Durante i controlli, i due erano agitati e hanno accusato forti dolori di stomaco. Entrambi sono stati trasportati presso l'ospedale di Careggi per essere sottoposti ad accertamenti sanitari. I carabinieri sospettavano che potessero aver ingerito ovuli contenenti sostanza stupefacente. L'intuizione delle forze dell'ordine si è rivelata corretta, visto che dopo gli esami clinici sono stati recuperati ben 39 involucri di cocaina, per un peso complessivo di 450 grammi. Uno dei due nigeriani ne aveva ingeriti 8, l'altro ben 31. I corrieri sono stati subito arrestati e portati presso la Casa Circondariale di Firenze-Sollicciano.

Corrieri e arresti

In carcere è finito anche un terzo uomo, anch'egli nigeriano e per il medesimo motivo: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Mercoledì scorso il 27enne, già noto alle forze dell'ordine per i suoi trascorsi nell'ambito degli stupefacenti, è stato visto parlare al telefono in via della Pergola. Gli agenti hanno deciso di procedere a un controllo ma, alla vista della pattuglia, l'uomo ha ingerito in fretta e furia un oggetto non meglio identificato, mentre poco lontano gli stessi poliziotti hanno rintracciato uno dei suoi clienti. Anche in questo caso, il corriere è stato trasportato in ospedale. All'interno del suo corpo sono stati trovati 10 ovuli di eroina, oltre ai 4 ingoiati prima del controllo per un totale di 17 grammi. Durante le fasi dell'arresto la polizia è riuscita a rintracciare anche altri clienti del pusher che continuavano a chiamarlo sul telefonino per fissare appuntamenti per l'acquisto di droga. Infine, altri due spacciatori, un senegalese di 22 anni e uno di 49, sono stati sorpresi dai falchi della squadra mobile nei giardini della stazione, intenti a spacciare due dosi di cocaina a un turista. Nel capoluogo toscano lo spaccio di droga continua a essere una vera e propria emergenza, anche se qualcosa si sta finalmente muovendo.

Commenti

maurizio50

Sab, 30/11/2019 - 16:11

Domanda ai Giudici di Firenze: anche questi fuori domattina per aver ingerito gli ovuli "per necessità"????

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Sab, 30/11/2019 - 17:15

lasciateglieli dentro , così crepano da soli

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 30/11/2019 - 17:42

i gran lavoratori!!eccollilla'....portatori di morte

venco

Sab, 30/11/2019 - 20:07

Tenerli in galera con la droga nello stomaco fin che vivono