Firenze, giovani aggrediti e militare ferito: peruviano in manette

Completamente ubriaco, e con alle spalle dei precedenti per simili reati, lo straniero ha aggredito e mandato in ospedale una giovane coppia di fidanzati ed uno dei militari intervenuti sul posto

Ha prima preso di mira e quindi aggredito una giovane coppia di ragazzi, poi si è scagliato contro una donna intervenuta in loro difesa ed il compagno di quest'ultima che cercava di proteggerla, infine se l'è presa anche contro i carabinieri di Firenze, accorsi sul posto per bloccare il facinoroso, uno dei quali ha avuto necessità di ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Il responsabile di questa serie di episodi di violenza è un peruviano di 20 anni, personaggio tra l'altro già noto per reati dello stesso genere, e che ora si trova detenuto dietro le sbarre di una cella di sicurezza nell'attesa della celebrazione del giudizio direttissimo, in programma nei prossimi giorni.

Secondo quanto riferito dai quotidiani locali, che hanno riportato alcuni dettagli della notizia, i fatti si sarebbero svolti durante la serata dello scorso venerdì 14 febbraio. Sono all'incirca le ore 20:00, quando le prime due vittime, una coppia di giovanissimi, sono state avvicinate dal sudamericano mentre percorrevano via Locchi.

In evidenti condizioni di alterazione psico fisica, presumibilmente causate da un eccesso di consumo di alcol, il 20enne ha iniziato a molestare in modo pesante le sue vittime, prendendosela in particolar modo col ragazzo, fatto bersaglio di scherno ed insulti. Inutile ogni tentativo di allontanarsi, dato che il peruviano ha proseguito con le proprie intemperanze fino ad arrivare addirittura a schiaffeggiare il giovane. L'increscioso episodio è stato notato da una donna, la quale si è precipitata verso la coppia nel tentativo di difendere le due vittime.

Furioso per quella inattesa intromissione, lo straniero l'ha centrata con un colpo in pieno volto, ferendola in maniera fortunatamente non grave. Il compagno, rimasto leggermente attardato, ha tentato di fare da scudo alla donna, ma lui stesso è stato aggredito con veemenza e ferito dal giovane sudamericano.

Grazie alle numerose segnalazioni giunte alla centrale, sul posto sono arrivati i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Firenze, che hanno tentato invano di ricondurre a più miti consigli il violento 20enne. Durante le operazioni di identificazione, infatti, quest'ultimo si è scagliato contro uno degli uomini dell'Arma, facendolo schiantare contro la gazzella posteggiata nelle vicinanze. Sono cinque i giorni di prognosi determinati al pronto soccorso al carabiniere ferito dallo straniero, rispettivamente 3 e 5 per i due fidanzati intervenuti in soccorso della giovane coppia molestata in via Locchi.

Per il pregiudicato arriva l'accusa di lesioni personali e di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, per la quale si attende ora l'udienza di convalida presso il tribunale di Firenze.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Renadan

Dom, 16/02/2020 - 19:00

Razzisti lasciatelo in pace poverino. Dategli una casa,una donna e un lavoro. I comunisti lo hanno voluto, trattatelo bene.